Disturbi psicosomatici da stress: quali sono e come si curano?

Disturbi psicosomatici da stress: quali sono e come si curano?
da in Disturbi psicosomatici, Malattie psicosomatiche, Psicologia, Stress
Ultimo aggiornamento: Domenica 10/04/2016 08:20

    disturbi psicosomatici da stress quali sono come si curano

    Disturbi psicosomatici da stress: quali sono? Come si curano? I disturbi psicosomatici sono delle vere e proprie malattie, che comportano anche la presenza di danni a livello organico e sono aggravate da fattori emozionali. Si tratta di una risposta dell’organismo a situazioni di disagio o di stress, generalmente attribuite ad emozioni negative, che tengono il corpo in una condizione di emergenza continua. Vari sono gli organi e gli apparati, a carico dei quali si possono manifestare i disturbi di tipo psicosomatico, da quello gastrointestinale al sistema cutaneo. Vediamo quali sono i più comuni e come fare per curarli.

    fibromialgia disturbi psicosomatici

    La fibromialgia è una patologia che colpisce i muscoli, causando tensione muscolare e che si manifesta con dolore, rigidità generalizzata, stanchezza e affaticamento. Il trattamento farmacologico più utilizzato per la cura di questa malattia è la terapia con gli antidepressivi, anche se il medico può prescrivere pure analgesici e antiparkinsoniani. Un interesse sempre più generalizzato è rappresentato dai farmaci inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina. Di solito alla terapia con i farmaci vengono associati programmi di allenamento fisico e tecniche di rilassamento.

    stanchezza cronica

    Si tratta di una forma molto diffusa di mal di testa, che può essere episodico, ma può apparire anche in forma cronica. Generalmente si presenta per più di 15 giorni in un mese con dolore lieve o moderato e con eventuale fotofobia o con la sensazione dolorosa aggravata dai suoni. La cefalea tensiva viene curata con farmaci miorilassanti, attraverso il cambiamento dello stile di vita, che può diminuire la frequenza degli attacchi, tecniche di rilassamento, fisioterapia, con correzione della postura e massaggi; a volte è necessario associare una psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale.

    cefalea tensiva disturbi psicosomatici

    La stanchezza cronica è una spossatezza molto intensa, che si manifesta sia a livello mentale che fisico. E’ causata da uno sforzo anche minimo e non riesce a passare né con il riposo né con il sonno. Può essere un sintomo associato all’ansia e alla depressione endogena e reattiva. La terapia consigliata è l’intervento psicoterapeutico di tipo cognitivo-comportamentale.

    colite spastica disturbi psicosomatici

    La colite spastica è una patologia che interessa l’ultimo tratto dell’intestino, chiamato colon. Le cause non sono state individuate con certezza, anche se sembra esserci una correlazione molto stretta con il ripetersi nel tempo di condizioni di stress e di ansia. La malattia può essere aggravata da uno stile sedentario e da un’alimentazione disordinata, con sintomi come meteorismo, gonfiore, nausea e dolore. Per la cura è utile modificare la dieta, assumendo un apporto maggiore di fibre e di liquidi, evitare alcuni alimenti, come formaggi stagionati, insaccati e bibite gassate, e cambiare stile di vita, aumentando l’attività fisica. Soltanto nelle fasi di crisi acuta ci si può rivolgere all’uso degli antispastici o degli antidiarroici. Fondamentale sarebbe un buon percorso di psicoterapia, attraverso il quale si sperimentano strategie di gestione dello stress.

    dermatite psicosomatica disturbi psicosomatici

    La dermatite consiste in una reazione infiammatoria, che si manifesta sotto forma di irritazione. Può essere anche autoimmunitaria, esprimendosi come una specie di reazione di difesa dell’organismo verso processi e situazioni di stress elevato. Si parla di dermatite psicosomatica quando non si rintracciano cause organiche che la determinano. Numerosi sono gli effetti che lo stress può avere sulla salute. Anche in questo caso l’aiuto psicologico è molto importante, soprattutto perché la dermatite è una sorta di campanello di allarme che l’organismo ci manda per dire che esiste qualcosa che non va a livello psicofisico.

    870

    LEGGI ANCHE