Donne: più propense degli uomini alla beneficenza

Donne: più propense degli uomini alla beneficenza

Le donne sono più generose degli uomini e più propense ad agire in azioni di beneficenza

da in Comportamento, Psicologia, Ricerca Medica, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    donne

    Il mondo interiore delle donne si rivela molto più articolato di quello degli uomini e le differenze collegate al genere sembrano valere anche in termini di generosità. Non tutti sembrano essere propensi a donare agli altri in maniera identica, anche quando il nostro prossimo si trova in difficoltà. C’è chi preferisce tenere per sé le proprie risorse, c’è chi invece è disposto a dare agli altri senza restrizioni.

    Questa differenza di atteggiamento dipende da due elementi: genere di appartenenza e identità morale, che si può definire come la volontà di essere onesti e gentili. Ogni individuo ha una sua identità morale, che viene influenzata anche dal genere. Le donne sono più generose, mentre gli uomini, quando si tratta di donare, sono più spinti a dare a chi è geograficamente più vicino a loro.

    Sono le conclusioni a cui sono arrivati i ricercatori della Texas A&M University. Essi hanno condotto uno studio dando ai partecipanti cinque banconote da un dollaro, che potevano utilizzare in tre modi. I partecipanti all’indagine potevano tenere il denaro per se stessi, potevano donarlo alle vittime dell’uragano Katrina o a quelle dello tsunami.

    Ognuno ha agito in maniera differente a seconda del grado di identità morale del genere di appartenenza.

    Le donne con bassa identità morale e gli uomini con alta identità morale hanno scelto di donare i soldi alle vittime più vicine a loro. Le donne con alta identità morale hanno diviso il denaro fra le due categorie di vittime. Gli uomini con un basso grado di identità morale hanno conservato i cinque dollari per se stessi.

    I ricercatori sono arrivati alla conclusione che le donne sono in linea di massima più generose degli uomini. Inoltre hanno potuto mettere in evidenza come è possibile prevedere le donazioni in base ai due fattori che sono emersi dallo studio con un enorme vantaggio per l’organizzazione di iniziative di solidarietà mirate.

    Immagine tratta da: Uilcemsicilia.org

    384

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ComportamentoPsicologiaRicerca MedicaSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI