Festa della donna: una mimosa rossa per le donne del Nepal

Festa della donna: una mimosa rossa per le donne del Nepal

L’associazione Apeiron Onlus ha promosso un’iniziativa per la Festa della donna che consiste nell’inviare una cartolina – mimosa rossa per aiutare le donne nepalesi vittime di violenza

da in Benessere, News Salute, Riabilitazione, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    donne nepal

    Puntare al benessere di un individuo non significa solo garantire tutti gli elementi che possono contribuire a proteggere il suo stato di salute, ma vuol dire anche promuovere forme di rispetto che stanno alla base della dignità umana. La festa della donna è un’occasione in cui possiamo mettere in atto un gesto di solidarietà a favore della dignità.

    Piuttosto interessante appare infatti l’iniziativa portata avanti da Apeiron Onlus, un’associazione senza fini di lucro, che si propone di aiutare le donne del Nepal che sono vittime di violenza. Per queste donne è stata pensata una casa rifugio a Kathmandu. Chi vuole compiere un gesto concreto di solidarietà può aderire all’iniziativa promossa dall’associazione, che consiste nell’inviare una cartolina – mimosa rossa aiutando una donna in difficoltà. Il tutto è possibile direttamente dal sito indicato in basso in questo articolo.

    Non a caso è stato scelto il rosso, visto che è proprio questo il colore degli abiti indossati dalle donne del Nepal in occasione delle feste.

    Il rosso in questo senso diventa il simbolo del riscatto e dell’emancipazione, di una possibilità in più verso un percorso in grado di restituire speranza a queste donne vittime della violenza e della sofferenza.

    Grazie all’aiuto fornito da chi parteciperà all’iniziativa della cartolina – mimosa rossa saranno incrementate le risorse per aiutare le donne nepalesi che a CasaNepal avranno la possibilità di usufruire di un periodo di riabilitazione fisica e psicologica, oltre che di opportunità in termini di formazione. Puntare all’aiuto delle donne in difficoltà significa provvedere allo sviluppo della comunità mondiale.

    333

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereNews SaluteRiabilitazioneSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI