Donne: se lo shopping è compulsivo

Donne: se lo shopping è compulsivo

Lo shopping compulsivo riguarda nell'80% dei casi le donne, si tratta di una tendenza quasi maniacale, appunto compulsiva, a comprare oggetti e cose del tutto inutili all'unico scopo di appagare se stessi e di far aumentare l'autostima

da in Dipendenze, Psicologia, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    Donne e Shopping

    Le donne tra i 20 e i 40 anni, in Europa, secondo un recente sondaggio, sarebbero soggette a cadere nella malattia da shopping compulsivo. Ne parla un film attualmente al cinema: “I love Shopping” . Si tratta di una patologia che coinvolge anima e corpo nel perseguire acquisti dei più impensati, poco importa se costoso o meno, per scaricare la tensione e per sentire dentro di sè un senso di totale appagamento.

    Lo shopping è compulsivo quando, nella donna, arriva a riempire i pensieri nei momenti liberi dal lavoro, tanto quanto un uomo ad esempio farebbe con il pensiero del sesso. La patologia diventa grave quando la donna perde la capacità di scindere tra la necessità dell’acquisto e la effimera voglia di appagare il desiderio.

    Ma torniamo alle origini: come si manifesta lo Shopping Compulsivo? Se non passa un minuto, e non è un modo di dire, che non si pensi alle compere, vuol dire che si è ammalate. Se ogni settimana vi comprate delle cose che non sono indispensabili e sentite ogni giorno la voglia di visitare negozi e vetrine, a meno che non siete vetriniste, siete ammalate.

    Questa malattia si manifesta lentamente, diventa manifesta quando di fronte a un nuovo oggetto o a una uscita di tendenza la persona, anche se non ha bisogno e non ha le capacità economiche, ricorre comunque all’acquisto. Si stima che il 6% della popolazione dei paesi industrializzati sia portato a soffrire di questa patologia.

    Nella maggior parte dei casi comincia come un passatempo, un vizio, ma quando non si riesce a smettere secondi quanto riporta la Organizzazione Mondiale di Sanità, diventa malattia vera e propria.

    Nella società a soffrire di questa patologia sono l’80% delle donne, di età compresa tra i 25 e i 35 anni maggiormente, che di fronte alla non possibilità di comperare cade in uno stato di depressione e di frustrazione.

    Si tratta di oggetti che servono per fare crescere l’autostima quelli che il dipendente da shopping compera, l’acquisto compulsivo si cura inizialmente con terapie psicodinamiche e psicoanalitiche, nei casi meno gravi, per arrivare a individuare la causa del problema. Nei casi più gravi invece, quando lo shopping compulsivo danneggia il portafoglio e la serenità della vita famigliare, viene curato allo stesso modo della dipendenza da gioco d’azzardo o della cleptomania.

    Immagini tratte da Fuori di testa . it

    493

    Soffri di shopping compulsivo? [TEST]

    Domanda 1 di 10

    Gita a Nizza. Finalmente un po' di relax estivo in Costa Azzurra. Ti fiondi subito:

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DipendenzePsicologiaSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI