Fibrillazione atriale: i nuovi trattamenti terapeutici

Fibrillazione atriale: i nuovi trattamenti terapeutici

Lo hanno discusso nei giorni scorsi a Roma, cardiologi intervenuti da ogni parte, al Convegno ” Fibrillazione Atriale, un problema sociale ”

da in Cardiologia, Cuore, Malattie, News Salute, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    fibrillazione atriale

    Quando si parla di epidemia si pensa a malattie infettive che contagiano una popolazione ampissima della popolazione di uno o diversi Stati all’interno dello stesso continente. Eppure esistono malattie non infettive che per diffusione hanno lo stesso peso delle epidemie intese nel senso classico del termine.

    Una di queste patologie è rappresentata dalla fibrillazione atriale, una malattia cardiaca che colpisce dal 5 al 10% delle popolazione anziana d’età superiore ai 75 anni.Se oggi siamo costretti a contare un numero sempre maggiore di pazienti rispetto al passato, ciò è dovuto al fatto che la vita media della popolazione si è allungata e dunque la possibilità di incorrere anche in tale malattia si fa più concreta. L’elevata diffusione della fibrillazione atriale è divenuta, secondo i cardiologi, un vero e proprio problema sociale.

    Lo hanno discusso nei giorni scorsi a Roma, cardiologi intervenuti da ogni parte, al Convegno “ Fibrillazione Atriale, un problema sociale “ . L’occasione è stata anche importante per approfondire le conoscenze scientifiche sulla patologia, sottovalutata per decenni e solo adesso attenzionata con maggiore cura da medici e specialisti, soprattutto da quando sono maggiormente noti i rischi cui vanno incontro i pazienti in presenza di tale patologia.

    L’occasione romana è stata altresì importante al fine di definire le nuove linee guida nel trattamento chirurgico e transvenoso della patologia che, ancora adesso, risulta essere poco conosciuta e sottovalutata dai pazienti i quali, sovente, non sanno neanche che oggi la fibrillazione atriale è trattabile con nuovi strumenti terapeutici in grado di controllare la malattia.

    306

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CardiologiaCuoreMalattieNews SalutePrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI