Dolore cervicale: le principali cause e i rimedi

da , il

    Dolore cervicale: le principali cause e i rimedi

    Il dolore cervicale (per i medici cervicalgia) è un disturbo molto comune che, soprattutto durante l’autunno e l’inverno, colpisce moltissimi individui in età adulta, ma può verificarsi anche prima impedendo, nei casi in cui il dolore è più intenso, lo svolgimento delle attività quotidiane.

    Il disturbo, comunemente chiamato solo cervicale, si manifesta solitamente con un dolore localizzato nella zona del collo che però spesso colpisce anche le braccia e le spalle, provocando fastidiosi inconvenienti come la difficoltà a muoversi e, in certi casi, anche mal di testa persistente. Il dolore può essere causato da posture sbagliate, da colpi di freddo o livelli eccessivi di tensione.

    Lo stile di vita odierno caratterizzato da stress, ritmi frenetici o vita sedentaria, non è d’aiuto per chi soffre di dolore cervicale. A rischio soprattutto coloro che svolgono, ad esempio, un lavoro cosiddetto “da scrivania” o che al contrario prevede sforzi fisici eccessivi. Come fare, allora, a riconoscere i sintomi del dolore cervicale e quali possono essere le cause che provocano questo disturbo?

    Sintomi

    I principali campanelli d’allarme di un problema cervicale sono: – oltre al classico fastidioso dolore alla base del collo:

    • mal di testa
    • vertigini
    • sensazione di formicolio a braccia e mani.
    • rigidità, in particolar modo nel ruotare il capo. In questo caso si parla comunemente di torcicollo. Consiste in una contrattura dei fasci muscolari laterali del collo.

    In alcuni casi il malessere può includere sintomi come la nausea ed estendersi anche ad altre zone del corpo; in questi casi è necessario rivolgersi al medico che può essere d’aiuto oltre che per una diagnosi precisa, anche per riconoscere i comportamenti a rischio ed evitarli.

    Cause e comportamenti a rischio

    Le cause di un’infiammazione cervicale, come già detto, possono essere molteplici da una postura sbagliata al colpo di freddo passando per stress, sedentarietà.

    Fra le cause principali di un temporaneo dolore cervicale ricordiamo:

    • Il sovrappeso: un peso corporeo eccessivo affatica tutta la colonna vertebrale e dunque anche la zona cervicale. Il mantenimento di un peso adeguato, oltre a essere necessario per il benessere fisico generale è importante anche, nel caso specifico, per evitare problemi cervicali.
    • L’utilizzo di materassi o cuscini di scarsa qualità. L’utilizzo di cuscini non adeguati o materassi eccessivamente morbidi può essere altresì causa di problemi cervicali. La scelta di un cuscino ergonomico è sicuramente un buon aiuto per contrastare i problemi cervicali. Inoltre, anche la posizione che si assume per dormire ha la sua importanza: le vertebre cervicali dovrebbero essere allineate con quelle della colonna ed è sconsigliabile, per chi soffre di questi dolori, dormire a pancia in giù.
    • Gli sforzi eccessivi. E’ importante evitare, poi, di portare pesi eccessivi o non distribuiti in modo corretto, che andrebbero a sovraccaricare la colonna vertebrale.
    • I colpi di freddo. Ci sono a tal proposito molte cattive abitudini diffuse che possono provocare dei dolori alla cervicale come per esempio non asciugare bene i capelli, soprattutto nel periodo invernale, andando incontro a possibili colpi di freddo. Molto importante è anche indossare sempre la sciarpa soprattutto nei mesi freddi per evitare spiacevoli colpi di freddo nella zona del collo.

    Fra i comportamenti a rischio da evitare il più possibile:

    • Stile di vita stressante. Lo stress rappresenta una delle maggiori cause della cervicalgia, poiché le tensioni della vita quotidiana, spesso, si trasformano in tensioni muscolari, e vengono scaricate nella zona cervicale, provocando contratture e dolori.
    • Postura sbagliata. E’ importante curare la postura sin dall’infanzia. Una posizione sbagliata assunta per guardare la tv o utilizzare computer, smartphone e tablet può avere conseguenze anche a distanza di anni e creare problemi di cervicale. A chi trascorre diverse ore davanti un monitor o davanti alla tv, è consigliato effettuare delle brevi pause, di tanto in tanto, per sciogliere i muscoli contratti.
    • Leggi anche: Esercizi per alleviare il mal di collo
    • Vita sedentaria. Al bando la pigrizia: l’attività fisica è fondamentale per prevenire problemi cervicali. Infatti un rilassamento eccessivo dei muscoli della zona cervicale porta a un indebolimento che spinge alla contrazione, e di conseguenza a uno stato doloroso.

    Prevenzione e rimedi

    Il dolore alla cervicale può essere episodico o cronico, ma in entrambi i casi è importante intervenire in modo tempestivo ed adeguato. Prima di tutto è importante ridurre al minimo le situazione di stress a cui vengono sottoposte le nostre vertebre cervicali quindi è buona norma assumere sempre una corretta postura sia se si è costretti a stare seduti che in piedi facendo quale piccolo esercizio di rotazione del collo di tanto in tanto per sciogliere i muscoli. Altrettanto importante è l’attività fisica, in particolare la pratica dello yoga e del pilates, che aiutano a ridurre lo stress e ad allungare i muscoli. Per intervenire in modo specifico sull’area interessata possono essere d’aiuto massaggi o la termoterapia che, applicando calore direttamente sulla zona dolente, ad esempio tramite fasce o cerotti autoriscaldanti, dona sollievo dai dolori muscolari.

    Per testare i prodotti che sfruttano la terapia del calore clicca qui.