Disturbi d’ansia: quando sono veramente patologici

Disturbi d’ansia: quando sono veramente patologici

I disturbi d’ansia molto spesso sono oggetto di confusione: il tema ansia è trattato con molta leggerezza

da in Ansia, Bambini, Malattie, News Salute, Paura, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    disturbi anisia patologici

    I disturbi d’ansia, oramai diffusi in tutto il mondo, non sempre sono da considerare delle vere e proprie patologie. La maggior parte delle volte si parla di ansia troppo facilmente, con troppa leggerezza, creando una certa confusione su questo argomento. Quest’ultima è talmente diffusa tanto che un gruppo di esperti ha sottolineato la gravità della situazione attraverso un documento, specificando come riconoscere l’ansia patologica da una normale sensazione di inquietudine e di allerta.

    Il documento statunitense, deliberato dall’Anxiety Disorder Association of America, ha cercato di chiarire alcuni punti, dell’argomento “ansia”, che sono ancora un po’ confusi. Quest’ultima deve essere considerata patologica e quindi da trattare con terapie farmacologiche e non, quando crea nella persona un forte senso di disagio, un’alterazione del comportamento in generale, un malessere tale da impedire le normali attività quotidiane. La persona sta male sia con se stesso, con gli altri, e anche nell’ambiente che lo circonda.

    Chi soffre di disturbi d’ansia, purtroppo, è costretto a fare anche delle scelte: di lavoro, sociali, di studio; tanto che molte volte si è costretti a rinunciare ad un proprio sogno perché non si riesce ad abbattere la paura che investe.

    I disturbi d’ansia possono dipendere da vari fattori, come predisposizione genetica, ma anche il tipo di carattere, o le esperienze della vita (traumi, situazioni spiacevoli, eventi accaduti durante l’infanzia). Può anche essere, come sottolineano gli esperti americani, che alcuni eventi spiacevoli siano dipesi proprio dalla nevrosi, questo significa che non bisogna dare tutto per scontato e sfatare i falsi miti. La persona che accusa una fobia, un disturbo ansioso, deve essere ascoltato, e la sua situazione necessita di valutazione attenta, proprio per non cadere in errore. Anche i rimedi che tanto spopolano non devono essere considerati miracolosi. I disturbi d’ansia non devono essere considerati insormontabili, con verifiche attente, condotte da esperti nel campo si possono risolvere.

    380

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaBambiniMalattieNews SalutePauraPsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI