Emicrania cronica: sintomi, rimedi naturali e cure

L'emicrania cronica è considerata una patologia altamente invalidante per chi ne soffre perchè risulta essere frequente e continua. I sintomi ad essa associati sono vari e simili a quelli di un comune mal di testa, ma di intensità maggiore. Il problema dev'essere ampiamente studiato da uno specialista affinché possa prescrivere i rimedi e le cure giuste per non complicarlo ulteriormente.

da , il

    Hangover, Headache, Pain

    Quali sono i sintomi, i rimedi naturali e le cure dell’emicrania cronica? Soffrire di mal di testa cronico vuol dire manifestare un continuo ed incessante dolore nell’arco di tre mesi. Questa patologia colpisce soprattutto le donne di età compresa tra i 35 e i 45 anni, andando però a diminuire con l’avvicinarsi della menopausa. Pertanto, nonostante si tratti di un problema nella maggior parte dei casi invalidante, presenta comunque una prognosi favorevole poiché si riduce spontaneamente dopo i 50 anni. Tuttavia, non risparmia gli uomini colpendo in media ogni anno, il 10-15% della popolazione mondiale.

    Caratteristiche dell’emicrania cronica

    L’emicrania è un disturbo neurologico determinato dalla presenza di mal di testa di forte intensità. A differenza di quella episodica, caratterizzata da sintomi temporanei e insoliti, l’emicrania cronica si definisce tale se compare in modo ricorrente e continuo per una durata di almeno 15 giorni al mese, di cui 8 in modo consecutivo, per almeno tre mesi.

    Solitamente, questa patologia colpisce coloro che presentano una pregressa storia cefalica, così che da episodica diventa via via cronica. Con l’incremento della frequenza, un’emicrania assume caratteristiche tipiche di altri tipi di mal di testa, come per esempio può accadere nel caso della cefalea tensiva.

    La cronicizzazione del mal di testa avviene di solito nel corso degli anni in maniera graduale a causa di un’inadeguato, o del tutto insufficiente, trattamento dei sintomi. Il problema può talmente acuirsi da presentarsi quasi giornalmente. In questo caso si parla di emicrania cronica quotidiana, una patologia clinica che include tutte le cefalee senza sottostanti lesioni strutturali e quindi senza cause documentabili.

    Sintomi più frequenti

    I sintomi dell’emicrania cronica sono simili a quelli dell’emicrania episodica, con la sola differenza relativa alla durata delle manifestazioni fisiche, le quali, nel primo caso, si possono protrarre per oltre 72 ore. Pertanto, perchè venga diagnosticata l’emicrania cronica, è necessario che si verifichino i seguenti sintomi:

    • dolore unilaterale
    • nausea e vertigini
    • irritabilità
    • stanchezza oculare
    • offuscamento della vista
    • dolore pulsante
    • aggravarsi del dolore durante l’attività fisica
    • fotofobia, cioè sensibilità alla luce
    • difficoltà di concentrazione
    • sudorazione e pallore

    La sintomatologia sopra proposta viene spesso distinta in quattro fasi diverse tra loro, in cui il mal di testa cronico appare con specifiche caratteristiche:

    Fase prodromica

    Nella fase prodromica si hanno dei sintomi premonitori, ovvero che annunciano l’approssimarsi dell’emicrania, che possono presentarsi alcune ore, o addirittura giorni, prima dell’esordio del dolore vero e proprio.

    Questa fase si manifesta in circa il 60% dei soggetti affetti da emicrania cronica ed è caratterizzata da stanchezza, rigidità al collo, irritabilità, sensibilità a odori e suoni. In alcuni casi, un tratto caratteristico può essere il desiderio spasmodico di certi alimenti, come il cioccolato.

    Fase dell’aura

    L’aura è un fenomeno neurologico focale transitorio, che si verifica prima o durante il mal di testa, nella cosiddetta emicrania con aura. Non sempre si manifesta questa fase, tuttavia se presente precedono di poco l’esordio del mal di testa con una durata che può variare dal quarto d’ora all’ora.

    I segnali tipici dell’aura sono delle alterazioni visive come flash di luce, scotomi scintillanti, formicolii, sensazioni come “di puntura di spilli” o alterazioni motorie.

    Fase del dolore

    La fase del dolore vede l’insorgenza dell’emicrania vera e propria, in modo graduale con manifestazioni che aumentano progressivamente fino a raggiungere un’intensità da moderata a severa. Il dolore è prevalentemente monolaterale, ma in coloro che presentano emicrania senza aura può colpire entrambi i lati della testa.

    Questa fase solitamente può durare dalle 4 alle 72 ore negli adulti, con sintomi simili a quelli presente nella fase prodromica ma ulteriormente più invalidanti, fino ad includere sensazione di testa vuota e stati confusionali.

    Fase postdromica

    La scomparsa dell’emicrania determina l’inizio dello stadio definito postdromico. In questa fase, la maggior parte delle manifestazioni, che accompagnano l’attacco emicranico, si risolvono gradualmente, anche se possono persistere per alcuni giorni ancora. In genere, qualche ora di riposo è un rimedio efficace per eliminare gli ultimi fastidi.

    Possibili cause

    Le specifiche cause dell’emicrania cronica non sono ancora ben note. Tuttavia, è possibile supporre l’incidenza di determinati fattori scatenanti che potrebbero essere alla base del problema. Ecco i principali:

    • variazioni ormonali
    • digiuno
    • eccessivo consumo di alcool e fumo
    • posture scorrette
    • assunzione smodata di caffè
    • troppe ore davanti ad uno schermo
    • repentini cambiamenti climatici
    • eccessivo stress e ansia
    • problemi di vista non curati
    • abuso di farmaci
    • alterazioni del ritmo sonno-veglia
    • eccessivi sforzi fisici

    Rimedi naturali efficaci

    In caso di mal di testa, sarà il medico a prescrivere la cura più consona per ciascun tipo di paziente. Tuttavia, è possibile cercare di alleviare il dolore dell’emicrania cronica con alcuni rimedi naturali, che in alcuni casi sono risultati efficaci per contrastare il fastidioso problema. Tra i principali si possono annoverare rimedi tipici della medicina non ufficiale come:

    Fitoterapia

    Le erbe fitoterapiche utili per contrastare l’emicrania cronica sono, in particolare, quelle con azione analgesica e anti-infiammatoria in grado di alleviare il dolore in modo quasi immediato. Tra queste le principali utilizzate sotto forma di infuso o tintura madre, reperibile in farmacia, sono:

    • artiglio del diavolo
    • salice
    • agnocasto
    • arancio amaro
    • partenio
    • ginko biloba

    Omeopatia

    Nei confronti dell’emicrania cronica, l’omeopatia è in grado di agire sia sul disturbo fisico che sulla psiche, dove si trova sempre la vera origine del mal di testa. Per cominciare una cura che contrasti in problema in base alla causa d’origine è opportuno rivolgersi all’omeopata specialista. Tuttavia, i rimedi utili contro il dolore alla testa sono:

    • Belladonna
    • Arsenicum album
    • Nux vomica
    • Chamomilla
    • Pulsatilla
    • Sepia

    Agopuntura

    L’agopuntura è un rimedio che può rilevarsi molto utile contro l’emicrania cronica e altri tipi di mal di testa, come la cefalea a grappolo. L’agopuntura è una tecnica ormai accreditata, rivolta soprattutto a coloro che non vogliono prendere medicinali.

    Le sedute saranno diverse in base alla storia clinica del paziente, il tipo di mal di testa e la regione del dolore. Verranno quindi identificati i canali e gli organi deputati allo sviluppo del problema, e su questi si potrà intervenire con gli aghi.

    Biofeedback

    Il biofeedback è una tecnica di rilassamento, simile al training autogeno, molto apprezzata per l’emicrania, perchè insegna a rilassare la muscolatura del capo e del collo, per controllare sia l’emicrania che le cefalee di tipo tensivo.

    Questa pratica è, ad oggi, particolarmente utile per trattare l’emicrania nei bambini, sui quali non è possibile intervenire con i farmaci, soprattutto se in età scolare e già soggetti a forti mal di testa.

    Cure mediche disponibili

    Nel caso di emicrania cronica è fondamentale rivolgersi ad uno specialista per evitare di complicare ulteriormente il problema con farmaci da banco poco utili. In via generale, sia in caso di emicrania di natura acuta o cronica, vengono prescritti farmaci utili per alleviare la sintomatologia, ma anche per prevenirla.

    Tuttavia, è bene non abusare dei farmaci prescritti poiché sono essi stessi causa di mal di testa, e inoltre assumendone dosi elevate continuamente potrebbero sviluppare una sorta di farmacoresistenza nell’emicrania cronica, per cui diventerebbero obsoleti per la sua cura. Ecco i principali:

    • antidolorifici, come paracetamolo, ibuprofene, acido acetilsalicinico e triptani
    • antiemetici, per gli attacchi di vomito e nausea
    • beta-bloccanti per prevenire gli attacchi di emicrania cronica
    • antidepressivi, per regolare l’attività dei neuotrasmettitori
    • anticonvulsivi, per regolare l’attività nervosa delle cellule
    • tossina botulinica di tipo A, per ridurre l’attacco dell’emicrania cronica