Erbe officinali: Rosmarinus officinalis

Erbe officinali: Rosmarinus officinalis

Il Rosmarino è usato notoriamente in cucina, serve per aromatizzare i cibi e per renderli altamente digeribili e gradevoli

da in Benessere, Digestione, Erbe Officinali, Insetti, Mangiar Sano, Medicine non Convenzionali
Ultimo aggiornamento:

    Rosmarino

    Usato in cucina per il suo aroma adatto alle carni, il Rosmarino è chiamato in botanica Rosmarinus officinalis L. ed appartiane alla famiglia delle Lamiaceae. Il suo uso in europa è diffuso in tutta la cucina tradizionale e serve per aiutare a digerire e per rendere i piatti più saporiti e gradevoli.

    La pianta del Rosmarino è tipicamente conosciuta come un arbusto ramificato con rametti intensamente riempiti di piccole foglie strette e lunghe acuminose e sempre verdi che ne costituiscono la parte più profumata usata fresca o seccata.

    La pianta fiorisce e moltiplica durante tutto l’anno e vive specialmente nelle regioni mediterranee dove cresce spontaneamente, ma può anche essere coltivata nei vasi o in casa per uso domestico. Predilige i paesi caldi e soleggiati ma non disdegna la montagna.

    La pianta offre un olio essenziale a base di limonene, pinene, che si divide in alfa-pinene, beta-pinene e gamma-pinene per acquaragia. Il pinene viene usato per produrre caramelle balsamiche e suffumigi per inalazioni; infine contiene il canforene antisettico naturale, non adatto a dosi elevate e alle donne in gravidanza, può causare avvelenamento, per cui è bene prima di somministrare confrontarsi con un medico.

    L’uso dell’olio essenziale è adatto a chi soffre di asma o di inappetenza, anche se le dosi di impiego devono essere moderate: nonostante il Rosmarino sia usato spesso in cucina ciò non significa che i suoi principi attivi contenuti in olio non possano portare a disturbi e ad effetti collaterali. Usato in cosmetica come impacco o decotto può rendere gradevole il momento del bagno.

    Il Rosmarino può anche essere usato come afrodisiaco insieme a salvia e menta, noto come pianta per la fedeltà coniugale.

    Principalmente però ha una caratteristica molto utile che lo rende adatto alla composizione di insetticidi e veleni per uccidere tarme e blatte, utile contro le zanzare.

    Le immagini sono tratte dal sito internet Iberplant.com

    420

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereDigestioneErbe OfficinaliInsettiMangiar SanoMedicine non Convenzionali
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI