NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Febbre: meccanismo con il quale l’organismo si difende

Febbre: meccanismo con il quale l’organismo si difende

La febbre è un sintomo, che provoca malessere generale, ed è presente nel momento in cui il nostro organismo è “aggredito” da agenti esterni

da in Febbre, Malattie, News Salute, Prevenzione, Sistema immunitario, Terapie
Ultimo aggiornamento:

    febbre organismo difende

    La febbre rappresenta un segnale di difesa dell’organismo contro aggressioni esterne ma anche interne. È uno dei sintomi che preoccupano di più, tanto è vero che si corre subito ai ripari cercando di bloccarla il prima possibile con le terapie farmacologiche. Secondo gli specialisti la febbre non andrebbe stroncata subito in quanto la sua presenza aiuta a capire la causa che l’ha scatenata e perché, come accennato prima, è un meccanismo di difesa del nostro organismo.

    Perché compare la febbre? Quando il nostro organismo viene attaccato da un agente esterno (nella maggior parte dei casi), come può essere un microrganismo, si alterano dei parametri fisiologici, in particolar modo quelli che regolano il Centro di termoregolazione, che si trova nell’ipotalamo. Il batterio o il virus stimolano il sistema immunitario a produrre delle sostanze , le citochine, importanti in queste situazioni di allarme. Queste ultime agiscono sul Centro di termoregolazione facendo aumentare la temperatura.

    La febbre è il segnale di una “lotta” all’interno del corpo tra il nostro sistema immunitario e l’agente estraneo. Infatti, la sua presenza, il tempo di durata e di quanto la temperatura sale, sono dei parametri importanti per il medico, e per una diagnosi certa e tempestiva. Ad esempio una febbre continua è caratteristica della polmonite o del tifo, mentre se si presenta a giorni alterni può indicare la presenza di malaria (segnale importante per chi era in viaggio in località particolari).

    Ecco perché è utile che non venga bloccata subito. Per quanto crei un malessere generale di una certa importanza, non bisogna stroncarla sul nascere. È necessario somministrare gli antipiretici (farmaci per farla abbassare) nel momento in cui si presenta un forte dolore alla testa e la temperatura sale oltre i 38,5°C. Insieme alla febbre possono comparire altri sintomi “spia”, propri di alcune patologie, come la meningite (caratterizzata da febbre molto alta, dolore alla nuca e comparsa di puntini rossi sulla pelle), tutti segnali che aiutano il medico a diagnosticare e ad intervenire per tempo.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FebbreMalattieNews SalutePrevenzioneSistema immunitarioTerapie
    PIÙ POPOLARI