Duodenite: sintomi, cause e cure

Duodenite: sintomi, cause e cure

La duodenite è un’infiammazione del duodeno

da in Alimentazione, Apparato digerente, Apparato gastrointestinale, Infiammazioni, Intestino, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    duodenite sintomi cause cure

    La duodenite è un’infiammazione del duodeno, che è la parte dell’intestino tenue dove transita il cibo nel processo di digestione. I sintomi consistono in dolore nella parte alta dell’addome, in problemi di digestione e nella diarrea. La duodenite presenta una correlazione con altre patologie, in quanto il processo infiammatorio si può estendere anche allo stomaco e si ha allora una gastrite associata, meglio detta in questo caso gastroduodenite. Le cause sono da rintracciare nelle ulcere, in problemi di stress, nell’ernia iatale o in uno stile di vita scorretto. Le cure consistono nell’uso di farmaci specifici, ma soprattutto nel cambiamento dello stile di vita, che comprende anche la dieta.

    I sintomi

    I sintomi della duodenite consistono nella sensazione di dolore che si riscontra nella parte alta dell’addome. Il soggetto presenta problemi nella digestione, che appare difficoltosa e comporta acidità e bruciori. A volte si può incorrere anche nella nausea e nel vomito. In generale si avverte un malessere vario, che può essere accompagnato dalla mancanza di appetito. Si possono manifestare fenomeni di diarrea oppure problemi di stipsi.

    Le cause

    Le cause della duodenite sono differenti. A volte si può trattare di infezioni, che si distinguono in virali e batteriche. In quest’ultimo caso il maggiore responsabile è l’helicobacter pylori. A volte anche le ulcere, con la perdita della mucosa che riveste l’intestino, possono essere implicate. In genere tutto il processo è da rapportare ad un’eccessiva acidità delle secrezioni che vengono dallo stomaco.

    L’abuso di alcuni farmaci può essere alla base del problema, che molte volte comunque ha cause sconosciute.

    In generale sono implicati i problemi di stress o di ansia e lo stile di vita scorretto, che consiste in cattive abitudini alimentari e nell’abuso di alcolici e di fumo.

    Ci sono anche alcune malattie che possono provocare l’infiammazione del duodeno. Fra queste la colite, la gastrite, il morbo di Crohn, una malattia autoimmune e la pancreatite (infiammazione del pancreas), la quale può risolversi in un’infiammazione combinata di pancreas e stomaco, detta pangastrite.

    Se non si interviene con una specifica terapia, la malattia può diventare cronica, con gravi conseguenze per la salute. Per esempio, nel caso della duodenite erosiva si ha un’infiammazione della mucosa dell’esofago, che presenta delle complicazioni, simili a quelle che vengono provocate dall’ulcera.

    Le cure

    Le cure per la duodenite possono prevedere l’uso di farmaci, come gli antibiotici, se è implicata un’infezione batterica. Alcuni medicinali possono abbassare l’acidità gastrica, per dare sollievo alla sintomatologia acuta. Ciò che è importante è comunque cambiare lo stile di vita. Si dovrebbe cercare di ridurre lo stress, evitare l’alcool e il fumo e modificare il proprio regime alimentare, evitando i cibi grassi, fritti e irritanti.

    Gli alimenti consigliati sono soprattutto il caffè d’orzo, lo yogurt, la camomilla, le tisane a base di erbe come la malva, l’alloro e la melissa. Il riso e la pasta vanno conditi in bianco, mentre la carne andrebbe limitata a quella bianca. Il pesce, meglio quello magro. Le verdure hanno il via libera, purché siano lessate. La frutta si dovrebbe mangiare cotta o molto matura.

    668

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneApparato digerenteApparato gastrointestinaleInfiammazioniIntestinoMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI