Disturbi mentali per il 38% degli europei

Disturbi mentali per il 38% degli europei

Le malattie mentali sono tra le più diffuse in Europa, con ben 165 milioni di persone colpite: un nuovo progetto, “Roamer”, promette di fare il punto della situazione

da in Ansia, Malattie, Mente, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    disturbi mentali in Europa

    Il Vecchio Continente registra una forte incidenza delle patologie più subdole, difficili da diagnosticare, ma anche da comprendere, fardelli con i quali la convivenza, troppo spesso, è davvero complessa, le malattie mentali. Secondo i dati più recenti 165 milioni di europei, circa il 38% della popolazione, soffre di disordini mentali.

    Si chiamano ansia, depressione, ma anche dipendenza da droga e alcol, demenza e iperattività: ecco i disturbi mentali di cui soffrono gli europei, giovani, giovanissimi, adulti e anziani, che un nuovo progetto promette di “mappare” a dovere.

    Per mappare i disturbi, ma, soprattutto, monitorare lo stato della ricerca e promuoverne lo sviluppo, da ottobre è partito il progetto “Roamer” (Road Map europea per la ricerca sulla salute mentale), finanziato dall’Ue con 2 milioni di euro in 3 anni.

    “I progressi e le novità della ricerca devono essere finalizzati ad alleggerire l’impatto dei disordini mentali e migliorare la salute mentale e il benessere degli europei.

    Il progetto ha lo scopo di sviluppare una mappa completa e basata sul consenso per la promozione e l’integrazione della ricerca sulla malattia mentale negli Stati europei, al fine di accrescerne la già alta qualità e di tradurla in miglioramenti e innovazioni nelle prestazioni per la cura della malattia mentale e in strategie per migliorare la salute mentale e il benessere della popolazione” ha osservato nel corso della recente presentazione del progetto, Josep Maria Haro, Parc Sanitari Sant Joan de Déu di Barcellona.

    Il progetto seguirà un metodo di analisi semplice, quanto efficace. Sarà esaminata la situazione attuale, per poi fissare i traguardi ancora da tagliare, comparando l’oggi con il domani auspicato e auspicabile.

    341

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaMalattieMenteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI