Droga, una realtà per 200 mln di persone nel mondo

Le droghe registrano ancora un numero troppo elevato di utilizzatori nel mondo, raggiungendo quota 200 milioni, secondo un recente studio

da , il

    Droga, alta diffusione nel mondo

    E’ spaventoso il numero delle persone che, a oggi, nel mondo, utilizza, in varie forme e con diverse modalità, la droga. Sono 200 milioni, secondo le ultime stime ufficiali, contenute in una recente indagine pubblicata sulle pagine della rivista Lancet, gli individui che hanno fatto o fanno abitualmente uso di sostanze stupefacenti, droghe illegali e altamente pericolose per la salute e l’integrità dell’organismo.

    Secondo le cifre snocciolate dalla sperimentazione apparsa sulle pagine dell’autorevole rivista scientifica Lancet, nel corso del 2009, sono state circa 200 milioni di persone nel mondo a fare uso di droghe. In particolare, il numero dei soggetti utilizzatori di sostanze stupefacenti, stando alle stime ufficiali, sarebbe compreso fra 149 e 271 milioni.

    Droghe, al plurale, perché le sostanze stupefacenti sono di vario tipo, con diversi effetti e differenti gradi di rischio. L’indagine suddivide anche gli utilizzatori in base alla droga prescelta: fra i 125 e i 203 milioni hanno utilizzato una droga considerata leggera, la cannabis; tra 15 e 39 milioni hanno assunto oppioidi, come l’eroina e la morfina, anfetamine o cocaina; tra gli 11 e i 21 milioni di persone si è, invece, iniettata sostanze stupefacenti.



    Le droghe sembrano poter “vantare” cifre spaventose, ma non solo, anche una geografia piuttosto chiara e definita. Infatti, secondo i dati raccolti, l’utilizzo di sostanze stupefacenti è maggiormente concentrato nei Paesi più ricchi o nelle economie più povere dove, però, si producono le droghe.

    Utilizzare queste sostanze, che distorcono la percezione della realtà, ma non solo, può essere la causa, diretta o indiretta, di numerose problematiche: dalla dipendenza, ai disordini mentali, fino alla psicosi, all’hiv, all’isolamento sociale e al decesso.