Dormire bene se il matrimonio è felice

Dormire bene se il matrimonio è felice

Una ricerca statunitense dimostra che il segreto per non soffrire di insonnia e per dormire bene è poter contare su un matrimonio stabile e felice

da in Benessere, Insonnia, Psicologia, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    insonnia

    Dormire bene è una condizione essenziale per affrontare meglio la giornata, ma anche per contribuire al miglioramento del nostro benessere generale, non solo dal punto di vista fisico, ma anche da quello psicologico. Eppure l’insonnia è un disturbo che affligge molte persone e anche quando si riesce a prendere sonno spesso si riposa poco e male. Ci sono diversi stratagemmi che si possono adottare per cercare di addormentarsi, ma di solito non servono a molto.

    Essi contribuiscono ad accrescere solo il nostro disperato desiderio di dormire, senza dare un felice esisto alla situazione problematica. Ma c’è un elemento che secondo un recente studio ha la facoltà di riuscire a dare un contributo importante in tema di dormire bene. Si tratta di un matrimonio felice. Chi può contare su una relazione stabile portata avanti con serenità riesce anche a dormire meglio rispetto a chi è impegnato in rapporti non soddisfacenti.

    Lo studio a tal proposito è stato effettuato negli Stati Uniti ed è stato pubblicato sulla rivista “Behavioral Sleep Medicine”. Sono stati presi in esame circa 2.000 donne fra i 42 e i 52 anni di età e si è proceduto alla valutazione della qualità del loro sonno.

    Wendi Troxel, che ha guidato il gruppo di ricercatori che ha svolto l’indagine, ha affermato che il risultato non lasciava ombra di dubbio in merito all’influenza che un matrimonio appagante può avere sulla qualità del dormire.

    Chi porta avanti una relazione soddisfacente non presenta difficoltà ad addormentarsi, risvegli notturni e stanchezza nel corso della giornata. Tutto ciò dimostra come sono forti le correlazioni tra mente e stati fisiologici del nostro organismo.

    Immagine tratta da: www.civisonline.it

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereInsonniaPsicologiaRicerca MedicaSonno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI