Farmacovigilanza: arriva la RU-486

Farmacovigilanza: arriva la RU-486

In fatto di farmaci uno in particolare sta lasciando il paese in sospeso, sulla decisione di commercializzarlo o meno

da in Aborto, Farmaci, Malattie, Pillola del giorno dopo, RU-486
Ultimo aggiornamento:

    Ru486

    Ad affrontare il discorso è la giornalista di salute e medicina del Corriere della Sera Margherita de Bac, che spiega in che modo la Pillola RU-486 si sta affermando come farmaco anche in Italia e quali sono le implicazioni che il suo uso impone.

    Guido Rasi, alle domande della giornalista, in quanto direttore dell’AIFA (agenzia italiana del farmaco) conferma che non esiste in Italia una normativa che vieti l’introduzione di questo genere di farmaco, anche se il farmaco stesso al momento non è ancora commerciabile.

    In Italia la pasticca per interrompere le gravidanze arriverà nei prossimi mesi, dopo aver superato il vaglio dell’AIFA e dopo che ne sarà valutato il suo possibile impiego e smercio. Exelgyn ha pesentato in Italia la domanda per la vendita del farmaco, e attualmente non ci sono veri e propri limiti al commercio di questa pasticca.

    L’EMEA è l’agezia europea del farmaco, che ha autorizzato le agenzie locali a fare proposte in merito: dunque ora spetta agli stati europei decidere se adeguarsi o meno, eventualmente quando.

    Non ci sono ancora delle previsioni sull’esito di questo percorso tecnico, che deve essere ancora completato, in quanto non è ancora stato deciso nemmeno il costo del prodotto.

    Al momento non ci sono ipotesi per cui il farmaco possa essere venduto in farmacia solo previo ricetta medica, in quanto esso procura l’aborto, per cui va assunto in una struttura ospedaliera su consiglio e supervisione di un medico.


    Il farmaco
    potrebbe avere degli effetti collaterali che saranno il motivo per cui RU-486 entrerà nel programma di farmaco-vigilanza.

    Eventualmente nel momento dell’allarme il farmaco sarà ritirato e sospeso dal commercio.

    353

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbortoFarmaciMalattiePillola del giorno dopoRU-486
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI