Extrasistoli: cosa sono, perchè si presentano, come si curano

Extrasistoli: cosa sono, perchè si presentano, come si curano

extrasistoli

Non c’è cosa peggiore delle extrasistoli, nel senso che non c’è cosa che più allarmi chi ne soffra, soprattutto quando questo accade d’improvviso in soggetti sani e spesso giovani. Ne deriva che di fronte ad un periodo in cui una persona avverte tali accadimenti per giorni, l’unico consiglio utile da darsi è quello di rivolgersi al proprio medico che predisporrà quasi sicuramente una visita cardiologica accompagnata da elettrocardiogramma per essere sicuro che alla base dell’extrasistole non vi sia una patologia cardiaca in atto.

Tuttavia, soprattutto nei soggetti giovani e nelle stagioni più calde dell’anno, l’extrasistole è un fenomeno abbastanza frequente. Anche in questo caso non significa che il giovane sia esentato da una visita cardiologica anch’esso, l’eventualità di una patologia cardiaca, sia pure rara, non è per nulla impossibile e dunque può colpire anche il soggetto giovane ed in apparente buona salute, ma il più delle volte il sintomo è innocente, più benigno di quello che a prima vista può sembrare.

Cosa è l’extrasistole

Cominciamo col dire che la singola extrasistole è determinata dalla contrazione prematura del battito cardiaco che, con una sorta di effetto domino, coinvolge anche i successivi battiti. Vi può essere una o due extrasistole seguita/e da un battito cardiaco regolare fino al ripresentarsi della situazione, oppure tutta una serie continua di extrasistoli di lunga durata che si definiscono “treni d’onda“. Tali alterati meccanismi vengono interpretati dal soggetto con sgomento e panico che il più delle volte finiscono con l’aggravare la situazione.

In effetti la sensazione avvertita da un soggetto in preda a delle extrasistoli è sicuramente suggestiva ed allarmante, visto che l’impressione che se ne trae è quella di un cuore che pare fermarsi da un momento all’altro, ma che poi ricomincia a battere con un colpo secco e quasi soffocato per poi riprendere a contrarsi regolarmente e subito dopo pare interrompersi per qualche secondo. Tale lasso di tempo è ovviamente vissuto con angoscia dal paziente.

In effetti il cuore non si ferma, come è ovvio che sia, ma chi vive quei momenti non potendo interpretare l’epilogo del sintomo va incontro ad ansia e, sovente a vere e proprie sudorazioni. Quando le exstrasitoli sono benigne sono localizzate in posizione sopra ventricolari, quando si localizzano invece a carico dei ventricoli possono essere la spia di una malattia cardiaca insorta che va sempre indagata. Poiché il soggetto che ne soffre non è in grado di stabilire l’esatta localizzazione di queste anomalie, dovrà essere il medico ad individuare l’origine dei sintomi, soprattutto assistito in ciò dal comune E.C.G.

Poiché esiste una spiegazione delle extrasistoli cosiddette benigne, occorre ricordare che per lo più queste si verificano in soggetti sani che, ad esempio, soprattutto d’estate abbiano perso quantità importanti di potassio, un sale minerale che partecipa a regolare la pompa cardiaca il cui funzionamento è affidato anche ad un altro sale, il sodio. Ciò spiega l’esigenza per gli sportivi di integrare con liquidi energetici i loro sforzi, visto che il potassio si perde in larga parte con il sudore.

Ma anche il fumo di sigaretta, lo stress, l’abuso di caffè, l’ansia, alcuni farmaci, oppure in corso di malattie infettive, soprattutto quando il paziente ha sofferto di episodi febbrili di lunga durata, sono tutti fenomeni che partecipano alla formazione delle extrasistoli. Ne deriva che nelle forme benigne, assodato che di questo si tratti, il paziente andrà curato allontanando quei fattori che causano il problema, oppure integrando con l’alimentazione o con gli integratori le perdite di sali minerali. In certi casi, soprattutto in concomitanza con periodi di stress, il medico potrà anche prevedere la somministrazione di ansiolitici in grado di controllare l’ansia e dunque prevenire le extrasistoli.

Nelle forme più impegnative, a giudizio del medico, pur trovandoci di fronte ad extrasistoli benigne, si potrà prevedere l’utilizzo di farmaci antiaritmici che riportano quasi sempre il tutto alla normalità. Spesso proprio la consapevolezza che di un fenomeno benigno si tratta, fa passare nel paziente la frequenza degli attacchi o lo abitua a conviverci, soprattutto quando le extrasistoli sono episodiche e di breve durata.

778

Leggi anche:Le malattie della pelle del gatto: quali sono, i sintomi e come si curanoMalattie della pelle che causano prurito: quali sono e come si curano [FOTO]Pronto soccorso pediatrico: in aumento i ricorsi, ecco perchèIn aumento il numero di suicidi a causa della crisi economica: ecco perchè

Segui Tanta Salute

Ven 05/02/2010 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Alessandra Cerri
Alessandra Cerri 8 luglio 2010 09:19

Mi chiamo Alessandra ho 45 anni non ho mai fumato non bevo alcolici (sono astemia) non ho mai preso caffe’ ( non mi piace) E’ da novembre 2009 che ho le extrasistole bigemine continue ho fatto tutti gli accertamenti e il cardiologo mi ha detto che è tutto a posto e mi ha dato il congescor (betabloccante) ma senza risultato associato a delle gocce di Alprazolam. Purtroppo queste non mi sono mai smesse ma anzi sono aumentate. Mi è stato dato l’ Almaritm al posto del congescor ma oltre a non farmi niente mi faceva gonfiare la gola e il naso non riuscendo piu a respirare ( ho dovuto smetterlo subito) . Le extrasistole sono aumentate sempre di piu e il 27 maggio ho fatto un holter di controllo risultato: battiti sopraventricolari 325 singoli e 152 coppie , battiti ventricolari 1369 singoli 50 coppie , per un totale di 2123 extrasistole nelle 24 ore. Frequenza cardiaca minima 42 e max 78. Risposta: Extrasistole sopraventircolare isolate ed in coppia a bassa incidenza, Extrasistole ventricolari isolate monofocali ad elevata incidenza, numerose coppie. Premetto che ho fatto anche l elettrocardiogramma da sforzo ed è risultato negativo nemmeno una extrasistole. L’ecocardiocolor doppler: apparati normali, spessori parietali normali, Minima insufficienza tricuspidale. pressione sistolica polmonare normale. Adesso la cardiologa mi ha dato il Rytmonotm 325 1cp x2 più ansiolitico. Il rytmonorm funziona ma alle volte i miei battiti sono lenti e impercettbili e vado come in apnea, e non riesco più a sentire il sapore del cibo che sembra tutto amaro come il veleno. Vorrei sapere se questa cura non mi creerà problemi al cuore visto che a detta della dottoressa il mio è un cuore sano e soprattutto se questa cura che sto facendo la posso interrompere senza problemi anche tra qualche mese. Grazie ! :)

Rispondi Segnala abuso
Anna 31 luglio 2010 17:21

cara alessandra come ti capisco! io ho 28 anni e convivo con le exstasistole da 4 anni, ho visto che facendo l’holter ne hai avuta addirittura 2123 cavolo! io sono molto impaurita perchè ho letto che se sono frequenti possono essere dannose, ma cosa si intende per frequenti? a me ad esempio mi vengono la notte, la mattina e il pomeriggio, ma non riesco a contarle perchè mi succede per 3 minuti, poi per 15 minuti sto tranquilla e poi di nuovo e cosi’, a volte tutto il pomeriggio. sono davvero stanca! a te succede pure così?

Segnala abuso
Costantino 27 ottobre 2011 19:56

Salve mi chiamo Costantino ho 36 ani da 6 anni sofro di extrasistoli mi spaventano da morire , morire ho fatto holter e niente mianno beccate solo 17 , finisco quasi sempre in pronto socorso per le estrasistoli , mi sta rovinando la vita apuntamenti cose varii . La mia paura e che si po fermare il cuore. grazie e saluti a tutti.

Segnala abuso
Enzo 12 febbraio 2012 14:18

Io ho exstrasistoli continue tutto il giorno. Ho fatto gli accertamenti ecocardiogramma, Holter , elettrocardiogramma e ne sono risultate 1600Ilò cardiologo ha voluto farmi fare una gastroscopia ed è risultato reflusso gastroesofageo e ernia iatale. Ma le mie exstrasistoli sono continue tutto il giorno. Di notte credo di non averne, almeno. Io non credo che il reflusso e l’ernia possano far sentire exstrasistoli tutto il giorno. Sono convinto che sia più una malattia cardiaca.

Segnala abuso
5 agosto 2010 18:51

ho 44 ed ho le extrassitole da novembre 2009 prima rare poi verso aprile continue e insopportabili anch’io ho fatto e.c.g. ma senza alcun risultato “tutto bene il cuore è sano” ma le ex.. sono sempre lì. ho parlato con diveri medici no cardiologi e tutti mi hanno detto che sono dovute al reflusso gastrigo esofageo arrichito da ansia comune di tutti giorni ebbene sto curando questo reflusso e le ex.. sono diminuite. il mio consiglio: accertato che il cuore è apposto andate dal medico curante per una cura giusta gli ansiolitici rimbambiscono soltanto anzi producono più acidità.

Rispondi Segnala abuso
17 luglio 2011 19:01

ragazzi sono una di voi che da anni dico anni circa 15 soffro di exstrasistolie continue davvero no ne posso proprio più ho girato un’infinità di cardiologi ,tutti la stessa cosa non ha nulla ,ma intanto i sintonmi ci sono e mi rendono la vita un inferno ….ciao rossella

Segnala abuso
Emanuele 18 agosto 2010 19:01

non capisco se soffro di extrasistoli o altro i tonfi al cuore o al medio torace mi succedono subito dopo mangiato o bevuto in tempi diversi e principamenteal pomerriggio questo in ora periodo o fatto diverse ecg tutti regolari ma che mi sta succedento

Rispondi Segnala abuso
Gabriella Moro
Gabriella Moro 21 agosto 2010 14:46

salve a tutti….sono ormai 3 anni che convivo con le extrasistoli…pero passato il periodo estivo mi passano..ora le tengo un po’ piu’ lente con lo xanax e lo sandoz, che serve per rallentare i battiti cardiaci..sono una che mi piace correre e quando corro mi sembra di essere un altra xke’ sto’ bene,il cuore funziona a meraviglia e nn le sento piu’ per un po’..ma loro nn mi abbandonano mai xke’ sul piu’ bello,quando ormai nn me lo ricordavo piu’ si fanno sentire…cmq una cosa e’ piu’ che certa,di extrasistole nn si muore..il consiglio che vim do’ andate a divertirvi il piu’ che potete che aiuta a dimenticarle..ciao

Segnala abuso
Mary 27 agosto 2010 18:03

Ciao, mi chiamo Mariangela ed ho 24 anni, purtroppo come tanti soffro anch’io da circa 3 anni di extrasistoli,nn è ho mai soffero prima, il primo episodio l’ho avuto in seguto a 3 caffè presi nell’arco di 2 ore…dp quell’episodio le ho sempre avute,l’anno scorso appena finito di lavore mi sono durate x un ora, nn vi dico tremavo cm una foglia, un panico assurdo!! Io penso che chi nn le ha nn può capire cosa significa…

Rispondi Segnala abuso
3 aprile 2011 16:25

ciao mary anche io soffro d questo problema da circa neanche un mese cerco d stare tranquilla anche perchè ho 2 bimbe e lo voglio fare per loro ma siamo certe che nn si muore io ho tanta paura

Segnala abuso
gina
Gina 22 luglio 2011 23:06

ciao anche io soffro di queste maledette,soffro da quando avevo 11 anni ma da tre anni mi danno il tormento ,ho fatto holter ecocolor ecg e ecg da sforzo tutto ok le hanno viste ma dicono non c ‘e’ niente e per alleviare mi ha dato un betabloccante io pero’ sono molto ansiosa forse per queste extra e prendo anche lexotan cmq sono allo sfinimento non passano anzi ora ogni tanto mi durano per 10 -30 sec ma di continuo e credo di morire e poi non riesco piu’ a vivere a fare le cose di prima e poi ho una bambina e non voglio essere cosiì aiutooooooooo nessuno ha consigli ???

Segnala abuso
Enza 16 giugno 2013 00:08

ciao a tutti mi chiamo Enza ed o 41 anni io a da circa 12 anni che soffro di Exstrasistoli e vi giuro nn ne posso piu o fatto piu di 1000 visite in Cardialogi deverssi ma tutti la stessa cosa che sono causati da l’ansia ma io non so se l’ansia incide fino a questo punto x che li o pure quando nn sono ansiosa e vi giuro che mi sento morire allora li mi subentra l’ansia gli attacchi di panico e dove vado in ospedale fanno e.c.g e me ne mandano a casa caso vuole che quando sono li non ne o Maaaaaaaaaaa arrivo a casa e ritornano COMUNQUE sai che vi dicoche nemmeno l’oro sanno da dove vengono gli Exstrasistoli x che non so più che pensare fatto sta che li abbiamo e c’è li teniamo e non sappiamo x che li abbiamo

Segnala abuso
Alberto 13 settembre 2010 22:26

Ciao sono alberto ho 42 anni e la prima extrasistole l’ho avuta a 19. Panico totale e vita da cardiopatico per almeno 15 anni, ho abbandonato il calcio e non ho praticato più nessuno sport fino a quando mi sono deciso ad andare da una psicologa, però ormai gli anni più belli della mia vita me li ero giocati fra ansie e paure di infarti. Ora vivo meglio, ma le extasistole mi accompagnano ancora. quando non riesco a sopportarle prendo un quarto di compressa di concor da 10 mg per qualche giorno poi sono costretto ad interrompere perchè la pressione si abbassa ed inizio a sbandare. Di extrasistole non si morirà, però ti cambiano la vita ( almeno a me ). Fa “piacere” avere tanti compagni di disavventura. ciao a tutti.

Rispondi Segnala abuso
Gaetano ciocia 25 ottobre 2010 13:44

ho 49 anni mi chiamo Gaetano e la primissima e forte extrasistole l’ho avvertita all’eta’ di 18 anni e pur avendo un cuore quasi sano(ho emiblocco di branca destra da quando sono nato e una gravissima spondilite anchilosante con picchi altissimi di VES che so fa ammalare piu’ di qualsiasi altra cosa il cuore) mentre il professore di storia e filosofia spiegava.Non vi dico il panico totale e la paura dell’infarto avevo solo 18 anni ed ora che ne ho 49 non vivo piu’.Ho smesso anzitempo la palestra che era cosi’ efficace per la mia spondilite anchilosante:ripeto per questi extra sistoli non vivo piu’.Prendevo l’isoptin perche’ ho un po’ di asma bronchiale e quindi non posso prendere i betabloccanti ma nulla sono ricomparse in maniera violenta piu’ di prima.L’8 nov.andro’ a fare l’holter e vedremo.Ma qual’è il farmaco ideale per tachicardia ed extrasistoli?Sinceramente ringrazio chi puo’ aiutarmi a trovare il farmaco giusto.Sono veramente depresso.

Segnala abuso
7 febbraio 2011 20:21

senti ma come hai fatto a convivere tutti questi anni con le extrasistoli???io le ho spesso mi danno un fastidio enorme,ma hai hiesto al uo cardiologo se puoi fare un ablazione???ciao gabriele

Segnala abuso
Mariangela Mariangela
Mariangela Mariangela 21 settembre 2010 09:37

Mi sono sempre chiesta x quale motivo nn avendone mai sofferto, e all’improvviso da un momento all’altro ti senti come morire!! Perchè con ognuno che ne parlo mi prendono x matta… Stò malissimo perchè prima nn avevo paura di nulla, ora basta un battito di questi e a camiare il mio umore e tanti lati bellissimi del mio carattere.

Rispondi Segnala abuso
22 novembre 2010 09:27

davvero ti cambiano proprio l’umore!!!

Segnala abuso
Valentina 1 dicembre 2010 23:42

Ciao Mariangela,no non sei matta…e’ che chi non ha mai sofferto di queste cose NON ci puo’ capire.Sicuramente questi tuoi episodi saranno accompagnati da attacchi di panico,la sensazione di “morte imminente” e’ tipica di queste cose,almeno a me e’ successo cosi’.Ricorda che tutto vuol dire qualcosa e forse e’ ora di ASCOLTARSI di piu’.Tranquillizzati con una buona visita.Un abbraccio

Segnala abuso
IOLE
IOLE 3 aprile 2011 19:43

purtroppo sono cose che non avvisano prima…, ma quanto si vive male e quanta paura !!! però leggendo tante lettere mi sono quasi convinta che non si muore di extrasistoli e a quella mammina che ha paura di non invecchiare col marito che adora.., le dico che invecchierà con lui…eccome!!! io sono almeno 30 anni che le ho: a volte si assemntano per anni…, a volte sono continue ogni giorno e più volte al giorno. Io non prendo xanas, ma un altro ansiolitico, che è l’unica medicina che ti fa sentire meglio. tanti auguri !!! :-)

Segnala abuso
Paolo 5 dicembre 2011 08:22

ciao ragazi mi chiamo paolo ho 46 anni da 5 anni soffro di exstrassistole allinizio nemeno sapevo cosa era quel nodo alla gola poi un giorno misurandomi la pressione sento il cuore che si fermava per un secondo li inizio a aver paura andavo avanti e indietro tra camera e cucina pensavo ecco è la mia ora ,cavolo cosa faccio perche cosi presto tt domande che uno si fa ,mi rego dal medico di famiglia gli faccio presente del fatto mi fa una visitina poi mi dice sorridendo non e nulla paolo si chiamano ex….. fino a che ce ne sono due non sucede nulla .oggi in un minuto possono arrivare anche a 3 o 4 exx al minuto sono uno che soffro anche di ansia e panico pulyroppo ma ho smesso di andare sia al pronto soccorso che dal medico di famiglia anche perche dal momento che sanno che sei un ansiolitico pare non darti piu retta come dire so tt cose che se li fa venire lui ma in realta non a nulla .io farei provare un po di ansia e panico a questi poi vediamo dopo cosa pensano comunque adesso è una settimana che gli exstrassistoli non mi lasciano in pace la mattina meno ma il pomeriggio sono piu frequenti sono un po preoccupato ma non piu di tantto almeno cerco di non proccuparmi ,ho chiesto se ci sono cure ,tt mi hanno detto io non so che dire qui legendo ho visto che prendete qualcosa per almeno diminuirle va be la vita ci riserva delle cose che mai e poi mai uno pensa di avere . un saluto a tt ciao

Segnala abuso
Cesidio 11 ottobre 2010 11:45

ciao mi chiamo cesidio ed ho 28 anni ,sono 13 anni che soffro di extrasistole e ogni volta che mi vengono mi si rovina la giornata.. ho fatto tantissimi ecg e qualche eco e per fortuna niente di patologico.. sembra che mi si ferma il cuore.. come devo fare ? ciao a tutti..

Rispondi Segnala abuso
Cesidio 11 ottobre 2010 11:45

ciao mi chiamo cesidio ed ho 28 anni ,sono 13 anni che soffro di extrasistole e ogni volta che mi vengono mi si rovina la giornata.. ho fatto tantissimi ecg e qualche eco e per fortuna niente di patologico.. sembra che mi si ferma il cuore.. come devo fare ? ciao a tutti..

Rispondi Segnala abuso
Giovanni 68 11 ottobre 2010 23:38

mi chiamo giovanni e ho 42 anni e’ da quando avevo otto dieci anni che soffro di extrasistole ne soffro quasi tutti i giorni per molte ore,tanti e c g ed eco tutti negativi,quando vengono ho sempre paura dell’infarto accompagnata con un perenne stato d’ansia,il bello e’ che nessuno ti crede,tranne voi che ne soffrite ovviamente. In bocca al lupo a tutti…

Rispondi Segnala abuso
Rosy 22 giugno 2011 21:22

vero nn capiscono come ti senti ,a me sembra di morire ………gia soffro di ansia e prendo lexotan,quindi immaginate!

Segnala abuso
Francesco 26 ottobre 2010 13:41

Cari compagni di extrasistole, anche io ne soffro. Mi compaiono quasi sempre sotto sforzo e a volte anche se sto fermo a leggere un libro.Il cuore dopo tutti gli esami che ho fatto, sembra ok.
Ma quello che mi limita la vita di tutti i giorni è una stanchezza e affaticabiltà perenne.A voi capita lo stesso?

Rispondi Segnala abuso
Lucio 26 ottobre 2010 16:25

Ciao a tutti. Sono Lucio, 52 (quasi)anni. Non ho mai dato peso in passato al cuore “matto” come lo chiamo io. Ho sempre ritenuto che fossi un tipo emozionabile e quindi fosse normale che, in presenza di situazioni “diverse”, il mio cuoricino facesse “il cavallo”. Ora però sono stressato da un problema sul lavoro (diciamo che rischio fortemente di perderlo…) e ci sono stati momenti in cui mi sembrava che il cuore volesse uscire dal petto ! Ho fatto una miriade di esami. Diagnosi: Extrasistolia/Aritmia diffusa di non definibile causa…..(16.000 extsist. / in un giorno !)Ho fatto perfino una ANGIO TAC CORONARICA, nessun problema. Da 5 gg. ho chiuso con il fumo e già va meglio. Credo che lo stress, che mi faceva aumentare il consumo di digarette, sia la causa maggiore. Per ora non voglio assumere “beta bloccanti”. Tra qualche mese rifarò un ECG e vedremo come va ….. Io comunque mi sono fatto una personale valutazione. Ci sono soggetti, come me, come chi in generale soffre di questo disturbo, che sono più sensibili e / o timidi di altri e, anche se in apparenza sembriamo normali, ci portiamo “dentro” una marea di emotività, ripensamenti, preoccupazioni e anche senza rendercene conto (anzi, sopratutto…) “metabolizziamo” internamente e, a lungo andare, ci ritroviamo a fare i conti con il nostro cuore …… Cosa ne pensate ?

Rispondi Segnala abuso
Leo 23 dicembre 2010 21:22

penso che la tua riflessione sia giusta…io sono sportivo moderatamente, ho 46 anni e un cuore sano e normale…da qualche tempo mi capita che un giorno qualsiasi, mi svegli con le extrasistole… ho chiamato il mio cardiologo che anche un caro amico e mi conosce bene e sempre mi ha detto di non preoccuparmi, una volta ho anche eseguito una visita cardiologica con ecg in pronto soccorso ed anche qui mi hanno detto di non preoccuparmi…la mia idea è che lo stress e i pensieri troppo insistenti, ossessionanti, come il lavoro ed altri problemi simili, portino a somatizzare in questo modo. franbcamente sto cercando di non dare troppo peso alla cosa. anche se a volte mi lascio prendere dal panico.

Segnala abuso
Kira54 5 gennaio 2011 12:44

salve sono rosa soffro di exstrasistoli da 40 anni , ne ho 56, mi fanno stare malissimo ne ho circa 3000 al giorno,mi prendono x matta x i medici non è nulla di importante il cuore è sano,ma io? sono andata in depressione e credo che non si può vivere così,non so quanto reggo ancora ma la vita non ha più senso,faccio vivere male ki mi sta vicino, e sono stanca, vi capisco, fatevi forti,

Segnala abuso
Alessandra 3 ottobre 2011 22:42

michiamo Alessandraho 46 anni.come qualcuno di voi ha detto,credo che le persone molto emotive ne soffrano molto .Io ho sofferto di attacchi di panioco e tachicardia molte volte e come sapete miei cari compagni è terribile…hai sempre paura che ritornino.ho fatto molti controlli però credo che la cosa più importante sia la serenità interiore,ed essere un pò’superficiali’ .Si credo anzi sono giunta alla conclusione che questo sia il maledelle personesensibili ed emozionali …Io personalmente mi aiuto con ansiolitici e betabloccanti ma nei periodi di forte stress????ragazzi sono sempre in agguato …eche dobbiamo fare”’???

Segnala abuso
Emilio Poloni 27 luglio 2012 12:29

Ciao Lucio, ho 32 anni e ho le extrasistole da 7 anni. Non sono convinto che la tua idea sia giusta o per lo meno non lo e’ nel mio caso. Io per esempio non mi reputo una persona timida e nemmeno sensibile, anzi forse un po’ piu’ di sensibilita’ mi farebbe sicuramente bene, e se ripenso al periodo nel quale sono iniziate le ex, era un momento felice e bello della mia vita. penso di aver continuato ad averle per piu’ di un anno o forse 2 prima di rendermi anche conto di quello che realmente fossero; mi ricordo che sentivo questo nodo in gola, ma ero talmente lontano dal pensare che potesse essere un problema cardiaco (a 25 anni io non avevo paura di niente) che nemmeno ci facevo caso, anzi quella sensazione mi piaceva…poi col tempo ho capito quello che avevo ed ho avuto un periodo di ansia (anche legato all’ipertensione arteriosa). Quando poi ho trovato la giusta cura per l’ipertensione, l’ansia e’ sparita, le ex rimaste ed io continuo la mia vita normalmente, pur dovendone sopportare 2-300 al giorno…Io credo che non si possa fare molto, meglio cercare di godersi la vita, lavorare, divertirsi…e un in bocca al lupo a tutti per una vita lunga e serena!!!

Segnala abuso
Maurizio 3 ottobre 2014 21:53

salve mi chiamo Maurizio di lecce soffro di exstrasistole da quando avevo 15 anni io e mio fratello.il problema è, eliminare l, ansia pensando positivo senza panico quando succedono. prendete un leggero ansiolitico o beta bloccante di ultima generazione non posso pubblicizzare vi do un indizio nebi……..doc poi incominciate a non aver paura uscite e reagite incominciate a fare un po’ di corsa pian piano e sottoponete il vostro cuore ad un po’ di sforzo eliminando l, adrenalina cattiva così si può acquistare la fiducia del vostro cuore che certo siete convinti di essere malati ma non e così ve lo assicuro sé no non saremmo qui. mettetevi bene in testa più pensate più ne vengono lo sport e la cura ve lo assicuro non vi fissate con le sistole tanto diminuiranno ma non spariranno . provate se come me sono sopra ventricolari di tipo atriale . Dimenticate tutto e non fate troppi controlli solo i necessari per assicurarsi che ci si può allenare. Auguri a tutti e fate delle exstrasistole un vostro amico arrivate al punto di accettarle e quando riuscirete a dimenticare con la mente impegnata ad un altra parte spariranno a ma e successo così.in questo periodo ho scoperto il diabete ed ecco qua che sono ricomparse . che significa ,che non sto tranquillo con me stesso. ho paura di tutto ma loro vanno e vengono anche con pause ma il cuore non si ferma non fissatevi chiaro e solo una pausa .pensate quante ne ho avute io ora ho 50 anni se mi dovessi stancare . a volte succede ma reagite non siete malati e solo una fissa cambiate stile e modo di pensare ciao

Segnala abuso
SANTA 5 novembre 2010 22:09

Ciao a tutti, anch’io convivo con una extrasiatolia sopraventricolare e ventricolare frequente. Premesso che ,effettuavo sport agonistico fino all’estate con un età di 66 anni. Dopo visite accurate mi hanno imposto una terapia di rytmodan retard 250 e mi hanno vietato di andare in bicicletta!
Vorrei chiedervi se avrò in futuro la posibilità di tornare in bicicletta a livello non agostico bensì amatoriale?
Grazie per il vostro tempo e vi invio un saluto sincero.

Rispondi Segnala abuso
GIOVANNA 7 novembre 2010 10:45

CIAO A TUTTI. MI CHIAMO GIOVANNA.
SONO ANCHE IO NEL CLUB DEGLI EXTRASTITOLATI (SPERO SI DICA COSI’).
ORAMAI MI SONO ABITUATA A CONVIVERCI, NON VI DICO LE PRIME VOLTE….ERA UN ANDARERIVIENI DAL PRONTO SOCCORSO. MI IMBOTTIVANO DI GOCCE E NULLA DI PIU.
OVVIAMENTE SONO IN CURA DA UN CARDIOLOGO, HO LE VALVOLINE CHE NON SONO DEL TUTTO A POSTO, MA , DOPO TUTTI GLI ESAMI POSSIBILI E IMMAGINABILI, LE EXTRASISTOLE NON DIPENDONO DA QUELLO.
FORTUNATAMENTE HO DEI PERIODI IN CUI NON LE SENTO QUASI MAI.
OGGI, PER ESEMPIO, CONTINUANO AD ESSERCI…..MA NON MI ROVINERANNO LA GIORNATA. CONTINUO A FARE TUTTO SENZA FARCI CASO.
DI GIORNATE ME NE HANNO GIA ROVINATE TANTE…QUINDI ORA SONO IO LA PIU FORTE!!!!! VOGLIONO ESSERCI? CHE STIANO LI. STATE TRANQUILLI AMICI . UN ABBRACCIO….

Rispondi Segnala abuso
Patrizia 17 maggio 2011 20:35

Ciao Giovanna, sono d’accordo con te, anch’io ho iniziato ad avere le extrasistole 4 anni fà e all’inizio ho fatto tanti accertamenti cardiologici, ma tutto apposto, non ho fatto la gastroscopia, forse si tratta di un riflusso gastroesofageo, ma poco importa, anche se si presentano ogni giorno, ormai, ho imparato ad accettarle e vivo serenamente la mia vita!
Un abbraccio a tutti e non abbiate paura di extrasistole si può convivere!

Segnala abuso
Giacomo 8 marzo 2012 20:48

ciao ho gli stessi problemi tuoi ci possiamo sentire ho msn shype facebook fammi sapere

Segnala abuso
Abelia 7 novembre 2010 19:40

Anch’io sofro di extrasistole e di reflusso esofageo. Ho scoperto di recente che, se prima di coricarmi, la sera prendo il Riopan gel che protegge l’esofago dall’acido, le extrasistole scompaiono e dormo bene.
Saluti e coraggio a tutti.
l’esofago dall’acido,

Rispondi Segnala abuso
Antonio 10 novembre 2010 18:09

Salve a tutti ragazzi. Io soffro di queste stramaledette extrasistole da circa 5, 6 anni. Sono un soggetto fortemente ansioso e soffro di attacchi di panico. La cosa peggiore sono queste extrasistole. la prima volta che ne ho avuta una è stata tra l’altro molto più forte di tutte le altre venute in seguito, stavo in panchina durante una partita di calcetto. mi sembrò che il cuore si fermasse e durò diversi secondi. non vi dico la paura e gli amici che mi hanno soccorso perchè credevo di aver un infarto. da quel giorno il mio rapporto con lo sport è praticamente finito ed oggi a 29 anni mi rendo conto che sto buttando via gli anni migliori. ho fatto diversi esami ecg ma nessun problema a parte un soffietto funzionale. anzi il cardiologo mi disse che potevo tranquillamente fare sport agonistico. non ho mai fatto quello sotto sforzo però e finchè non lo farò non sarò tranquillo. vi scrivo perchè dopo molto tempo che il fenomeno non si presentava, proprio poco fa ne ho avuta una. buona giornata a tutti.

Rispondi Segnala abuso
Camilla 19 novembre 2010 11:30

Ho 26 anni e tre anni fa il cardiologo mi ha diagnosticato le extrasistole. La prima volta che le ho avvertite chiaramente avevo 11 anni e stavo facendo ginnastica a scuola. Voi tutti dite che è come se il vostro cuore si fermasse…per me invece è completamente diverso. Sento uno scatto improvviso, come se il cuore sprofondasse nello stomaco. E da lì comincia a battere all’impazzata,mozzandomi il fiato. Solitamente dopo 3 minuti al massimo avverto un altro scatto e il cuore “torna al suo posto” e a un ritmo più ragionevole. Ma martedì ero in piscina quando mi è capitato un nuovo episodio. è durato più di 15 minuti, mi sono impressionata tantissimo. Dopo mi sono sentita svuotata, incapace di muovermi, debolissima. E ora ho una paura tremenda,anche perchè il medico mi ha detto che al momento non posso farci molto, solo cercare di capire le cause, in modo da poter provocare un nuovo episodio quando porterò l’holter. Leggere i vostri commenti mi ha un po’ rassicurato, ma certo non pensavo mi sarei mai sentita così condizionata dalle extrasistole.

Rispondi Segnala abuso
23 gennaio 2011 16:33

Ciao anch’io soffro di extrasistole,e due tre volte attacchi di tachicardia vera e propria, quella volta mi hanno mandata a fare l esame della tiroide(regola tutti gli apparati) e l ecodopler . ho un leggero prolasso della valvola mitrale,cosa normale nel 70% delle donne , tutt’ora ogni tanto ho episodi e come tanti qui,quando faccio attività sto meglio, ero agonistica,calcetto nuoto arti marziali ecc. La mia personale teoria e che dopo molti anni di sport a livello agonistico e come se si “educasse” il cuore in una certa maniera,per questo “si sta bene” solo quando si è in quello stato,poi quando la pressione diminuisce ricompaiono,tutta via io ci convivo da sempre ma non sono preoccupata,ho capito che fanno parte di me, e consiglio a tutti lo stesso

Segnala abuso
Monia 3 marzo 2011 16:53

a leggere la descrizione di quello che ti è accaduto, piu che di extra sistole mi sembra di poter azzardare che tu abbia avuto un episodio di tachicardia parossistica sovraventricolare. la prossima volta che ti succede prova ad andare in ospedale e fatti fare un ecg. ovviamente, se ne hai il tempo. cmq sono episodi senza ripercussioni, ma vale la pena indagare.
ciao

Segnala abuso
Tachicardia 6 settembre 2011 15:45

Ciao, io soffro di extrasistole da una vita e ho capito come fare a sopportarle quando ci sono o a interromperle quando si presentano la sera prima di dormire.
Tuttavia quello che tu descrivi mi ricorda la tachicardia parossistica sopraventricolare. Io la ho avuta e la ho risolta con un’ablazione. E’ un fenomeno non patologico ma insopportabile. Il mio battito passava da 70 a 250 improvvisamente. La volta che ho avuto un episodio di 45 minuti ho fatto in tempo a giungere in pronto soccorso per farmela diagnosticare. SE gli episodi sono frequenti potresti cercare un aritmologo e valutare la possibilità di fare gli studi elettrofisiologici. Se te la trovano, te la tolgono.

In bocca al lupo

Segnala abuso
Giadife 19 novembre 2010 22:14

Sono Gianluca ed ho 40 anni, 5 anni fa comodamente seduto in poltrona a vedere il GP di formula 1 di Indianapolis, ricordate quello in cui i piloti non vollero partire per motivi di sicurezza, ecco avvertire un tonfo al cuore, corsa in pronto soccorso e cosi per molte altre volte ancora. Sono un pilota e faccio ECG tutti gli anni, ho fatto ECG da sforzo, ecostress, ecografie tutto assolutamente normale e pure più spesso a riposo ecco avvertirla e nonostante che oramai la conosco bene, non ce niente da fare mi butta giù e mi viene solo voglia di dormire. Anche a me pare che nessuno mi capisca, però il consiglio che posso dare al contrario di un altro interlocutore, è invece quello di usare gli ansiolitici, anche naturali, ma di usarli, solo l’unica arma che permettono non di sconfiggerle ma di conviverci, fatto salvo che non abbiate altri problemi gastrici, in quel caso prima curare quelli ovviamente. Attendo un vostro risocntro su cosa ne pensate , grazie

Rispondi Segnala abuso
Roberto 20 novembre 2010 00:02

Il problema l’ ho avuto anche io,dopo visite elettrocardiogrammi,e gastroscopia,non e’ cambiato nulla,non esiste la causa,allora(dato l’ esperienza che ho avuto anni prima) mi sto curando da solo.Probabilmente la mia causa e’ lo stress( dato che non bevo,non fumo non ho vizi)…..prendo la valeriana in gocce , alla sera prima di andare a dormire,per adesso ho trovato un buon riscontro,le extrasistole sono passate quasi completamente

Rispondi Segnala abuso
20 novembre 2010 10:18

ho iniziato anche io con prodotti naturali dato che gli ansiolitici a lungo andare danneggiano il fegato. Io sto provando con una combinazione suggeritami dal cardiologo, passiflora,biancospino e valeriana insieme, 30 gocce al giorno tre volte al giorno , speriamo bene, comunque dato che dicono non vi sia causa organica, non resta che curare ansia e stress, giusto?

Segnala abuso
Milena 21 novembre 2010 07:42

Ciao,mi chiamo Milena e ho 57 anni;soffro di extrasistole benigna da qualche mese.La mia cardiologa ha dato il nome corretto ad un fenomeno che già conoscevo da anni,ma che non avevo qualificato:quando il mio battito cardiaco impazziva cercavo di calmarmi e respirare a fondo…..di solito passava.Sapevo di sbagliare in alcune mie abitudini di vita(fumo,caffè,stress da troppo lavoro….),ma ritenevo (e ancora adesso sotto sotto ritengo)che non fosse arrivato ancora il momento di provvedere.In realtà con il tempo la situazione non fa altro che peggiorare….ho rallentato con il caffè,cerco di dimagrire e qualche beneficio già si vede.
Il consiglio che posso dare è quello
di non rimandare per troppo tempo l’attuazione dei rimedi ad uno stile di vita non corretto:il nostro cuore si potrebbe stancare.

Rispondi Segnala abuso
SARA 22 novembre 2010 09:39

Non so se proviamo le stesse sensazioni, io descrivo tipo tuffo al cuore quasi come un tremolio nel petto… sono bruttissime a volte forti e davvero ti condizionano la vita e l’umore, io non faccio altro che pensarci e a segnarmi ogni volta che sento l’extrasistole. ho fatto holter e cardiogrammi inizialmente per la tachicardia che ora non sento più molto ma sento tutti i giorni e di frequente le extrasistole!!! aiuto!!!!

Rispondi Segnala abuso
Armando 22 novembre 2010 17:20

Armando,
è vero chi soffre lo stress e l’ansia spesso soffre anche di extrasistole.
l’extrasistolia spesso è stimolata dalla pressione del diaframma sul cuore.
Chi soffre d’ansia ha anche problemi gastrici come gastrite, esofagite ecc.. questi problemi possono creare sollecitazioni al diaframma che producono una serie di extrasistolia.

Io non sono un medico ma una persona che soffre di extrasistole, però sono riuscito a diminuirle quasi a zero curandomi la gastrite e l’esofagite.

Provate anche voi su consiglio medico.

Rispondi Segnala abuso
Tonya 24 novembre 2010 00:17

E’ un incuboooooooooooo ho 30 anni ne avevo 13 dalla loro comparsa………per un po si calmarono nell’arco della mia vita ma ora non mi lasciano un attimo in pace —addirittura non voglio essere scurrile , ma non posso raggiungere il piacere :O che mi atterriscono ufffffffffff—-addirittura dopo una cattiva digestione corsi al ps.mi fecero dei lavaggi e gocce amarissime per far calmare i battiti ..funzionarono ..fra un po mi sposo e spero di resistere a queste paure tremende che mi cambiano le giornate :( Al loro arrivo pigio con decisione le pupille (ad occhi chiusi) per 1 minuto..e cerco di star calma il piu’ possibile addirittura tutto cio’ mi porta a non poter lavorare.personalmente e’ un deficit !!!! spero davvero che IL CUORE NON CEDA MAI ho sempre fatto palestra ma ora….anche di quello ho paura……..aiuto***

Rispondi Segnala abuso
Marcella 6 febbraio 2011 20:02

anch’io soffro del tuo stesso problema ma devi stare attenta per quanto ne so io piggiare forte le pupille ti potrebbe mandatre in arresto cardiaco .Queste sono manovre solo mediche………………..non credo che un medico ti abbia dato tale consiglio

Segnala abuso
Sara 24 novembre 2010 09:26

è proprio un fastidio davvero ti cambia dentro… io sono 12 anni che ne soffro ma ci sono stati periodi che non le sentivo mai poi ultimamente due o tre al giorno ma da qualche giorno una trentina… io poi mi spavento e preoccupo. poi sono strane perchè è proprio un colpetto io lo chiamo tuffo e in sti giorni sono tante ma abbastanza lievi ma danno un senso bruttissimo!!!!!

Rispondi Segnala abuso
SAR 24 novembre 2010 09:27

è proprio un fastidio davvero ti cambia dentro… io sono 12 anni che ne soffro ma ci sono stati periodi che non le sentivo mai poi ultimamente due o tre al giorno ma da qualche giorno una trentina… io poi mi spavento e preoccupo. poi sono strane perchè è proprio un colpetto io lo chiamo tuffo e in sti giorni sono tante ma abbastanza lievi ma danno un senso bruttissimo!!!!!

Rispondi Segnala abuso
Filippo 26 novembre 2010 01:40

se vi può consolare io le ho avute per 4 ore di fila stasera quasi ogni 20 minuti…3 battiti iregolari…sono disperato

Rispondi Segnala abuso
NICOLETTA 23 giugno 2012 19:05

ciao!!!! mi aggrego….sarà da una settimana che ogni sera sempre alla stessa ora mi compaiono e non mi lasciano prima della mezzanotte a anche oltre!! le ho anche adesso che sto scrivendo queste poche righe…lunedi metto l’olter, spero bene!!! non ne posso più!!! mi sembra di morire!!! ho tre figli e voglio vederli crescere!!! io mi chiedo, se fossi malata di cuore starei male tutto il giorno!! sono tanto ansiosa e soffro di attacchi di panica da quando il mio povero papà mi ha lasciata a novembre x un tumore al cervello, e aveva solo 65 anni!!! adesso ho paura di tutto!! grazie a tutti

Segnala abuso
Paola Marchignoni
Paola Marchignoni 27 novembre 2010 23:40

sono andrea formiamo un club?…. E lo chiamiamo gli “extra-sistoli”????!!!…..
ne soffro da quando avevo 11 anni, ora ne ho 43, e nn ne posso davvero piu’… è veramente tremendo… AIUTO!!!!

Rispondi Segnala abuso
Emanuele 4 dicembre 2010 19:45

non vi preoccupate!!! io ne ho 1700-2000 al giorno nonostante i betabloccanti…
sono fastidiosissime ma nn si muore…

Rispondi Segnala abuso
5 dicembre 2010 18:37

Ciao mi chiamo Concetta ho 50 anni e da 25 anni soffro di maledette exstasistole che ti rovinano la giornata, la notte e ti portano l’umore alle stelle, ho fatto anch’io tanti accertamenti ma dicono di non preoccuparsi, oggi per esempio hanno iniziato da quando mi sono alzata e ho detto:brutta giornata oggi: e cosi è, non le sopporto più il cardiologo ha detto che può trattarsi anche di un fatto ormonale, le odio tanto, comunque centra tanto il reflusso gastro esofageo,prendo uno sciroppo bianco prima di mangiare ma a volte non serve, comunque amici condividiamo questo cuore che è salterello con rassegnazione ciao.

Rispondi Segnala abuso
Simona 8 dicembre 2010 20:30

ciao sono simona e soffro di extrasistole da quando avevo 24 anni…ora ne ho 32… :( all inizio stavo veramente male…e conviverci non è stato il massimo ma ho fatto visite ho messo holter e ho ssentito vari pareri di medici e tutti dicono che il mio cuore è sano….bo…io ho spesso doppi battiti o battiti piu grossi…a volte mi fanno ancora paura..anche perchè mi sembra che subito dopo senta dolore al braccio sinistro…la cosa positiva è che durano tipo due secondi…e forse è un bene…anche a voi succede questo? un abbraccio a tutti :) simo

Rispondi Segnala abuso
9 dicembre 2010 14:38

si davvero anch’io lo dico sempre meno male che durano poco se no….. è una sensazione troppo strana, io sono 12 anni ma nell’ultimo periodo ne sento tante al giorno, prima poche e anche per periodi zero………. che pizza!!!!

Segnala abuso
Sara 15 dicembre 2010 17:25

mamma mia oggi sono insopportabili!!! ne ho contate più di 40 aiuto!!!!!!!!! che nervi…………

Rispondi Segnala abuso
Caracciolo giovanni 22 ottobre 2011 23:57

ragazzi io ho 41 anni e le ho da quando avevo dieci anni x una forte paura cmq nn ci pensate e prendete camomilla vedete che avrete buoni risultati

Segnala abuso
Caterina 17 dicembre 2010 15:45

Come si dice “mal comune, mezzo gaudio”. Proprio così. Questa mattina ho avuto per la prima volta delle extrasistole e potete già capire lo spavento che ho avuto. Poi ho letto i vostri commenti e sono subito andata dal medico curante, che mi ha subito prescritto una compressa di Sequacor (mi ha detto che nelle persone che come me assumono da anni l’Eutirox, possono comparire delle extrasistole). Devo dire che si sono calmate e vi ringrazio perchè leggendo i vostri commenti mi sono tranquillizzata.

Rispondi Segnala abuso
SARA 21 dicembre 2010 11:32

si anch’io leggendo mi sono un po’ tranquillizzata, ma la preoccupazione c’è sempre tanto…. che rottura ma passeranno mai????????
buon natale a tutti compagni di extra!!!!

Rispondi Segnala abuso
22 dicembre 2010 03:51

I0 FACCI0 PARTE DEL GRUPP0 “EXTRA”DA CIRCA 5 ANNI…SE SCRIV0 A QUEST’0RA E PERCHE NE ST0 APPENA S0FFREND0 :) C0MUNQUE I0 PREND0 G0CCE DI BIANC0SPIN0 3 V0LTE AL GI0RN0 S0PRATUTT0 NEI PERI0DI DI STRESS…E A ME LE HANN0 FATT0 SPARIRE QUASI DEL TUTT0,ATTENZI0NE PER0 LE G0CCE TI AIUTAN0 MA DI CERT0 N0N SC0NFIGG0N0 IL PR0BLEMA…VI AUGUR0 UN SEREN0 NATALE ATUTTI

Rispondi Segnala abuso
Mohamed 28 dicembre 2010 20:12

Buona sera a tutti, sono un ragazzo di 28 anni la mia prima extrasistole lo avuta 5 anni fa, uscivo da una relazione in un periodo molto stressante ed è stata una esperienza indimenticabile al inizio pensai che fosse stata la mia fine è davvero terribile.
Ho fatto tutte le visite possibili sono andato anche in svizzera da un bravo cardiologo ma la risposta è stata sempre la stessa non esiste cura per questo tormento, lo psicologo mi ha convinto a continuare la vita di sempre convivendoci e come sapere di dover convivere con il tuo peggior nemico che ti può colpire da un momento al altro ma la cosa più brutta è svegliarsi e sperare di passare una giornata tranquilla, a volte ho paura di fare sesso con la mia compagna perche è molto frequente dopo di esso forse per lo sforzo e la tensione che lo comporta,sono davvero stanco peò quando arriva l’estate sono meno frequenti poi chè durante l’inverno e l’autunno si presentano spesso cambiamenti di clima così fanno anche le extasistoli mi sento anche meteopatico riesco a prevedere i cambiamenti di clima ore prima, l’unico mio consilio sempre se può servire è di continuare le attività di ogni giorno normalmente senza ansie spesso le medesime le fanno apparire e se ci pensi e ancora peggio, andare al cinema? lo fatto in casa ho notato che vedere film non ne viene neanche una a volte essere spensierati le allontana per girni ciao e buona vita.

Rispondi Segnala abuso
xxcc
'Stefania Loriga 3 gennaio 2011 10:49

salve, io ho 42 anni e ho avvertito seriamente questo problema da poco più di un mese. non bevo né alcolici né caffè, non funo, non ho problemi gastici e soffro di stress come chiunque altro. Eppure all’improvviso mi sitrovo ad accusare di queste capriole al cuore in continuo, diverse vole al giorno e senza motivo apparente. Come penso che stia passando, ecco che ne arriva un’altra e così d seguito fino a notte…
Non ho ancora fatto controllo perché ogni giorno pensavo: “tanto passerà”. Poi sono arrivate le feste (passate con calma sola a casa, quindi niente stress o ansia da natale o capodanno!).
Appena possibile farò accertamenti, ma mi consola sapere che non sono la sola! buon anno a tutti!!

Rispondi Segnala abuso
Maurizio Blandolino 23 aprile 2014 22:53

sono maurizio di lecce estrasistole a me ne vengono da quando avevo 16ho17 anni ora ne ho 50 ho fatto un mare di controlli in questi anni .risultato anzioso di natura a cuore sistolico . un anno fa tra due o tre odieci nell,arco della giornata mi hanno portato ad una serie di paure di morire .il medico curante un giorno misura la pressione ed era non tanto alta ma i battiti troppi e forti. ebbene abbiamo prima fatto un trattamento con gocce tranquilit un paio di volte al giorno da somministrare poi a secondo della situazione stato d,anzia anche 10 ho 20 ripetute nell,arco della giornata e abbiamo risolto lo stato d,anzia .per le sistole eil ritmo cardiaco nel mio cuore sano ho cominciato ad assumere una volta al giorno quando si vuole in un certo orario da scegliere nebivololo doc .senza fare controlli , BE ragazzi le sistole stanno sparendo ma devono passare almeno 10 mesi per la messa a punto. ne viene una ogni tanto ma non le penso neanche senza panico. i battiti sono regolari anche sotto lo sforzo la pressione che si dimostrava alta a causa dell,anzia e messa ha posto anche quella .ho messo a punto anche il colesterolo senza sforzi che erano anni che lo avevo ha 280 e ora ha200 .quando mi sforzo il battito non lo sento più. non preoccupatevi il rimedio cè e questione di pazienza .il farmaco giusto e aspettare non ci si può curare dalle exstrasitole ma si possono elleggerire tanto da non sentirle e ci si aquista fiducia trovate il farmaco giusto. parlate molto con il vostro medico . se non vedete risultati aspettate come ho fatto io in molti non mi credono ma io ne avevo forti con pause . siate certi che di extrasistole non si muore sono solo un po’ scassanti ma tranquilli ciao exstrasistolici doc informatevi sul farmaco effetti collaterali quasi niente tranne chi soffre di fegato o donne in stato di gravidanza .trovate ripeto il farmaco giusto per voi e aspettate a me e già passato l, anno e sto bene. non faccio pubblicità ma provate ha trovare il farmaco giusto . Non ve la prendete con i dottori .assumendo il farmaco io all , inizio venivano di frequente però ho saputo aspettare
. ora sono tranquillo
.

Segnala abuso
Emanuela Scicchitano
Emanuela Scicchitano 3 gennaio 2011 17:55

Ciao soffro di exxtrasistole da quualche mese, ma ultimamente sono diventate numerosissime, mi capitano spess quando sono a riposo, ed’è una cosa angosciante, stai li e pensi di continuo che può accadere…nessuno mi capisce e snobbano il mio problema, ma io soffro davvero sopratutto la notte…sono continue e forti e anche se sò che non muoio…sto così male da piangere.

Rispondi Segnala abuso
3 gennaio 2011 18:53

Emanuela, qui chi scrive hanno tutti lo stesso problema e tutti ci sentiamo come te. Ognuno ti potrà dare un consiglio qui, ma ti consiglio ti rivolgerti ad un ottimo cardiologo che è l’unico che rassicurandoti potrà realmente aiutarti. Io faccio uso di xanax al bisogno su suggerimento del cardiologo e del mio medico di famiglia, e grazie al cielo pare funzioni.Devi trovare anche tu come tutti noi il miglior modo per conviverci, non per non averle , ricordalo pare sia la regola principale universalmente condivisa.

Rispondi Segnala abuso
4 gennaio 2011 12:15

si ci si continua a pensare, ma più si riesce a conviverci più sembreranno meno o addirittura andranno via!!! impegnamoci !!!!!!!!!!!!!!!
un abbraccio a tutti
sara

Rispondi Segnala abuso
Kira54 5 gennaio 2011 13:00

salve,sono rosa e dimenticavo di dire che lo stomaco,il reflusso,la gastrite, l’ernia iatale,sono le cause primarie delle exstrasistole,quindi andate non solo dal cardiologo ma anche dal gastroenterologo,a volte si ottiene molto, a volte poco,ma è importante non tutti siamo uguali,ci unisce solo,,,,,,questo,le maledette exstrasistole, ciao a tutti.

Rispondi Segnala abuso
7 gennaio 2011 21:55

Ciao sono Paolo e ho 42 anni

anch’ io soffro di extrasistole da almeno 10 e dal 2006 ho avuto 3 episodi anche di fibrillazione atriale rientrata con farmaci al PS. Da almeno un anno uso l’almaritm più diversi farmaci per reflusso e ernia iatale ; non vi dico gli esami che ho fatti fra holter 24 h prove da sforzo ecg eco cuore e consulti di aritmologi; niente da fare; anzi ultimamente ho una recridiscenza; praticamente i battiti aritmci e extrasistole mi durano per tutta la giornata e fra qualche giorno mi sottoporro a gastroscopia.
Negli ultimi mesi la situazione mi sta provocando una forte depressione e incide profondamente sulla qualità della vita con figli e moglie.

Sono molto stanco di questo stato.
A presto e auguri a tutti Voi

Rispondi Segnala abuso
Ivan 8 gennaio 2011 12:02

Ciao, mi chiamo Ivan e naturalmente se sono qui sono anch’io un iscritto, non volontario, del club degli affetti da extrasistole. Ho 48 anni ed ne soffro da circa 5. Tutti i commenti che ho letto segnano gli stessi sintomi che avverto anch’io, con l’aggiunta che ho la particolarità di essere facilmente preda della stanchezza fisica. Ho fatto un innumerevole serie di esami ma nessuno ha evidenziato problemi diversi dall’extrasistole, ma come voi credo condividiate, la paura che i medici non riescano a diagnosticare una malattia nascosta più grave è sempre presente. Ho letto che la fibrillazione atriale, che è un’aritmia molto diffusa tra la popolazione, produce sintomi molto simili alle extrasistole, con la differenza però che questa è una malattia piuttosto grave, mah speriamo bene.
Comunque tornando alla nostra è verissimo che solo noi sappiamo cosa significhi veramente soffrire di questo disturbo. la vita mi è cambiata; io al contario di alcuni post letti non sono mai stato uno sportivo accanito, ma le poche cose che mi piaceva fare le ho abbandonate definitivamente. Gli stessi sforzi che comunemente una persona è costretta a fare per vari i lavoretti di casa o altro, diventano per me un incubo; la paura di poter avvertire i sintomi non passa mai, anche quando è un periodo di tranquillità. A questo proposito devo dire che la maggior parte degli attacchi di extrasistole mi compaiono nel periodo autunnale. Sono attacchi lunghi e ripetuti, e quando sono assenti avverto a giorni alterni un specie di dispena, cioè la difficoltà di respirazione. Invece faccio periodi durante l’anno in cui i sintomi sono praticamente assenti.
Concludo facendo un augurio a tutti e auguro un buon anno 2011, sperando che il nostro problema si possa avvertire il meno possibile.

Rispondi Segnala abuso
Gianluca 9 gennaio 2011 20:37

Ragazzi come tutti voi sono molto spaventato,e ogni volta che lo sono certo di rassicurarmi pensando che tutti come è accaduto a voi mi hanno detto che non è nulla, e il fatto che ne parliamo anche con molti di noi che ne soffrono da piccoli dovrebbe confermarci questo.Quindi invito quelli più ottimisti ad insistere a scrivere nel blog per aiutare quelli più pessimisti come noi. Grazie

Segnala abuso
Margie 10 gennaio 2011 21:38

Solo chi soffre di extrasistoli può comprendere davvero cosa si prova.Io ne soffro da una vita.Una vita che a causa di questa maledizione è diventata un continuo compromesso.Vorrei tanto morire.Almeno così smetterei di sobbalzare ad ogni tonfo del mio odioso cuore!Sapete qual’è la cosa che mi atterrisce maggiormente in tutto questo? La scarsa attenzione che la ricerca medica, alla quale pure contribuiamo noi stessi, riserva a questo problema!Del resto, di extrasistoli non si muore,perciò perchè sprecare tempo e denaro per un problema chè è comunemente inteso come “capriccioso” atteggiamento di qualche nevrotico? Io vorrei solo dire a questi “scenziati”, di sprecarsi un po’ di più per cercare una cura “reale” ad un problema che, forse, non uccide il corpo, ma sicuramente distrugge l’anima! Un abbraccio a tutti voi!

Rispondi Segnala abuso
Margie 10 gennaio 2011 21:39

Solo chi soffre di extrasistoli può comprendere davvero cosa si prova.Io ne soffro da una vita.Una vita che a causa di questa maledizione è diventata un continuo compromesso.Vorrei tanto morire.Almeno così smetterei di sobbalzare ad ogni tonfo del mio odioso cuore!Sapete qual’è la cosa che mi atterrisce maggiormente in tutto questo? La scarsa attenzione che la ricerca medica, alla quale pure contribuiamo noi stessi, riserva a questo problema!Del resto, di extrasistoli non si muore,perciò perchè sprecare tempo e denaro per un problema chè è comunemente inteso come “capriccioso” atteggiamento di qualche nevrotico? Io vorrei solo dire a questi “scenziati”, di sprecarsi un po’ di più per cercare una cura “reale” ad un problema che, forse, non uccide il corpo, ma sicuramente distrugge l’anima! Un abbraccio a tutti voi!

Rispondi Segnala abuso
Pupetta 14 gennaio 2011 20:57

salve a tutti, anche io come tutti voi soffro di extrasistole e devo dire GRAZIE a tutti voi x avermi tranquillizzata. ho parlato con il cardiologo solo x telefono ma non mi ha tranquillizzata quanto voi. da stasera sarete i miei nuovi amici del “CUORE” un bacio a tutti voi

Rispondi Segnala abuso
Pupetta 14 gennaio 2011 21:27

Non voglio assolutamente preoccuparti, ma nessuno di noi è cardiologo, quindi comunque sia vai e fai tutte le visite necessarie che il dottore ti dirà di fare,se non le hai già fatte ovviamente, e senti anche più cardiologi, non ti fermare ad uno solo se ne avverti il bisogno. Solo dopo sarai serena , almeno sulla prognosi che è la cosa più importante, il disturbo purtroppo nessuno può sapere se andrà via o meno.

Segnala abuso
Sara 17 gennaio 2011 15:33

concordo con tutti e due, perchè le visite vanno assolutamente fatte, ma è anche vero che leggendo i commenti un pochino ci si rassicura, (ma solo un pochino) però aiuta…
un bacione a tutti!

Rispondi Segnala abuso
free111244
Free111244 17 gennaio 2011 19:13

Saluti a tutti. Sono Enrico e ho 66 anni. Ho potuto constatare che il problema delle extrasistoli è abbastanza diffuso e, soffrendone da 10 anni, capisco benissimo il disagio ed il senso di precarietà che si avverte quando si manifestano. Le mie extrasistoli si fanno avvertire soprattutto dopo i pasti principali, preceduti da gonfiore di stomaco che si manifesta da subito iniziato a mangiare. Per ben 6 volte mi sono rivolto al pronto soccorso dove solo due volte, riscontrando fibrillazione atriale, mi hanno praticato una flebo per farmi rientrare in ritmo. Le altre volte sono rientrato in ritmo da solo. Dal P.S. per tre volte sono stato trattenuto per accertamenti una volta in cardiologia ed altre due in medicina generale. Non sono mai state rilevate patologie cardiache nè tiroidee ma solo un’abrasione allo stomaco. Le cure praticate sono due compresse di almaritm/die e una capsula di lansoprazolo/die. Il senso di gonfiore o meglio compressione alla bocca dello stomaco, è seguita da palpitazioni e salti di ritmo talmente forti da avere la sensazione di svenimento per qualche istante(tant’è che impallidisco), seguiti dalla percezione di forte flusso di sangue in testa. Vorrei chiedere se qualcuno di voi ha gli stessi sintomi e che terapia segue. saluti a tutti

Rispondi Segnala abuso
17 gennaio 2011 19:50

FREE se hai fatto tutti gli accertamenti del caso devi stare tranquillo.La sensazione che riporti è anche quella mia, mentre la sensazione di svenimento è legata all’ansia che immediatamente avviene subito dopo la palpitazione. Immagino ti avranno consigliato ansiolitici, prendili sono molto utili durante l’attacco di panico che tarda il rientro delle cose alla normalità.
Per il resto, come tutti i cardiologi da me consultati mi hanno detto che le extrasistoli senza una patologia sottostante riscontrata è insignificante a livello clinico. (leggi wikipedia).

Segnala abuso
Francesco 18 gennaio 2011 13:50

Caro Free, mi potresti descrivere i sintomi delle fibrillazioni atriali che hai avuto? credo di averne sofferto anche io, ma rientrano spontaneamente dopo qualche tempo e abitando abbastanza lontano da un pronto soccorso non riesco ad arrivare in tempo.grazie!

Segnala abuso
Claudia 8 febbraio 2011 12:53

ciao, Enrico.Anchio ho sofferto a lungo di extrasistole accompagnate da attacchi di panico,probabilmente causati da più motivi:depressione,noduli tirodei ecc. Per alcuni anni ho preso 7/8 gocce diLexotan a sera,con un surplus in momenti particolari. Poi ad un certo punto sono scomparse e per anni non si sono più manifestate. Il 14 gennaio scorso però ho avuto una specie di svenimento e sono ripartite le extra; Qualche notte fa ne ho contate 8/9 al minuto per parecchie ore, finchè stremata non mi sono addormentata. Leggendo i vari commenti ho pensato che forse mi manca del sodio, dato che ,avendo familarità per l’ipertensione,l’ho eliminato, tranne quello già presente in pane, prosciutto, formaggi ….anch’io, come tanti altri, avverto le crisi specialment dopo i pasti, in particolar modo quelli serali. Ho quindi deciso di pranzare tardi(2.30/3.00) e poi a cena mangiare molto presto e leggero. sembra che un pò funzioni. IN bocca al lupo!

Segnala abuso
Franco 18 gennaio 2011 19:17

Ciao a tutti, mi sono trovato a leggere perche cercavo anche io dei riscontri da altri che ne soffrono, anche a me il cardiologo mi ha detto che sono benigne e non devo preoccuparmi, ho fatto l’holter (2200 episodi di cui tanti doppi)ma sotto sforzo ed in fase di recupero nemmeno uno, il dottore dice che ha riposo non sono significative, ma l’anno scorso mentre ero in piscina ho avuto un paio di episodi con forte sensazione di dolore al petto, per cui in quel momento pensavo di essere arrivato, ma non è stato cosi ho fatto tanti altri esami tutti negativi ed ho ripreso con regolarità gli allenamenti anzi il cardiologo ha detto che aiuta a regolarizzare il battito, l’unica cosa è che adesso mi accingo a fare ulteriori esami,giusto per completare il quadro dopo di che ho deciso di ignorarle completamente, è un disturbo diffusissimo ma non è una malattia, già lo stress quotidiano ci massacra poi ci facciamo prendere anche da questo, è la fine.
Non pensateci e vivete normalmente.
Ciao a tutti.

Rispondi Segnala abuso
Franco 18 gennaio 2011 19:53

ciao franco, anche a me è successa una volta in piscina una paura tremenda, uscito immediatamente dall’acqua etc….abbiamo bisogno di quelli come te qui, scrivi più spesso per confortarci…

Segnala abuso
Salvatore 19 gennaio 2011 17:05

sdaaddeec fdff

Rispondi Segnala abuso
Salvatore 19 gennaio 2011 17:24

Ciao a tutti,mi chiamo Salvatore e ho 30 anni, e circa una settimana che sono entrato anche io “nella famiglia delle extrasistoliani” vi assicuro che tale fenomeno è a dir poco inquietante,leggendo sopra i vari commenti,credo che sia entrato anche io come alcuni di voi in questa ”
incurabile malattia” che so per certo che non è una malattia.
Inoltre sono stato dal cardiologo circa 7 giorni fà il quale mi ha sottoposto a visita eletrocardiogramma ed’ecocuore,dopodichè alcuni giorni dopo mi ha sottoposto a visita holter 24 ore.
I seguenti esami clinici non hanno riscontrato nessuna patologia anomala,inoltre Holter a rivelato solamente [7] extrasistoli di natura benigna.Tale medico ha determinato tale cosa come conseguenza di ansia,e stress,fumo,e cafè,inoltre per abbassare la frequenza cardiaca mi ha consigliato mezza pastiglia di: “Sotalex” 80mg al mattino.
Tuttavia amici capisco perfettamente il vostro stato d’animo e veramente inverosimile sentirsi in quei momenti di panico.:D

Segnala abuso
Lucio 22 gennaio 2011 11:38

ho 58 anni e convivo con queste .. maledette da circa vent’anni sempre sperando di svegliarmi un giorno e non doverle mai piu’ avvertire.condivido tutte le vostre sensazioni a riguardo e invidio coloro che si lamentano per poche decine di extr. quando ci sono individui come me che ne hanno migliaia che mi rovinano intere giornate.ho un faldone di esami ,holter,ecg impressionante perche’ ho ‘lottato’ contro queste maledette per anni,ma ogni volta ne vengo sconfitto e mi rassegno a rinunciare a vivere pienamente per colpa loro.ho fatto il sef che non ha evidenziato patologie ,tutto normale per i medici ma non per me e nemmeno per voi immagino per cui deduco che di questo fenomeno i medici ne sappiano gran poco e siccome siamo un’elite numerica le case farmaceutiche non fanno ricerche in merito e siamo destinati ad arrangiarci con dei palliativi e con le nostre speranze di uscirne miracolosamente.un augurio a tutti noi di uscirne.

Rispondi Segnala abuso
23 gennaio 2011 18:05

CIAO A TUTTI,IO PURTROPPO SONO NUOVO.SOFFRO TANTO DI EXSTRASISTOLI QUASI TUTTI I GIORNI E NON RIESCO A CONVIVERCI PER NIENTE.MA SIAMO SICURI CHE NON SIANO NULLA DI GRAVE VISTO CHE NON LE HO MAI AVUTE?MMA.HO FATTO TUTTI GLI ACCERTAMENTI,TUTTO OK.MA QUALCUNO CI POTREBBE REALMENTE AIUTARE????

Rispondi Segnala abuso
23 gennaio 2011 20:18

sicuri dopo tutte le visite cardiologiche, tu pensa non perchè voglia rassicurarti ma io sono un pilota di aereo, faccio visite ogni 6 mesi, ho dichiarato le mie extra, me le hanno risocntrate , ma mi hanno sempre rinnovato il brevetto senza neanche riportarle sui certificati medici, perchè dicono tutti che in un cuore sano non è una patologia.Cosa posso dirti, anch’io quando mi vengono mi spavento e inutile negarlo, a ma aiutano gli ansiolitici (xanax), prescritto dai dottori solo per evitare la paura mi dicono ….non posso aggiungere altro.

Segnala abuso
Mary 6 febbraio 2011 22:48

Ho 60 anni, mai sofferto di queste extra…ora da diversi mesi mi fanno soffrire.Visite, accertamenti mi hanno assicurato che non sono gravi, si va beh! ma che rottura. Capitano in ogni ora del giorno , in questo momento sono a riposo
sto parlando con voi, ed ecc. tum-tum,pausa. tum-tum, pausa mi salta un battito ogni 5, ogni 9,poi 4 e cosi via.Prendo anch’io Almarytm,( ma è per la fibrillazione). Sono vicina a chi soffre di questo disturbo, ma dai cerchiamo di vivere un pò meglio, più serenamente se riusciamo, pensiamo che la salute è nostra e dobbiamo tenercela stretta, curandoci logicamente con l’aiuto di persone esperte. Auguri a tutti

Segnala abuso

1 2 3 4 Successivo »

Seguici