NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Eczema nummulare: sintomi, cause e rimedi naturali

Eczema nummulare: sintomi, cause e rimedi naturali

L'eczema nummulare è un'infiammazione della pelle, i cui sintomi interessano diverse parti del corpo, come le gambe, le mani, gli avambracci, i piedi e il tronco. Le cause di questa patologia non sono del tutto note. L'eczema nummulare può colpire sia il neonato che il bambino e l'adulto. Ma quali sono i rimedi naturali e la cura contro l'eczema nummulare per giungere alla guarigione? Cosa fare? Scopriamo di più in merito.

da in Pelle
Ultimo aggiornamento:

    Quali sono i sintomi e le cause dell’eczema nummulare? Esistono dei rimedi naturali per sconfiggerlo? Si tratta di una dermatite, cioè di un’infiammazione della pelle che provoca una sintomatologia caratteristica. Le parti del corpo ad essere colpite da questa dermatite nummulare possono essere diverse, così come i soggetti ad essere colpiti: l’eczema nummulare può colpire il neonato, il bambino e anche l’adulto. Ma qual è la sintomatologia esatta? Qual è la cura contro l’eczema nummulare per giungere alla guarigione? Cosa fare? Scopriamo di più in merito.

    L’eczema nummulare è conosciuto anche come eczema discoide, eczema microbico e dermatite nummulare ed è una malattia infiammatoria della pelle, in grado di provocare delle macchie circolari o ovali di colore rosso in varie zone del corpo: generalmente, le zone maggiormente colpite dall’eczema nummulare, in cui questo è più diffuso, sono le gambe, le mani, gli avambracci, i piedi e il tronco, dunque pancia, schiena e torace. Sia la dermatite che l’eczema si riferiscono ad infiammazioni della cute. Per quanto riguarda l’epidemiologia di questa patologia, l’eczema nummulare può colpire qualunque soggetto a qualsiasi età, ma pare che la sua comparsa sia più frequente nei soggetti di sesso maschile di età compresa tra i 50 e i 70 anni. Secondo alcuni studi, pare che questa infiammazione della pelle abbia un’incidenza annuale pari a circa 2 casi ogni 1000 persone.

    L’eczema nummulare provoca la comparsa di sintomi caratteristici, sebbene sia compito del medico effettuare una corretta diagnosi ed escludere le altre malattie della pelle, che potrebbero essere scambiate per esso. I sintomi includono:

    • Macchie cutanee circolari o ovali, di colore rosso-brunastro o rosa
    • Pelle secca e squamosa
    • Screpolatura
    • Gonfiore
    • Vesciche
    • Prurito, intenso soprattutto di notte
    • Bruciore
    • Irritazione
    • Dolore

    Le chiazze cutanee possono avere caratteristiche variabili: possono, ad esempio, essere grandi qualche millimetro o solo pochi centimetri. Come detto prima, le aree del corpo colpite possono essere diverse e più di una: esistono, ad esempio, soggetti che presentano una sola zona affetta e altri con più parti coinvolte dall’eczema nummulare. Le regioni del corpo più colpite da eczema nummulare sono le gambe, le mani, gli avambracci, i piedi, la pancia, la schiena e il torace: è, infatti, raro che l’eczema nummulare colpisca il viso o il cuoio capelluto. La comparsa di dermatite nummulare è spesso associata a secchezza della pelle e, a volte, anche a dermatite atopica, sebbene non sembra vi siano connessioni rilevanti.

    Come per tutte le patologie che colpiscono l’organismo, è bene agire tempestivamente e non trascurare alcuni sintomi, che potrebbero condurre a complicanze. Pare, inoltre, che i sintomi dell’eczema discoide peggiorino in presenza di condizioni climatiche fredde e secche. Le complicazioni dell’eczema nummulare possono includere:

    • Disturbi del sonno, a causa del prurito intenso
    • Lesioni della pelle, per via dello sfregamento che può avvenire per il prurito
    • Infezioni batteriche
    • Febbre alta
    • Comparsa di pus
    • Dolore acuto

    Ad ogni modo, è possibile affermare che l’eczema nummulare non è contagioso: sebbene non si conoscano le precise cause, si sa con esattezza che l’eczema nummulare non rappresenta motivo di contagio e che è impossibile che possa diffondersi con il semplice contatto fisico tra persone.

    Non sono ancora state chiarite le cause esatte dell’eczema nummulare e queste sono, ancora oggi, oggetto di ricerche e di studio: non si sa, infatti, cosa possa scatenare, esattamente, l’infiammazione cutanea.

    Ad ogni modo, esistono alcuni fattori di rischio, che si pensa possano avere un peso rilevante nella sua comparsa e sono:

    • Secchezza della pelle, che renderebbe la superficie cutanea meno protetta
    • Utilizzo di sostanze aggressive, irritanti e infiammanti, come saponi, detergenti, creme e detersivi
    • Morso o punture di insetti
    • Assunzione di determinati farmaci, come la ribavirina, l’interferone o i bloccanti del TNF-alfa per il trattamento dell’artrite
    • Clima freddo e secco
    • Motivazioni genetiche ed ereditarie
    • Allergie alimentari

    Alla comparsa di segni e sintomatologia che possono far sospettare la comparsa di una malattia della pelle, è consigliabile rivolgersi al medico che, a sua volta, probabilmente, indirizzerà verso un dermatologo. Quest’ultimo potrà effettuare una corretta diagnosi e decidere la terapia adatta per l’eczema nummulare, dopo aver richiesto gli esami e le analisi del caso. Sicuramente, si procederà con la visita medica per osservare l’area sospetta colpita dalla patologia, lo studio dei sintomi e della storia clinica del paziente e potrebbero essere necessari anche dei test ulteriori per approfondire la situazione, escludere o confermare la presenza di altre malattie: ad esempio, test allergici, tamponi cutanei ed esami colturali su campioni di squame. I sintomi dell’eczema nummulare possono essere confusi con i segni di altre malattie dermatologiche, per cui questi sono tutti step fondamentali per poter eseguire una diagnosi il più corretta possibile: ad esempio, l’eczema nummulare potrebbe essere confuso con l’eczema atopico, la disidrosi o il semplice eczema alle mani.

    Cosa fare in presenza di eczema nummulare? Le cure dipenderanno dalla causa scatenante, per cui la scelta del trattamento è ampia e individuare il giusto percorso da intraprendere non sempre è facile. Tra i possibili trattamenti:

    • Farmaci antibiotici
    • Creme, lozioni e unguenti emollienti
    • Corticosteroidi orali
    • Corticosteroidi ad uso topico, come creme o unguenti
    • Farmaci antistaminici

    Gli emollienti sono quei farmaci in grado di ammorbidire la pelle, a base di sostanze oleose: la loro applicazione riesce a fermare l’irritazione, ma la scelta del prodotto più adatto dipende dal tipo di pelle e dalla zona interessata, per cui è sempre opportuno seguire il consiglio del medico, che saprà dirvi anche quante volte applicarli delicatamente al giorno e in che quantità. Raramente, gli emollienti provocano degli effetti collaterali, ma potrebbero verificarsi delle reazioni allergiche a seconda dei soggetti colpiti: per un primo utilizzo, applicate una piccola quantità di prodotto per monitorare la reazione della pelle.
    I corticosteroidi ad uso topico sono dei farmaci antinfiammatori, che appartengono alla famiglia degli steroidi e che vengono applicati direttamente sulle zone interessate dall’infiammazione. Anche in questo caso, rivolgetevi al medico per le modalità di somministrazione: generalmente, tali medicinali non devono essere applicati oltre le due volte al giorno e per più di 3-4 settimane.
    I corticosteroidi orali sono diversi da quelli ad uso topico solo per la modalità di somministrazione, in quanto questi vanno assunti per bocca.
    I farmaci antistaminici vengono prescritti se il paziente manifesta prurito intenso e forte irritazione, in special modo durante la notte.
    I farmaci antibiotici vengono prescritti solo se è presenta un’infezione batterica.

    Oltre al trattamento medico spiegato, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali e consigli utili per combattere l’eczema nummulare:

    • Mantenere la pelle idratata, utilizzando creme delicate e idratanti
    • Utilizzare saponi, detergenti e altri prodotti in generale delicati e privi di sostanze aggressive
    • Prestare attenzione agli effetti collaterali di determinati farmaci
    • Coprirsi adeguatamente in caso di freddo
    • Mantenere un giusto livello di umidità in casa
    • Tagliare le unghie per evitare lesioni e infezioni da grattamento per via del prurito
    • Fare attenzione all’alimentazione, se l’eczema nummulare è provocato da allergie e intolleranze

    Infine, la prognosi dipenderà da diversi fattori, quali la tempestività nell’intraprendere la corretta terapia, la causa scatenante e la gravità della condizione, oltre che l’età e lo stato di salute del paziente. Può avvenire che l’eczema nummulare abbia una risoluzione spontanea e guarisca da sé, ma il processo di guarigione potrebbe durare molte settimane o mesi. Da tenere presente che non è semplice guarire da tale infiammazione, perché ogni paziente è un caso a sé stante. Ad ogni modo, se non insorgono particolari complicazioni – come, ad esempio, infezioni batteriche – e se si individua la cura adatta al caso specifico, è possibile guarire in poche settimane.

    1536

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Pelle
    PIÙ POPOLARI