Farmacovigilanza: importante trasferire le segnalazioni

Farmacovigilanza: importante trasferire le segnalazioni

La farmacovigilanza serve a verificare la correttezza delle rilevazioni effettuate sui gruppi di persone test, che per prime si sono sottoposte al dosaggio del medicinale, essa e' praticata dalla comunita' medica di tutto il mondo, che per mettere in commercio un farmaco internazionale, deve accettare questo passaggio

da in Farmaci, Farmacie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Farmacista

    Farmacista

    Nella fase finale di approntamento di un farmaco, arriva il momento piu’ delicato, quello dal quale dipende la sua promozione o la sua bocciatura in fatto di vendite: la valutazione degli effetti collaterali dell’utente finale.

    Gli effetti collaterali sono chiamati anche reazioni avverse, e includono tutte quelle reazioni che possono causare dei sintomi di malessere o di cattiva tolleranza dei farmaci somministrati; in questo caso, quando il nuovo farmaco e’ messo in commercio, si parla di monitoraggio o meglio di farmacovigilanza. Da questo risultato dipende il successo o l’insuccesso di un prodotto.

    La farmacovigilanza serve a verificare la correttezza delle rilevazioni
    effettuate sui gruppi di persone test, che per prime si sono sottoposte al dosaggio del medicinale, essa e’ praticata dalla comunita’ medica di tutto il mondo, che per mettere in commercio un farmaco internazionale, deve accettare questo passaggio.

    La farmacovigilanza si pone l’obiettivo di scovare e scoprire tutte le possibili reazioni avverse delle medicine, riesce a indagare sulla gravita’ e/o importanza degli effetti collaterali noti, valuta la qualita’ di un farmaco rispetto a un omologo, consente di prevedere eventuali patologie causate dall’uso del farmaco.

    Nel momento in cui l’utente finale trova che un farmaco puo’ aver causato un effetto collaterale che si nota, lo deve comunicare tempestivamente, per via del fatto che i fenomeni di reazione avversa devono essere valutati e devono essere considerati; questo processo serve a valutare anche l’interazione fra i diversi medicinali.

    La segnalazione delle reazioni avverse, piu’ queste sono gravi, piu’ ha potere, per cui e’ bene fare riferimento ai medici di base per analizzare gli episodi di effetti collaterali non segnalati nei foglietti informativi dei farmaci. Per fare questo verificando gli episodi di intolleranza esiste la possibilita’ di fare segnalazione aneddotica, a un medico, che si occupera’ dopo aver verificato i fatti di trasmettere il sapere alla comunita’ scientifica, e volontaria, chiedendo ai medici di indicare i sospetti di reazione avversa, anche dove non c’e’ stata una verifica dei fatti attraverso sperimentazione.

    Nei casi di assenza di segnale, il monitoraggio dei farmaci viene effettuato attraverso controlli e monitoraggi programmati.

    SCHEDA con legge ministeriale

    403

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciFarmacieNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI