Farmaci: anche in vacanza meglio averli con sè

Farmaci: anche in vacanza meglio averli con sè

chi ha figli piccoli ben sa cosa siano, la normale Tachipirina, ad esempio, la stessa aspirina sono degli antipiretici, ovvero quei farmaci in grado di abbassare la febbre con effetto anche antinfiammatorio e antidolorifico

da in Antipiretici, Cortisone, Diarrea, Farmaci, In Evidenza, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    Vacanza

    Finalmente vi siete guadagnati il meritato riposo e ve ne andate in vacanza lasciando a casa ogni pensiero che potrà essere ripreso al vostro rientro. Ma attenzione, ovunque voi andiate, ancor di più se con voi vi sono bambini o anziani, sarebbe una buona regola portarvi la piccola scorta di farmaci, niente di trascendentale, s’intenda, a meno che non siate in cura per qualche patologia specifica che, ovviamente, dovrà essere curata anche in vacanza. La vostra cassetta del pronto soccorso invece servirà a darvi i quella serenità che, a volte, in mancanza di quel minimo di precauzione, perdiamo!

    Ma cosa dovrà contenere la vostra piccola cassetta di pronto soccorso

    Cominciamo con gli antipiretici, chi ha figli piccoli ben sa cosa siano, la normale Tachipirina, ad esempio, la stessa aspirina sono degli antipiretici, ovvero quei farmaci in grado di abbassare la febbre con effetto anche antinfiammatorio e antidolorifico. In vacanza non dovrebbero mai mancare, anche in assenza di bambini, un piccolo rialzo termico a causa di un colpo d’aria, un raffreddore improvviso possono trovare più facile soluzione con un antipiretico che magari nel luogo di villeggiatura è più difficile da reperire.

    Un analgesico da portarsi con sé è sicuramente una buona cosa, vero è che gli antipiretici svolgono, come detto, la stessa funzione, ma a volte c’è chi non trae grandi benefici dai due più comuni antipiretici e invece riesce a sedare forme di dolore non troppo impegnative da un qualsiasi fans che magari già conosce per averlo assunto. Un mal di denti improvviso, un lieve strappo muscolare, per le donne, i fastidi del ciclo mestruale, possono richiedere l’utilizzo di un analgesico.

    Un antidiarroico poi non deve mancare nella vostra cassettina, in vacanza non è raro che col caldo, con l’ingestione di cibi in quantità maggiori, di acqua o bevande fredde, si verifichino fastidiose diarree per lo più estive; tutte situazioni che, normalmente, si risolvono con un antidiarroico.

    Un farmaco contro il mal d’auto, la cosiddetta chinetosi, o il mal d’aria o di mare è necessario; ne soffrono per lo più i bambini ma non è escluso che possano essere anche gli adulti soggetti al fastidio. Meglio averlo con sé.

    Collirio, meglio portarlo con sé, in vacanza non si può mai sapere, un corpo estraneo che penetra nell’occhio, una lieve congiuntivite sono situazioni che si risolvono spesso con un buon collirio; attenzione alla scadenza, solitamente corrisponde a qualche giorno dall’apertura della confezione, indipendentemente dalla scadenza riportata sulla confezione che si riferisce al prodotto integro.


    Poi vi sono questi altri farmaci che conviene avere con se, un antibiotico a largo spettro d’azione, antistaminici ed un cortisonico per gli allergici
    • un prodotto repellente contro le zanzare ed altri insetti
    • una crema antiscottature
    • un Kit da pronto soccorso con cerotti, disinfettante, qualche siringa sterile e l’occorrente per una pronta medicazione
    • un termometro, sali per la reidratazione e fermenti lattici
    • una pomata contro ematomi e distorsioni

    Per alcuni tipi di vacanza può inoltre essere utile l’amuchina in gel e uno spray disinfettante. Chi invece soffre di malattie croniche, deve portare una scorta di farmaci sufficienti ad affrontare il periodo di vacanza ed una prescrizione medica in cui si specificano le quantità di principio attivo contenuto nel prodotto.

    Ovvio che i farmaci che si portano in vacanza devono essere conosciuti perché magari in passato prescritti dal proprio medico curante. Tuttavia, non avventuratevi con terapie nuove e farmaci sconosciuti e soprattutto evitate di dare interpretazioni a dei sintomi che vi si dovessero presentare, facendovi da soli diagnosi e prescrizione. Anche in vacanza esistono gli ospedali, i pronto soccorso e le guardie mediche turistiche, meglio chiedere consiglio ai medici che vi lavorano o se possibile, al vostro medico se è ancora possibile raggiungerlo telefonicamente. Ultima cosa, sconsigliamo vivamente il siero antivipera, meglio precipitarsi ad un Pronto Soccorso in caso di morso di serpende e gestire lì la cosa, il rischio di uno shock anafilattico con questo siero non è per nulla remoto, mentre le possibilità di risolvere il problema con tale presidio sono abbastanza basse!

    830

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntipireticiCortisoneDiarreaFarmaciIn EvidenzaMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI