Fertilità: quella maschile dimezzata negli ultimi 20 anni

Fertilità: quella maschile dimezzata negli ultimi 20 anni

Stress, vita sedentaria, alcol, fumo, infezioni, traumi, malattie veneree: quanti sono i nemici della fertilità maschile spesso sottovalutati: negli ultimi 20 anni si è addirittura dimezzato il numero di spermatozoi

da in Benessere, Fertilità, Malattie, News Salute, Salute Uomini, Sperma
Ultimo aggiornamento:

    Spermatozoi in calo negli ultimi anni

    Tempi duri per l’uomo moderno: lo stile di vita attuale e lo stress arrivano a colpire anche nell’intimo, compromettendo la capacità riproduttiva maschile tanto che, secondo i dati del centro svizzero per la Medicina della riproduzione Procrea, negli ultimi due decenni il numero degli spermatozoi si è quasi dimezzato.

    Un problema che viene spesso sottovalutato dall’uomo, che si trova a fare i conti con gli spermatozoi solo quando desidera mettere al mondo un erede. “Ma le cause che possono portare ad alterazioni riproduttive insorgono talvolta fin dall’infanzia” avvisa Thierry Suter, medico esperto in Medicina della Riproduzione del centro. “Tra gli uomini mancano le conoscenze di base su quali possono essere le cause che provocano la diminuzione della fertilità”.

    Quali sono le cause di una tale riduzione del numero di spermatozoi? “Molto dipende anche dallo stile di vita che si sceglie di adottare. Situazioni di forte stress, col passare del tempo, incidono in modo notevole sulla produzione di spermatozoi, quindi sulla salute riproduttiva dell’uomo. Un altro elemento da non sottovalutare è il troppo caldo e una vita eccessivamente sedentaria” spiega il medico.

    Aggiungiamo fumo e alcol, nemici a più livelli della salute, compresa quella riproduttiva, traumi ai testicoli, infezioni (come l’orchiepididimite, conseguente agli orecchioni) e malattie sessualmente trasmesse, difetti congeniti (come il criptorchidismo) o altre problematiche ai testicoli (come il varicocele). Un elenco lungo spesso misconosciuto dagli uomini, ma che in molti casi è risolvibile: “Alcune cure specifiche possono restituire una piena salute riproduttiva” dice il medico. Certo, se invece di una riduzione del numero di spermatozoi si arriva a parlare di vera e propria sterilità, le cose si complicano, anche se, ricorda l’esperto: “Un terzo degli uomini definiti infertili, una volta sottoposto alle adeguate cure, riesca ad avere una paternità naturale. I rimanenti possono ricorrere all’aiuto della fecondazione assistita”.

    Immagine tratta da: Universonline.it

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereFertilitàMalattieNews SaluteSalute UominiSperma
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI