NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Disartria: cos’è, cause e cure

Disartria: cos’è, cause e cure
da in Disturbi, Linguaggio
Ultimo aggiornamento:

    Isolamento sociale

    Cos’è la disartria? Questa condizione provoca dei sintomi molto particolari e le sue cause possono essere diverse: si tratta, infatti, di una patologia che provoca un linguaggio distorto. Esistono delle cure? Qual è la sintomatologia esatta legata alla disartria? Quale il trattamento per poter giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è la disartria? Come anticipato prima, si tratta di una condizione in grado di provocare sintomi particolari, tra cui un linguaggio distorto.

    I sintomi della disartria possono essere diversi e dipendono dalla causa sottostante. Ad ogni modo, la sintomatologia può includere incapacità di parlare correttamente, voce nasale o rauca, biascicamento, perdita di saliva, ritmo lento nel parlare, difficoltà a spostare i muscoli facciali e la lingua e un ritmo irregolare del discorso.

    Le cause della disartria includono trauma cranico, ictus, debolezza, paralisi facciale, disturbi degenerativi, lesioni alla testa, sclerosi multipla, tumori cerebrali, sindrome di Guillain-Barre, lesioni cerebrali, sclerosi laterale amiotrofica, malattia di Wilson, malattia di Huntington, malattia di Lyme, miastenia gravis – di cui è importante riconoscere i sintomi - morbo di Parkinson e l’assunzione di alcuni farmaci, come narcotici e sedativi. La disartria è caratterizzata – come già detto – dalla difficoltà o incapacità nel muovere i muscoli di viso, bocca e sistema respiratorio superiore.

    Quali sono le complicazioni della disartria? Tra le complicanze della disartria, ci sono problemi di comunicazione e depressione – da cui è possibile uscire - causata, per l’appunto, dalla particolare condizione del paziente che, spesso, lo conduce ad isolamento sociale.

    Alla comparsa di segni e sintomi, è necessario contattare il proprio medico che – tramite una serie di analisi ed esami – stabilirà la diagnosi e, dunque, la terapia più adatta al caso specifico. Oltre alla visita medica, allo studio dei sintomi e alle analisi del sangue, potrebbero essere richiesti ulteriori test, come la radiografia, la TAC, la risonanza magnetica, l’elettroencefalogramma, l’elettromiografia, gli esami delle urine, la puntura lombare, la biopsia cerebrale e test neuropsicologici.

    Quali sono i rimedi contro la disartria? Le cure dipendono dalla causa sottostante. In alcuni casi, può essere di aiuto la logopedia per migliorare il linguaggio. Se le cause dovessero essere dei farmaci, allora questi potrebbero essere sospesi, a discrezione del medico.

    Infine, la prognosi dipende da diversi fattori: dalla gravità della condizione, dalla tempestività di intervento e dalla causa scatenante, oltre che dallo stato di salute e dall’età del paziente.

    556

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiLinguaggio
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI