Disturbi del sonno: scrivere i sogni contro gli incubi

Disturbi del sonno: scrivere i sogni contro gli incubi

Con l'Imagery Rehearsal Therapy o ripetizione immaginativa ci si può liberare dagli incubi e dall'insonnia legata ad essi

da in Ansia, Benessere, Disturbi del sonno, Insonnia, News Salute, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    parasonnia incubi

    Fra le parasonnie anche gli incubi trovano posto, intesi come fenomeni che possono arrecare fastidio durante il sonno e che possono trasformarsi in veri e propri disturbi, se si verificano con frequenza e in maniera intensa. In questo caso il risultato può consistere in risvegli continui in preda a vere e proprie sensazioni di panico o di ansia molto intensa.

    Come spiegano gli esperti l’ansia che proviamo in seguito ad un incubo può essere considerata il corrispettivo del pavor nocturnus che può capitare di provare da bambini. In ogni caso le manifestazioni ansiose legate al risveglio da un brutto sogno non sono insolite e per molti possono costituire un vero e proprio problema che si manifesta con tachicardia e una bruttissima sensazione di soffocamento. Gli incubi occasionali non dovrebbero destare preoccupazioni, visto che la causa potrebbe essere lo stress.

    Gli incubi ricorrenti invece potrebbero essere attribuiti a vere e proprie condizioni psicopatologiche, come ansia, depressione e disturbi fobico-ossessivi. In casi come questi si può ricorrere alla ripetizione immaginativa o Imagery Rehearsal Therapy, una tecnica messa a punto in Australia che consente di condizionare i sogni, in modo da liberarsi dagli incubi.

    In sostanza il soggetto viene invitato a scrivere l’incubo, cambiando il finale a suo piacimento. Poi ogni giorno, sfruttando l’immaginazione, deve ripete il sogno modificato.

    In questo modo a poco a poco ci si dovrebbe liberare dagli incubi e sostituirli con sensazioni piacevoli. La tecnica, sperimentata in diversi casi, ha dato risultati positivi nel riuscire ad attenuare il problema degli incubi e dell’insonnia ad essi collegata.

    Immagine tratta da: canali.kataweb.it

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaBenessereDisturbi del sonnoInsonniaNews SalutePsicologia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI