Farmaci: valutare le interazioni con il computer

Farmaci: valutare le interazioni con il computer

Uno studio del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston ha messo in evidenza che usando software per la valutazione delle interazioni tra i farmaci è possibile ridurre le prescrizioni inappropriate per gli anziani

da in Anziani, Cure, Farmaci, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    prescrizioni farmaci

    Le prescrizioni di farmaci a volte possono risultare inappropriate. È il caso soprattutto di quelli prescritti agli anziani, i quali sono costretti spesso ad assumere una quantità elevata di medicine. Il medico deve essere in grado di valutare in modo efficiente le possibili interazioni tra farmaci, affinché si possa ricorrere a delle alternative in caso di necessità.

    Il problema delle interazioni pericolose tra i farmaci potrebbe essere risolto utilizzando negli ospedali dei software di ultima generazione capaci di valutare e segnalare le eventuali interazioni tra i medicinali, in modo da ridurre notevolmente i rischi per i pazienti. È questa la conclusione a cui è arrivata una ricerca portata avanti dal Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston. Lo studio ha permesso di verificare che mediante l’uso di specifici programmi per il computer le prescrizioni inappropriate di farmaci si riducono del 20%.

    I ricercatori hanno messo a punto un apposito software dedicato alle prescrizioni di farmaci per gli anziani. Il medico viene avvertito sulle interazioni e sulle alternative che potrebbe mettere in atto. Tra l’altro ha l’obbligo di motivare in forma scritta la sua decisione, nel caso in cui intenda procedere alla prescrizione nonostante gli avvertimenti.

    Tutto questo sistema ha consentito di migliorare nel complesso le prescrizioni mediche.

    Bisogna ricordare che un sistema del genere è applicabile per mezzo dell’uso delle cartelle cliniche informatizzate, per le quali, a differenza di altri Paesi, l’Italia è ancora in ritardo. I software che abbiamo per valutare le interazioni tra i farmaci si riferiscono solo alla schede tecniche e per questo spesso risultano troppo allarmistici e quindi non in grado di essere utilizzati in modo adeguato.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnzianiCureFarmaciNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI