Epatite E: attenzione agli insaccati

Epatite E: attenzione agli insaccati

Allora a questo punto che fare, evitare di mangiare tali cibi, ritenere che il problema riguardi solo la Corsica oppure anche il nostro Paese? No…

da in Alimentazione, Epatite, Gravidanza, Malattie, Ministero della Salute
Ultimo aggiornamento:

    insaccati

    Giungono nuove avvertenze in tema di epatite, stavolta chiamata in causa è l’epatite E, una forma meno nota rispetto a quella che siamo abituati a conoscere meglio, ovvero, l’epatite A e C; l’allarme viene dal Ministero della Salute francese a proposito soprattutto dell’abitudine da parte di alcuni abitanti della Corsica, ma sappiamo che l’abitudine non è solo loro, di mangiare salumi a base di fegato di maiale crudi, quelli che si definiscono fegatelli, ovvero, “querelle de foies” o, ancora, “ saucisses del foie “.

    Il Ministero della Salute transalpino mette in guardia i consumatori a proposito dei rischi legati a forme di epatite E che, al pari della forma A, si trasmette mediante l’alimentazione con cibi che risultino contaminati.

    Allora a questo punto che fare, evitare di mangiare tali cibi, ritenere che il problema riguardi solo la Corsica oppure anche il nostro Paese? No…. Dicono gli esperti, basta semmai cuocere detti cibi che, se ben cotti, il problema svanisce!

    Tuttavia le raccomandazioni del Ministero della Salute continuano prevedendo delle categorie di persone che farebbero bene ad astenersi del tutto da tali alimenti, parliamo di donne in stato di gravidanza, epatopatici e pazienti con scarse difese immunitarie a causa di malattie che li affliggono, ciò in quanto è molto difficile, anche ad alta temperatura, essere certi di aver del tutto sconfitto il virus responsabile dell’Epatite E e, proprio soggetti a rischio non dovranno cibarsi con tali alimenti.

    293

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneEpatiteGravidanzaMalattieMinistero della Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI