Educazione: quella rigida determinerebbe il successo

Educazione: quella rigida determinerebbe il successo

Una recente ricerca oggetto di polemiche ha fatto notare che un'educazione rigida porterebbe ad aver successo nella vita

da in Bambini, Benessere, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    bambini

    Poter contare su un’educazione rigida non da tutti viene ritenuto un bene, visto che i metodi di una volta non sembrano adatti a nuovi modelli educativi che presuppongono l’uso del diaologo e della comprensione nei confronti dei figli. Eppure una recente ricerca sembra aver dimostrato che le pratiche educative rigide sembrano avere una certa valenza.

    Lo studio, condotto presso il Calvin College del Michigan, è stato oggetto di parecchie polemiche, perchè ha messo in evidenza, anche se con tutte le dovute cautele, che i bambini che vengono sculacciati hanno più successo nella vita. Il tutto si constaterebbe a partire dai risultati scolastici migliori per finire ad aspirazioni di più alto livello.

    Tutto ciò porterebbe ad un maggiore grado di felicità, una volta diventati adulti. Molte associazioni che si occupano di tutelare i minori si sono scagliate contro qesta ricerca, che sembra voler affermare un valore intrinseco alle sculacciate. In realtà gli studiosi hanno chiarito che ci si deve riferire ad un modello educatvo più ampio e che non prevede l’uso della violenza.

    Tra l’altro è stato messo in evidenza che il campione preso in considerazione è troppo ridotto per poter procedere a generalizzazioni.

    Sono stati esaminati infatti 179 adolescenti e si è scoperto che quelli che erano stati sculacciati fino a sei anni avevano conseguito un maggiore successo nella vita.

    Dopo i sei anni invece le sculacciate non sembrano ottenere più un effetto particolare. Polemiche a perte, è pure vero che metodi educativi troppo rigidi non portano da nessuna parte. Ciò che conta è portare avanti strategie educative basate sul rispetto della personalità dei più piccoli, affinche essi riescano a sviluppare tutte le loro potenzialità.

    Immagine tratta da: tuttomamma.com

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenesserePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI