Esaurimento nervoso: sintomi, cause e rimedi

Esaurimento nervoso: sintomi, cause e rimedi
da in Psicologia

    esaurimento nervoso sintomi cause rimedi

    Esaurimento nervoso: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi? Il disturbo indica una condizione caratterizzata da fatica cronica, uno stato generale di stanchezza e di debolezza fisica e mentale, che può comprendere differenti sintomi. Fra questi difficoltà di concentrazione, dolori, difficoltà a rilassarsi, mal di testa, umore irritabile e disturbi del sonno. Altri segnali possono comprendere apatia, mancanza di energia e debolezza muscolare, spesso associate anche a situazioni di depressione e di disturbi d’ansia, con somatizzazioni. L’altro termine, con cui si indica l’esaurimento nervoso, è nevrastenia. L’esaurimento nervoso può degenerare in complicanze, se il disturbo non viene trattato in maniera adeguata. Ecco perché bisogna farsi seguire sempre da un professionista della salute mentale.


    I sintomi dell’esaurimento nervoso sono molto ampi e vanno dall’eccessivo affaticamento alla difficoltà a concentrarsi e a mantenere l’attenzione focalizzata su un compito. Chi soffre di questo disturbo non riesce a condurre una vita serena, ha difficoltà a lavorare e ad avere relazioni sociali. Tutto si manifesta con dolori, difficoltà a rilassarsi, diminuzione della capacità di provare emozioni piacevoli. A tutto ciò si possono associare condizioni di depressione maggiore o di disturbi d’ansia, con manifestazioni sintomatiche tipiche, come tristezza, mancanza di volontà e pensieri negativi. Si associano spesso segnali che coinvolgono anche il corpo, attraverso un processo di passaggio dalla sfera psichica a quella fisica, e manifestazioni tipiche dello stress.


    In genere le cause dell’esaurimento nervoso vanno rintracciate nella risposta dell’organismo allo stress. Quando l’individuo si trova ad affrontare un livello molto elevato di stress, può accadere che la sfera psichica e quella fisica non siano in grado di reagire in modo appropriato. Proprio per questo motivo l’esaurimento nervoso si può verificare in seguito a situazioni che comportano livelli elevati di fatica e di stanchezza a lungo termine. Un evento stressante in particolare può essere il principale fattore che scatena il disturbo.


    La cura dell’esaurimento nervoso richiede l’intervento di uno specialista. E’ importante rivolgersi al proprio medico o ad uno psicologo, anche per eseguire un adeguato percorso psicoterapeutico, che possa spingere il soggetto a prendere consapevolezza delle ragioni che stanno dietro alle sue condizioni di sofferenza psichica. Ci sono alcune indicazioni di tipo generale da seguire, visto che potrebbero rivelarsi utili: è importante ridurre il consumo di caffeina e di alcool, uscire e praticare esercizio fisico, parlare con i propri familiari e amici e dedicarsi alla pratica di una disciplina come la meditazione yoga. E’ essenziale imparare delle tecniche di rilassamento, frequentare dei corsi di gestione dello stress e cercare di regolare il ritmo sonno-veglia, dormendo per il numero di ore necessarie ai propri bisogni.

    574

    LEGGI ANCHE