Esenzioni dal ticket più semplici per i malati cronici

Esenzioni dal ticket più semplici per i malati cronici

Un nuovo provvedimento sulle esenzioni dal ticket stabilisce un percorso burocratico più semplice per i malati cronici

da in Analisi Mediche, Sanità, Visite mediche
Ultimo aggiornamento:

    esenzioni ticket malati cronici

    Le esenzioni dal ticket potranno essere più semplici per i malati cronici. Il tutto è frutto di un provvedimento, elaborato in base a delle norme entrate in vigore di recente e che stabiliscono che un percorso burocratico più facile per ottenere il rinnovo del certificato di esenzione. Quest’ultimo si rivela molto importante per non pagare in relazione a quelle prestazioni specialistiche e agli esami utili a monitorare la patologia di cui si è affetti, anche per prevenire possibili complicazioni. In ogni caso non vengono apportati cambiamenti nei requisiti predisposti per ottenere l’esenzione.

    Nello specifico la legge sull’esenzione dal ticket riguarda alcune malattie croniche. Si tratta, ad esempio, di ipertensione, diabete mellito, insufficienza cardiaca, aritmie cardiache, insufficienza renale cronica. È stato stabilito che l’esenzione in una determinata regione sarà mantenuta a vita.

    Nei casi in cui era stato previsto un periodo limitato, si provvederà ad un aggiornamento del certificato al momento della scadenza.

    Tutto questo comporta una maggiore praticità, perché l’aggiornamento del periodo di validità verrà effettuato in occasione del rinnovo. Ci si deve solo ricordare che la visita deve essere comunque fatta prima della scadenza del certificato.

    Stabilita anche la durata dell’esenzione, sulla base delle linee guida nazionali e internazionali, per tutte quelle malattie, dalle quali è possibile guarire, come la bulimia o la tiroidite di Hashimoto.

    L’aspetto interessante della questione è che si è curato di predisporre una certa uniformità in tutto il territorio nazionale. Mentre fino a questo momento avevano deciso le singole regioni, comportando notevoli differenze nei tempi di rinnovo, adesso tutto dovrebbe corrispondere ad una maggiore stabilità ed efficienza.

    337

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Analisi MedicheSanitàVisite mediche
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI