Dolore al piede: cause e rimedi

Il dolore al piede può avere alla base varie cause, dalla borsite alla tendinite, dalle verruche alle distorsioni

da , il

    dolore al piede cause rimedi

    Il dolore al piede, destro o sinistro, può interessare qualsiasi parte: le dita, il dorso, l’arco, il collo, la pianta o il tallone, coinvolgendo a volte anche il lato esterno. Certe volte possiamo avvertire un fastidio sotto l’alluce. In ogni caso, è sempre opportuno affidarsi alla diagnosi del proprio medico di fiducia, perché le cause della sensazione dolorosa possono essere tante. Si può trattare di borsite, di verruche plantari, di artrite o di artrosi oppure di tendinite. Con un’adeguata terapia il tutto può essere risolto facilmente, ecco perché il problema non deve essere trascurato.

    Le cause

    Le cause del dolore al piede sono diverse. A volte si può incorrere nella borsite, un processo infiammatorio che interessa la borsa sierosa di un’articolazione. In questi casi, il movimento del tendine diventa doloroso.

    Un problema simile è la tendinite, un’infiammazione che comporta la formazione di una vascolarizzazione sanguigna, che di solito non coinvolge il tendine. Da qui il dolore. A volte il disturbo può essere determinato da calli con la cute ispessita da sfregamento o pressione o da verruche plantari, che si presentano come delle ferite sulle piante dei piedi causate dalla pressione.

    In ogni caso, i motivi che ci possono condurre al consulto di un medico sono anche altri, dalle distorsioni alle fratture da stress. Non dobbiamo dimenticare nemmeno, fra le altre cause, l’artrite e l’artrosi.

    Anche la gotta può svolgere un ruolo fondamentale. Si tratta di una malattia che spesso interessa soprattutto l’alluce, il quale diventa rosso e gonfio.

    Alla base del problema anche patologie meno comuni, come il neuroma di Morton, un ispessimento del tessuto nervoso che si trova fra le dita.

    I rimedi

    Fra i rimedi per il dolore al piede c’è l’applicazione del ghiaccio per ridurre anche il gonfiore. In ogni caso, è fondamentale il riposo, soprattutto cercando di limitare l’attività e l’esercizio fisico, per evitare inutili o eccessive sollecitazioni, specialmente se il fastidio aumenta dopo la corsa. Il tutto naturalmente fino a quando non ci si sente meglio.

    Si possono indossare degli specifici prodotti per evitare sfregamenti e irritazioni e si può ricorrere anche a dei plantari. Nel caso delle verruche o dei calli, è essenziale rivolgersi ad uno specialista per la loro rimozione.

    A volte, nel caso delle fratture, oltre all’ingessatura e all’intervento chirurgico, è necessaria anche un’adeguata fisioterapia, specialmente per rinforzare i muscoli. Il medico potrà prescrivere, per alleviare il dolore, analgesici o antidolorifici.

    In ogni caso è sempre bene puntare sulla prevenzione, indossando scarpe comode, evitando punte strette e tacchi alti, riscaldandosi adeguatamente prima dell’esercizio fisico e perdendo peso.