Disfunzione erettile: il ruolo delle statine

Disfunzione erettile: il ruolo delle statine

Ma nel partecipare a palesare il problema interverrebbero anche associazioni diverse con altri farmaci al di là dei fibrati, visto che l’accentuazione dei sintomi della disfunzione erettile era riferita anche alla finasteride, utilizzata per la cura dell’ìpertrofia prostatica

da in Disfunzione erettile, Farmaci, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    statine disfunzione erettile

    Potrebbe esserci una relazione fra l’utilizzo delle statine, farmaci utilizzati per ridurre il colesterolo e le iperlipidemie e sempre più spesso associati ad un miglioramento delle condizioni generali da quando si sa che tali sostanze agiscono a livello cardiovascolare e la disfunzione erettile, da quanto sarebbe emerso da uno studio francese.

    Tale effetto si accentuerebbe quando le statine sono associate ai fibrati, che sono farmaci che agiscono anch’essi sulle iperlipidemie. Gli scienziati francesi dell’Università di Tolosa hanno effettuato uno studio dal 1985 al 2006 e avrebbero verificato che in una percentuale pari al 4% alcuni pazienti sarebbero andati incontro a disfunzione erettile dopo poco più di due mesi dall’inizio della terapia con statine. Nella stessa percentuale di pazienti che aveva manifestato tali effetti con statine la remissione dei sintomi relativi alla disfunzione erettile sarebbe avvenuta a poca distanza dalla sospensione dei farmaci, in pochissimi casi la riassunzione delle statine ha determinato gli stessi problemi iniziali.

    Tali effetti si sarebbero verificati con tutte le statine di attuale conoscenza, Simvastatina, Atorvastatina, Rosuvastatina, eccezion fatta per la Pravastatina e la Fluvastatina.

    Ma nel partecipare a palesare il problema interverrebbero anche associazioni diverse con altri farmaci al di là dei fibrati, visto che l’accentuazione dei sintomi della disfunzione erettile era riferita anche alla finasteride, utilizzata per la cura dell’ìpertrofia prostatica, ai beta-bloccanti per curare l’ipertensione e agli antidepressivi triciclici, utilizzati nella cura della depressione. In tali condizioni dunque, lo studio francese avrebbe mostrato che in certi casi particolari associati con altre molecole farmacologiche e dunque con altri stati patologici, alcuni pazienti hanno mostrato un’induzione o un peggioramento della disfunzione erettile.
    ( Xagena2009 )Do C et al, Drug Saf 2009; 32: 591-597

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Disfunzione erettileFarmaciMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI