Farmaci: preparati e studiati sui maschi

Farmaci: preparati e studiati sui maschi

Le donne sono più colpite, rispetto agli uomini, dai sintomi causati dai medicinali

da in Farmaci, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    farmaci testati sui maschi 150x140

    I farmaci sembrerebbero essere “costruiti” su misura per il sesso maschile, infatti le donne presenterebbero più effetti indesiderati, rispetto agli uomini. Questo è quanto fuoriesce dal meeting di Parigi, “Gender, Science e technology”, programmato dall’Onu e dall’Unesco per sottolineare i disagi della salute della donna. Il problema degli effetti negativi, che la maggior parte dei farmaci si presenta sulla donna, è stato messo in evidenza dalla dottoressa Flavia Franconi, docente del Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’Università di Sassari.

    Il problema, dipende dalla difficoltà nel fare studi ed esperimenti su cavie di sesso femminile, data la presenza del ciclo mestruale, che complica il lavoro e necessita l’inserimento di una serie di variabili. Questo vale sia nei primi studi ed esperimenti di laboratorio, sia per gli studi clinici eseguiti sui volontari. Infatti nelle prime fasi cliniche I e II, solo il 30% sono donne; mentre per le ultime fasi III, la percentuale tra uomo e donna si uguaglia, tranne che per alcune classi di farmaci (soprattutto cardiovascolari). I problemi, sulla scelta delle donne per gli studi clinici, riguardano sempre gli sfasamenti ormonali, sia per il ciclo mestruale sia per i farmaci anticoncezionali, che molte donne assumono.

    Inoltre anche il peso è una caratteristica discriminante per il sesso femminile. Infatti, gli studi vengono eseguiti su volontari con un peso intorno ai 70 Kg; molte donne non raggiungono tale peso. Ecco perchè il sesso femminile è il bersaglio maggiore per gli effetti indesiderati dei farmaci, rispetto agli uomini. La dottoressa Franconi sottolinea, l’esistenza di un “paradosso donna”: infatti vivono più a lungo rispetto agli uomini, ma si ammalano di più ed in media assumono più farmaci.

    336

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciIn Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI