Disidrosi: cure e rimedi naturali [FOTO]

Disidrosi: cure e rimedi naturali [FOTO]

Contro la disidrosi ci sono determinate cure e rimedi naturali

da in Cure, Malattie, Pelle, Rimedi naturali, cura-pelle, mani
Ultimo aggiornamento:

    La disidrosi, palmare o plantare, è una forma di eczema che si manifesta con delle vescicole sulle mani o sui piedi. Le vescicole sono piene di liquido e tendono a rimanere intatte per circa tre settimane, causando una forma intensa di prurito. Poi le bolle si seccano e si formano delle fessure dolorose. Per contrastare il problema, ci sono cure specifiche a base di antistaminici o di creme a base di corticosteroidi. Ci sono, comunque, a disposizione anche dei rimedi naturali, a cui fare ricorso. Fra questi possiamo ricordare, ad esempio, l’aloe.

    Le cure

    Le cure per la disidrosi consistono nell’uso di creme o di pomate a base di corticosteroidi. Si tratta di farmaci ad applicazione topica, per trattare le crepe che si vengono a formare dopo che le bolle si sono asciugate. Il medico può prescrivere anche degli antistaminici, per alleviare il prurito.

    La cura prevede anche altri tipi di trattamenti. Per esempio, particolarmente usata è la fototerapia. Si tratta di una terapia basata sulla luce ultravioletta, che allo stesso tempo prevede l’uso di medicinali che aiutano la pelle ad essere più ricettiva agli effetti della luce.

    A volte è necessario utilizzare dei bendaggi freddi, per ridurre i sintomi. Se tutti gli altri trattamenti non funzionano, si può ricorrere anche a dei farmaci immunosoppressori.

    I rimedi naturali

    I rimedi naturali per la disidrosi comprendono innanzi tutto il migliorare lo stile di vita, allontanando lo stress. Ci sono, comunque, delle strategie che possono risultare importanti. Se dobbiamo tenere per lavoro le mani continuamente immerse nell’acqua, meglio indossare dei guanti. Andrebbero usati soltanto degli abiti in cotone, che permettono alla cute di respirare. In questo modo si può evitare la sudorazione e quindi le irritazioni della pelle.

    Anche una crema idratante può essere d’aiuto e, in termini di cosmetici, ricordiamoci di usare sempre un sapone delicato. E’ importante fare anche un bagno in acqua tiepida, perché l’acqua calda provoca un maggiore prurito. La pelle non dovrebbe essere mai secca e a questo scopo può essere utile bere anche tanta acqua.

    Uno dei rimedi da tenere in considerazione consiste nell’uso dell’aloe. In questo senso si usa soprattutto il gel da applicare quando avvertiamo i primi sintomi di prurito. Il tutto dovrebbe essere portato avanti anche per una settimana, almeno tre volte al giorno, specialmente prima di andare a dormire. Naturalmente dobbiamo ricordarci di riapplicarlo ogni volta che ci bagniamo le mani. Il gel aloe più efficace è quello concentrato al 98 o al 99%.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CureMalattiePelleRimedi naturalicura-pellemani
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI