Feocromocitoma: sintomi, cause e diagnosi

Feocromocitoma: sintomi, cause e diagnosi
da in Cancro, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Sistema endocrino

    Il feocromocitoma è un tumore del surrene in grado di provocare gravi sintomi e le cui cause possono essere diverse: è, dunque, importante giungere alla sua diagnosi il prima possibile. Questo tipo di tumore determina una maggiore produzione di adrenalina e noradrenalina. Ma qual è la sintomatologia esatta legata al feocromocitoma? Quali sono le sue cause? Quale il trattamento da seguire per giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è il feocromocitoma? Come anticipato prima, si tratta di un tumore del surrene che determina una maggiore produzione sia di adrenalina che di noradrenalina: spesso, infatti, questa forma di cancro ha origine nella ghiandola surrenale, in special modo nella parte interna chiamata “midollare surrenale”. Generalmente, il feocromocitoma colpisce una sola ghiandola surrenale ma, in alcuni casi, può interessare anche entrambe le ghiandole surrenali o colpirle con più di un tumore. Si tratta, solitamente, di un tumore benigno che non si diffonde nel resto dell’organismo, ma resta circoscritto alla zona di insorgenza.

    Quali sono i sintomi del feocromocitoma? Possono manifestarsi ipertensione arteriosa, tachicardia – che può avere diverse cause - pallore, cefalea, sudorazione fredda, epigastralgie, parestesie, vomito, nausea, angina, dispnea – di cui esistono diverse tipologie - disturbi visivi, dolore toracico, ansia, stipsi e senso di morte imminente.

    Alla comparsa di segni e sintomi, è di fondamentale importanza contattare, immediatamente, il medico che – tramite una serie di analisi ed esami – stabilirà la corretta diagnosi e, dunque, la terapia più adatta a seconda del caso specifico.

    Tra i test richiesti, ci potrebbero essere esami del sangue e delle urine, oltre che la risonanza magnetica, la TAC e la scintigrafia. La diagnosi servirà anche a capire se si tratta di un tumore benigno o maligno.

    Quali sono i rimedi contro il feocromocitoma? Le cure per questa forma di cancro sono basate sull’intervento chirurgico, per la rimozione della massa tumorale quando possibile; sebbene, a volte, questo sia anticipato da un trattamento che prevede l’assunzione di farmaci per alcune settimane a bersaglio molecolare e per controllare i sintomi. Possono, inoltre, essere indicate la radioterapia e la chemioterapia.

    Infine, la prognosi dipende da diversi fattori: dall’estensione e dalla gravità del tumore, dalla tempestività di intervento e dal tipo di trattamento intrapreso, oltre dall’età e dallo stato di salute del paziente.

    521

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI