Dissenteria: sintomi, cause e rimedi

La dissenteria, una delle patologie più diffuse e violente, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, può essere contrastata dalla somministrazione di antibiotici

da , il

    Dissenteria: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi? La dissenteria è una forma particolarmente grave di diarrea, perché è complicata dall’emissione di sangue e di muco ed è caratterizzata dalle feci liquide. Si tratta di un’infezione del tratto intestinale, che può essere dovuta a diversi motivi. La defecazione spesso appare dolorosa e, nel corso della giornata, si verificano varie scariche di diarrea. Esiste anche un tipo di dissenteria chiamata amebiasi, che è una malattia rara in Europa, ma tipica delle aree tropicali, spesso in condizioni di scarse norme igieniche. Vediamo di saperne di più su questo disturbo.

    I sintomi

    Il decorso della malattia può essere molto vario, come lo è il periodo di incubazione, che va da uno a sette giorni dopo la contaminazione dagli agenti esterni (batteri o parassiti unicellulari). In genere tutto inizia con un attacco acuto di febbre, che è seguito da crampi addominali e diarrea. Chi è affetto da dissenteria lamenta un forte dolore all’addome, che a volte è accompagnato da vere e proprie coliche. Le feci sono liquide e contengono muco e spesso sangue. Le scariche di diarrea sono frequenti e possono determinare un’eccessiva perdita di liquidi con conseguente disidratazione.

    Le cause

    Le cause della dissenteria sono varie. L’infezione spesso è causata da alcuni agenti esterni. I più conosciuti di questi ultimi sono il protozoo Entamoeba histolytica, che determina la dissenteria amebica, e i batteri della specie Shighella. Esiste anche l’amebiasi, diffusa soprattutto nelle aree tropicali e provocata da un parassita che si diffonde attraverso acqua o cibi contaminati da feci infette. Si tratta di una forma di infezione tipica di condizioni igieniche precarie, per cui si dovrebbe fare molta attenzione, quando ci si reca in Paesi in cui l’igiene non è oggetto di particolare cura. La dissenteria può essere dovuta anche ad altre malattie, come la colite ulcerosa, la diverticolite del colon o il carcinoma del colon distale e del retto.

    I rimedi

    Fra i rimedi contro la dissenteria è importante innanzitutto la prevenzione della disidratazione. Questo si può fare reintegrando i liquidi per via orale e, nei casi più gravi, procedendo anche tramite endovena. Fondamentale è la terapia antibiotica, per eliminare gli agenti infettivi che hanno provocato la malattia. Se alla base della dissenteria ci sono altre patologie, queste devono essere diagnosticate da un medico specialista, per cui è sempre bene, in caso di sintomi diarroici particolarmente gravi, parlarne con il proprio medico di fiducia, per stabilire la cura più adatta.