Ferite: ultrasuoni per guarirle?

Ferite: ultrasuoni per guarirle?

Una recente ricerca ha permesso di scoprire che il trattamento con ultrasuoni ad alta intensità favorirebbe la guarigione delle ferite croniche dovute alle complicanze del diabete

da in Ferite, Malattie, Malattie cardiovascolari, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    ferite ultrasuoni

    Le ferite potrebbero essere guarite con gli ultrasuoni ad alta intensità. È questo il progetto su cui sono al lavoro i ricercatori della Mayo Clinic di Rochester, che si stanno impegnando nella messa a punto di un dispositivo in grado di generare questo tipo di ultrasuoni. Questi ultimi si potrebbero rivelare utili soprattutto nella guarigione delle ferite croniche.

    Bisogna infatti ricordare che coloro che sono affetti da diabete possono spesso incorrere nel pericolo di formare ferite alle gambe e ai piedi che tendono a non guarire e a cronicizzarsi, aumentando il rischio di infezioni. Tutto ciò è dovuto alle conseguenze cardiovascolari implicate dalla malattia. In tema di cura delle ferite va ricordato che sono in via di sperimentazione sistemi innovativi. Ad esempio si potrebbero guarire ustioni e ferite della pelle con un sistema spray.

    D’altronde si sa che gli ultrasuoni possono essere utili in diversi campi.

    Per esempio per quanto riguarda le fratture ossee gli ultrasuoni sono alleati della guarigione. Adesso è la volta delle ferite. Gli studiosi hanno potuto verificare che i pazienti trattati con ultrasuoni presentavano percentuali di guarigione maggiori. Nello specifico si è visto che i soggetti con ferite croniche trattati con ultrasuoni rivelavano un tasso di guarigione superiore del 50%.

    Gli esperti hanno spiegato che tutto ciò si verificherebbe per il fatto che gli ultrasuoni sono in grado di rimuovere la carica batterica delle ferite, garantendo allo stesso tempo la possibilità di non creare danni ai tessuti sani. I risultati in sostanza sembrano piuttosto incoraggianti e anche le prospettive per il futuro.

    320

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FeriteMalattieMalattie cardiovascolariNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI