Farmaci: le sciocchezze di tanti vip anche in fatto di alimentazione

Farmaci: le sciocchezze di tanti vip anche in fatto di alimentazione

Il guaio è che molte di questi appunti nei confronti di alimentazione e farmaci giungono dalle cosiddette celebrità, col risultato che visto l’appeal che essi godono nei confronti della gente, i loro proclami finiscono col divenire, per certuni, sia chiaro, veri e propri allarmi sociali

da in Alimentazione, Farmaci, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Heather Mills

    Di fronte ai farmaci la criticità della gente a volte è persino eccessiva, sarà il fatto che spesso chi ha un atteggiamento particolarmente perplesso nei confronti di quelle che sono vere e proprie sostanze chimiche di sintesi lo fa perché sconosce i principi attivi e, soprattutto, il meccanismo d’azione di tali sostanze. Lo stesso atteggiamento a volte è rivolto alla stessa alimentazione a volte ritenuta troppo sofisticata al punto da nuocere alla salute.

    Il guaio è che molte di questi appunti nei confronti di alimentazione e farmaci giungono dalle cosiddette celebrità, col risultato che visto l’appeal che essi godono nei confronti della gente, i loro proclami finiscono col divenire, per certuni, sia chiaro, veri e propri allarmi sociali.

    Heather Mills, ad esempio, una modella vegana, senza alcun titolo per farlo, se non la normale libertà di parola e di pensiero che ognuno detiene, ha annunciato la sua castroneria consistente nella dichiarazione secondo la quale, “è un fatto che la carne ingerita rimanga nel colon per 40 anni, in putrefazione, provocando alla fine malattie mortali”. L’attrice di Bollywood Shilpa Shetty, invece, non beve bevande gassate perché “risucchiano via l’ossigeno dal corpo, disidratando la pelle e rendendola rugosa” .

    Un altro sproposito è quello dell’attore Roger Moore che ha ravvisato nel patè di fegato d’oca la fonte di gravi malattie quali l’artrite reumatoide, il diabete e il Morbo di Alzheimer; se l’ex James Bond l’ha fatto con l’intento di scoraggiare l’uso del patè di fegato d’oca, stante l’inutilità di questo cibo a fronte di sofferenze indicibili per questi animali, ha tutto il nostro plauso, altrimenti il senso della dichiarazione dell’attore nasce da un’ignoranza totale sull’origine delle malattie dallo stesso annunciate.

    Poi, ciliegina sulla torta, ecco l’attrice Suzane Somers, che ha improvvisamente realizzato che “la pillola contraccettiva non è sicura perché “ …. andiamo, come può essere sicuro assumere ogni giorno una sostanza chimica? E come può essere sicuro prendere qualcosa che impedisce l’ovulazione?”.

    A rilasciare queste “ pillole di saggezza “ da parte delle celebrità è l’Associazione britannica Sense About Sceince che ha raccolto le migliori chicche del 2009 da parte di personaggi famosi. Ad alcune di queste chicche hanno risposto gli esperti, come fatto dalla gastroenterologa Melita Gordon che ha risposto alla modella Mills che “le proteine della carne, come tutte le altre proteine, vengono digerite da enzimi e assorbite dall’intestino tenue prima ancora di arrivare al colon.

    Tutte le sostanze non digerite transitano nell’intestino nel giro al massimo di qualche giorno per poi essere espulse con le feci”.

    Stessa cosa ha fatto Ron Maughan, fisiologo alla Loughborough University, che tranquillizza invece tutti coloro che non sanno fare a meno di bevande addizionate di anidride carbonica: “Non hanno alcun effetto sui livelli di ossigeno dell’organismo”. E la dietista Lucy Jones, in forze al Whittington NHS Trust, chiarisce che nessun cibo, da solo, è in grado di causare malattie (o di guarirle). Durante la digestione, ogni cibo – dal foie gras alla crema di broccoli – è scomposto in singole componenti ed è l’equilibrio tra queste componenti a essere importante per la nostra salute, non l’alimento specifico da cui provengono. Come dire: è certo che mangiare paté tre volte al giorno faccia male, ma gustarne un po’ una volta ogni tanto non ha mai ucciso nessuno (a parte le oche, naturalmente).

    E, dulcis in fundo, cosa rispondere alla attrice Somers? Della cosa si è occupata L’ostetrica Susan Bewley ricorda che anche i nostri ormoni – come quelli contenuti nella pillola – sono sostanze chimiche, peraltro in grado, in particolari condizioni come l’allattamento, di sopprimere naturalmente l’ovulazione. La chimica Harriet Teare, invece, sottolinea che non è per forza un male assumere farmaci quotidianamente: molti farmaci salvavita devono essere presi ogni giorno, perché l’organismo li metabolizza e li espelle molto in fretta.

    716

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneFarmaciNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI