Estetica: il decalogo per un corpo armonioso

Estetica: il decalogo per un corpo armonioso

Aspiri a un corpo perfetto e punti a raggiungere questo obiettivo con la chirurgia e la medicina estetica? Oggi la regola è semplice: ritocchi che diano risultati naturali e armoniosi

da in Benessere, Chirurgia estetica, Estetica e Trattamenti
Ultimo aggiornamento:

    La bellezza del corpo

    Dopo le giornate trascorse in spiaggia, dove i corpi si sono mostrati agli occhi di tutti, e, impietosamente la luce del sole ha evidenziato anche i difetti estetici nascosti per tutto l’inverno, ecco che a volte il desiderio è spesso quello di ricorrere alla chirurgia e alla medicina estetica per un corpo “perfetto”. Ma esiste la perfezione?

    “I canoni cambiano con gli anni, la bellezza assoluta non esiste e soprattutto, non esiste una sola bellezza per tutte. Ognuno deve capire quello che è meglio per sé, rispettando il principio di armonia delle forme e di proporzioni” afferma Alessandro Gennai, chirurgo plastico di Bologna socio dell’Eafps (European Academy of facial and plastic surgery).

    Così, i più o meno nuovi trend della medicina estetica puntano soprattutto a risultati naturali e in armonia con il corpo di chi si ritocca. Al bando, quindi, esagerazioni che sfigurano volti e corpi.

    Ecco, quindi, le dieci tendenze di medicina e chirurgia estetica, suggerite dal chirurgo plastico, per ritocchi proporzionati:

  • per gli occhi non esagerare con le blefaroplastiche, che svuotano in modo aggressivo, meglio ridare volume e rotondità giovanili con un lipofilling e il riposizionamento del sopracciglio;
  • per le labbra, la tendenza punta a labbra turgide, senza effetto canotto, con iniezioni di acido ialuronico o di tessuto adiposo;
  • stop alle rinoplastiche aggressive, che omologano i nasi e ne compromettono la funzione;
  • per il seno, sì a protesi sempre più “su misura” e a rimodellamenti con nuovi filler a base di acido ialuronico e all’uso del proprio grasso;
  • per un addome in forma, mantenersi in esercizio è la soluzione migliore, anche se una liposcultura può “limare” i piccoli accumuli di “maniglie” e pancetta;
  • non solo liposcultura per i fianchi: esistono anche tecniche soft, come la laserlipolisi , che possono ridefinire curve non troppo abbondanti;
  • anche per il lato B esistono ritocchi soft, con iniezioni di acido ialuronico e di tessuto adiposo, per ridare tono ai glutei;
  • per le gambe il must è l’attività fisica regolare che, migliorando tono e circolazione, conferisce un aspetto sano e bello;
  • anche per i polpacci l’esercizio è la migliore cura di bellezza, ma per chi è afflitto da polpacci troppo piccoli (difficili da correggere anche con l’esercizio), si può rimodellare con acido ialuronico;
  • e per le braccia che hanno perso tono? “Oggi le nuove radiofrequenze associate all’utilizzo di acido ialuronico possono aiutare a tonificare prima di arrivare al vero e proprio lifting chirurgico di braccio che va riservato solo ai casi più “gravi” per le lunghe cicatrici che lascia” conclude Gennai.
  • 523

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereChirurgia esteticaEstetica e Trattamenti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI