Donazione reni: una pratica sicura

Donazione reni: una pratica sicura

Secondo l’autorevole ricerca scientifica il numero di morti da donazione di rene è veramente basso, su 80 mila donatori attenzionati, le morti sarebbero state tre nei primi tre mesi ogni diecimila pazienti che abbiano donato un rene, che se paragonato alle morti naturali è di poco superiore a queste ultime

da in Interventi Chirurgici, Reni, Sovrappeso, donazione-organi
Ultimo aggiornamento:

    donare un rene

    Ma chi l’ha detto che la pratica generosa di donare un rene sia da considerarsi a rischio, al contrario, la mortalità per chi la attua è tanto bassa da non presentare alcun rischio, almeno come rivela una ricerca dell’American Medical Association.

    Secondo l’autorevole ricerca scientifica il numero di morti da donazione di rene è veramente basso, su 80 mila donatori attenzionati, le morti sarebbero state tre nei primi tre mesi ogni diecimila pazienti che abbiano donato un rene, che se paragonato alle morti naturali è di poco superiore a queste ultime.

    Ma c’è dell’altro, l’età superiore ai 50 anni ed il soprappeso non incidono sul rischio di morire prematuramente; “La donazione di un rene e’ un’operazione estremamente sicura – ha spiegato Martin Zand, uno degli autori, alla Cnn – spero che questo studio faccia superare le preoccupazioni dei donatori, che comunque sono raddoppiati negli Usa negli ultimi 15 anni”.

    Dunque una pratica da seguire se si pensa che donando un rene ad una persona che ne abbia bisogno si trasforma nell’affrancamento dalla dialisi e nel salvargli in qualche caso la vita.

    Una ricerca che va nella direzione giusta se si pensa che il grosso limite riguardo a questi interventi era proprio quello rappresentato dalla paura da parte del donante per la sua stessa vita.

    253

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interventi ChirurgiciReniSovrappesodonazione-organi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI