Estate: non solo scottature ma anche tonsille

Estate: non solo scottature ma anche tonsille

In estate a causa delle sudate e delle correnti d'aria, puo' accadere che ci si ammali di tonsillite, che con il caldo diventa insopportabile e dolorosa

da in Bambini, Benessere, Farmaci, Gola, Mal di gola, Primo Piano, Sudorazione
Ultimo aggiornamento:

    Gelato

    A causare l’ingrossamento delle tonsille, nella stagione estiva, oltre che il contagio diretto, gli sbalzi di temperatura caldo – freddo a cui si e’ soggetti, a causa di un sole che scalda parecchio la temperatura esterna e quindi di frequenti sudate rischiose.

    Accade cosi’ che proprio in estate, in una situazione del tutto anomala, ci si trovi improvvisamente impediti nel poter parlare e nel poter uscire, con le tonsille ingrossate e la febbre. Ne parla il Dott. Claudio Lambertoni, Otorinolaringoiatra specializzato in malattie del cavo orale e della gola.

    Le tonsille di per se’ altro non sono che degli organi ghiandolari, collocati nella parte posteriore alla lingua, in gola appunto, che hanno due livelli: quello del cavo orale/palato e quello rinofaringeo/lingua.

    Le tonsille sono fondamentali per proteggere dalle malattie che si contraggono per via aerea, contribuiscono a assumere su di se’ molti germi patogeni che, in caso contrario, attaccherebbero il nostro organismo causando delle malattie a scapito del sistema immunitario.

    Le tonsille hanno un ruolo fondamentale nelle malattie che riguardano i virus influenzali, respiratori e infiammatori, ma possono anche essere soggette a infiammazione cronicizzata, specialmente quando le infezioni colpiscono a lungo e anche la zona circostante la tonsilla.

    Nei casi piu’ gravi i medici, specialmente nell’adulto, usano fare operare le tonsille, se le infiammazioni e le infezioni diventano continue e gravi, a causa di attacchi da parte dello streptococco, insieme alla incapacita’ dell’organismo di reagire.

    Le tonsille, quando si infiammano, oltre che fare male e arrossarsi, infiammano anche la zona circostante, a volte impedendo alla persona ammalata di alimentarsi regolarmente, deglutire e respirare; spesso la tonsillite puo’ essere accompagnata dalla febbre e dal generico indolenzimento di tutto il corpo, come quando si consuma una influenza, insieme alla possibilita’ di maturare la tosse e altre infiammazioni respiratorie e alle mucose.

    Una tonsillite trascurata puo’ essere la causa di una otite e portare a disturbi dell’udito, anche se negli adulti e’ piu’ frequente che le tonsille si abbinino al male di denti e alle febbri reumatiche. Piu’ spesso le tonsilliti nascondono o compaiono contemporaneamente a una infezione o infiammazione delle ghiandole renali, o a una cistite.

    Nelle persone che in questa stagione improvvisamente svilupperanno una tonsillite si consiglia di ricorrere subito alla terapia consigliata dal medico; in caso di prolungamento della infezione, anche dopo la terapia antibiotica, e’ bene consultare uno specialista per valutare se e’ il caso di asportarle, l’intervento e’ veloce e non troppo doloroso.

    Se invece la tonsilla e’ solo infiammata e non fa particolarmente male, si puo’ tentare la via della auto-terapia, con sciacqui di lavande con tisane e gargarismi, mangiando del gelato e cercando di curarsi con antinfiammatori classici, che in alcuni casi possono risolvere la malattia anche senza l’antibiotico.

    556

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenessereFarmaciGolaMal di golaPrimo PianoSudorazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI