NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Farmaci: nanotecnologie per le terapie del futuro

Farmaci: nanotecnologie per le terapie del futuro

Il futuro della medicina si basa sull'impiego delle nanotecnologie

da in Cellule, Farmaci, Medicina, Primo Piano, Proteine, Terapie Alternative
Ultimo aggiornamento:

    farmaci nanotecnologie

    Il futuro dei farmaci si basa sull’impiego delle nanotecnologie. Si tratta della tecnologia dei chip, che prevede l’uso di dispositivi piccolissimi, i quali possono svolgere un ruolo importante nell’ambito delle cure mediche. Bisogna tenere presente che il discorso non vale solo per il futuro. Le nanotecnologie esistono già, ma il loro utilizzo deve tenere conto dei passi della ricerca.

    Naturalmente non si tratta soltanto di una questione di dimensioni. I dispositivi nanotecnologici sono inferiori a un milionesimo di millimetro, ma presuppongono anche un approccio nettamente multidisciplinare, che unisce fisica, chimica, biologia, ingegneria e matematica.

    Progettare un dispositivo nanotecnologico da impiegare nelle terapie significa tenere conto delle sue specifiche proprietà. È essenziale arrivare a mettere a punto strutture in grado di trasportare il farmaco direttamente in quella parte dell’organismo che ne ha bisogno.

    Gli scienziati sono arrivati a comprendere che le particelle maggiormente in grado di effettuare questo trasporto sono quelle a forma di semi-noce di cocco. Esse sono realizzate in modo da riuscire a viaggiare facilmente nel circolo sanguigno e ad arrivare per esempio al tumore. Le particelle nanotecnologiche si legano poi alle membrane cellulari, entrano nelle cellule tumorali e liberano delle sostanze capaci di effetti terapeutici.

    Molto interessante è la possibilità di far giungere all’interno della cellula tumorale particelle con molecole siRna, ossia molecole di Rna in grado di interferire con l’espressione dei geni e quindi con il processo di produzione di proteine patologiche.

    299

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CelluleFarmaciMedicinaPrimo PianoProteineTerapie Alternative
    PIÙ POPOLARI