Epidermide: allergia da cellulare

Tra le dermatiti moderne si va diffondendo la dermatite da cellulare, figlia dei cellulari di nuova generazione, composti da sostanze allergizzanti per chi e' sensibile

da , il

    Black Berry Curve

    I telefonini sempre attaccati all’orecchio, senza uso dell’auricolare, non solo causano il riscaldamento del padiglione e della parte esterna dell’apparato, ma possono anche essere causa di otiti o di paraotiti, insieme ad allergie ed eczemi. Come fare a proteggersi?

    Se non fosse possibile o gradito l’uso della cuffietta non ci sono molte soluzioni: una, la piu’ semplice, e’ quella di cambiare il cellulare, scegliendo un modello senza il nikel, oppure rimediare applicando una guaina protettiva.

    Il telefonino appoggiato all’orecchio infatti, a causa delle sostanze che compongono la cornice del cellulare intorno allo schermo, possono causare l’allergia all’epidermide, una allergia fastidiosa che colpisce il lobo e oltre che fare prurito causa gonfiore e fa male.

    La dermatite, perche’ di dermatite si tratta, si e’ andata diffondendo da quando sono nati i cellulari di ultima generazione, che non sempre hanno una guaina protettiva adatta: se prima era poco igienico usare cellulari senza sportellino e con la guaina, ora diventa pericoloso usare cellulari incompatibili con la pelle.

    Chi e’ allergico al nikel conosce la sensazione di calore e di prurito all’orecchio, sa quanto sia fastidioso e doloroso avere questa allergia, per cui se ne soffrite evitate di trascurare, curatevi immediatamente e cambiate il cellulare.

    Fonte: British Association of Dermatologists