NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ecografie: almeno quattro malformazioni fetali su dieci non sono visibili

Ecografie: almeno quattro malformazioni fetali su dieci non sono visibili

Mettiamocelo in testa, sembra questa la reazione di Claudio Giorlandino, presidente della Sidip (Società italiana di diagnosi prenatale e medicina materno fetale), l’ecografia fa diagnosi corrette sei volte su dieci, in ambito alle malformazioni fetali e quando si parla di piccole anomalie, pur se dai risvolti impegnativi e/o drammatici, la percentuale di successo dell’ecografia non supera il 20%

da in Analisi mediche, Diagnosi precoce, Ecografie, Malattie, Malformazioni
Ultimo aggiornamento:

    ecografia

    Si torna a parlare di malformazioni fetali non individuati dall’ecografia ed i ricercatori non hanno dubbi, nonostante il grado di perfezione dei moderni ecografi, gli stessi non sono sempre in grado di scovare qualsivoglia anomalia che sia più o meno difficile da riscontrare, così come c’è pure da considerare che chi di fatto legge l’ecografia, il medico, è soggetto anch’esso a quella percentuale di errore che è pur sempre possibile.

    Risultato, su dieci malformazioni fetali, almeno quattro non sono visibili e dunque non diagnosticabili per tempo. E’ sicuramente un quadro impietoso ma occorre stabilire il limite che ancora adesso la scienza ha nei confronti della diagnosi prenatale, affinchè i genitori non pensino che tutto sia reso palese dalle ecografie aspettandosi da queste l’infallibilità più assoluta.

    Questo costume da parte dei genitori ha fatto impennare il numero delle denunce nei confronti di quei medici che non avevano ravvisato per tempo una malformazione fetale, ma poi, alla luce delle indagini eseguite, si osserva che su cento denunce almeno 90 non giungono a nessuna condanna, ma ad un’archiviazione perché il “ fatto non sussiste”.

    Mettiamocelo in testa, sembra questa la reazione di Claudio Giorlandino, presidente della Sidip (Società italiana di diagnosi prenatale e medicina materno fetale), l’ecografia fa diagnosi corrette sei volte su dieci, in ambito alle malformazioni fetali e quando si parla di piccole anomalie, pur se dai risvolti impegnativi e/o drammatici, la percentuale di successo dell’ecografia non supera il 20%

    “È bene dire chiaramente – sottolinea Giorlandino – che è impossibile avere la certezza assoluta che il nascituro sia al riparo da tutte le possibili anomalie fetali quando gli esami prenatali hanno dato esito positivo”. L’ecografo è uno strumento fondamentale per studiare l’andamento della gravidanza, “ma – avverte il ginecologo – non possiamo dare la certezza che il bambino che verrà al mondo sarà perfetto”. Secondo Giorlandino, il progresso della medicina, specie nella diagnostica, ha fatto alzare il livello di aspettativa dei futuri genitori i quali credono che un’ecografia possa mostrare ogni tipo di eventuale malformazione fetale.

    395

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Analisi medicheDiagnosi precoceEcografieMalattieMalformazioni
    PIÙ POPOLARI