Displasia mammaria: sintomi, cause e cure

Displasia mammaria: sintomi, cause e cure

La displasia mammaria è caratterizzata da sintomi come dolore e infiammazione

da in Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    displasia mammaria sintomi cause cure

    Displasia mammaria: consiste in un’alterazione benigna delle cellule della mammella. In medicina e, in particolare, in senologia, si distingue fra due tipi di disturbo: la displasia fibrosa e quella microcistica. Esiste anche una patologia fibrocistica, che di solito è bilaterale. I sintomi consistono generalmente in dolori, in una pesantezza e in una sensazione di tensione che si prova al seno, il quale, alla palpazione, si presenta doloroso. Le cause sono da rintracciare nella stimolazione continua da parte degli ormoni femminili. Per le cure si devono utilizzare, nei casi più gravi, gli antinfiammatori non steroidei.

    I sintomi

    I sintomi della displasia mammaria sono rappresentati da dolore al seno, che diventa più forte soprattutto nel periodo del ciclo mestruale. Il seno è interessato da una pesantezza e dalla tensione, inoltre, alla palpazione, dimostra ipersensibilità, producendo una sensazione dolorosa, quasi bruciante. La displasia fibrosa è caratterizzata dalla comparsa di fibroadenomi, dei piccoli noduli, che si rintracciano soprattutto nella parte laterale superiore del seno. I noduli possono essere più o meno grandi. Nella malattia microcistica si formano delle cisti mammarie, delle sacche colme di liquido. Abbiamo una malattia a cisti piccole, sia isolate che a gruppi, e una a grandi cisti, che si manifesta soprattutto nel periodo che precede la menopausa.

    Le cause

    Le cause della displasia mammaria sono da attribuire alla produzione endocrina delle ovaie, che, attraverso gli ormoni femminili, va a stimolare in maniera continua la mammella.

    Che ci sia uno stretto collegamento fra produzione ormonale e comparsa del disturbo fibrocistico è provato dal fatto che, con la menopausa, di solito questi disturbi tendono a scomparire. In ogni caso non bisogna dimenticare che esiste una predisposizione genetica, che favorisce la comparsa della malattia. Ad essere più a rischio sono le donne giovani in età fertile, soprattutto per i continui cambiamenti a cui è soggetta la mammella in corrispondenza del ciclo mestruale.

    Le cure

    Le cure per la displasia mammaria non sono sempre necessarie. Infatti alcune volte la patologia in questione è asintomatica e non richiede la messa in atto di alcuna terapia. Se il quadro sintomatologico è più grave e si rivela molto fastidioso, il medico può decidere di prescrivere degli antinfiammatori non steroidei. Insieme a questi farmaci si possono usare gel a base di progesterone. A volte può capitare che il dolore sia troppo forte e gli antinfiammatori non riescano ad essere efficaci. In questi casi, si deve ricorrere allo svuotamento delle cisti mammarie. Il procedimento avviene attraverso l’aspirazione del liquido con una siringa. Può essere anche necessario arrivare alla rimozione chirurgica dei noduli.

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI