Fame notturna: 7 rimedi naturali e consigli per resistere agli attacchi

Fame notturna: 7 rimedi naturali e consigli per resistere agli attacchi
da in Alimentazione, Rimedi naturali, Sonno, fame-nervosa
Ultimo aggiornamento: Lunedì 01/02/2016 14:54

    Fame notturna

    La fame notturna, chiamata anche la sindrome dell’alimentazione notturna, è uno dei disturbi del comportamento alimentare, ed è quel desiderio incontrollato di cibo che colpisce nelle ore notturne. Questo comportamento è una forma di disagio psicologico difficilmente gestibile che fa male alla linea dato che, soprattutto dopo le 22.00, il metabolismo è quasi azzerato, e tutte le calorie assunte vengono assimilate.

    Seguire un'alimentazione soddisfacente ed equilibrata

    Per combattere la fame notturna bisogna seguire una alimentazione equilibrata ricercando una sana sazietà durante i pasti della giornata, dalla colazione alla cena. E’ fondamentale quindi evitare l’eccesso di cibo perchè spesso non placa la fame e la aumenta. Allo stesso modo, non va mangiato troppo poco e non vanno saltati i pasti, perchè è facile che l’istinto porti a sfogare la fame quando scende il buio.

    Mantenere in equilibrio i livelli di serotonina

    Alcuni studi hanno rilevato che gli attacchi di fame notturni possono dipendere da squilibri della serotonina, un neurotrasmettitore che regola la sensazione di calma e aggressività, di fame e sazietà, ecc. Quando i livelli di serotonina scendono sotto il punto ottimale, sale la voglia di mangiare. E’ quindi consigliabile introdurre nell’alimentazione giornaliera i cibi che stabilizzano i livelli di serotonina, come i carboidrati complessi quali pasta e riso.

    Mangiare poco ma spesso

    Per tenere a bada la fame notturna è consigliabile mangiare poco e spesso, suddividendo la quantità di cibo da assumere nella giornata, in 5 pasti, mangiando quindi ogni 5 ore, e non saltare mai la prima colazione. Queste strategie ci aiuteranno a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, evitando gli attacchi di fame inaspettati.

    Cereali a cena

    Una cena ricca di cereali è uno dei modi migliori per tenere a bada la fame notturna. Le fibre contenute nei cereali danno una sensazione di sazietà ed aiutano anche a mantenere stabili i livelli di zucchero per un periodo di tempo lungo. Tra gli alimenti da scegliere ci sono i fagioli, il pane integrale e la frutta in generale.

    Frutta fresca e frutta secca

    Il consumo soprattutto di alcune varietà di frutta può aiutare a placare il problema della fame notturna. Le ciliege perchè sono ricchissime di melatonina, una sostanza che favorisce il riposo notturno e migliora la qualità del sonno, e le banane perchè sono ricche di potassio e magnesio che stimolano la sensazione di sazietà. Un aiuto anche dalla frutta secca, in particolar modo le mandorle anch’esse ricche di magnesio.

    Bere tisane

    Uno dei rimedi per ovviare alla fame notturna è bere e non mangiare. Meglio ancora, bere tisane preparate con piante anti attacchi di fame. Via libera alle tisane alla melissa, al tarassaco, al ginepro, alla gramigna, al tiglio, all’angelica, alla passiflora, alla camomilla, alla rodiola, all’agnocasto e ai fiori d’arancio.

    Scegliere i cibi salutari

    Se non si riesce a bloccare l’impulso notturno della fame, si può cercare di contenere il problema scegliendo almeno di mangiare dei cibi salutari e non la prima cosa che troviamo nel frigo. Una scelta corretta potrebbe essere un frutto, perchè sazia, è digeribile e non appesantisce lo stomaco. E per evitare tentazioni riempite la cucina di cibi sani a basso contenuto calorico, come popcorn o ghiaccioli alla frutta.

    933

    LEGGI ANCHE