NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Diossina: un allarme che non finisce mai

Diossina: un allarme che non finisce mai

La Puglia e Taranto, tra tutti i siti inquinati della nazione, sarebbero il punto piu' alto del vertice di presenza di inquinamento di diossina, al punto da essere diventati un allarme permanente da tenere sotto osservazione, ma dalla Regione non si vedono movimenti alcuni

da in Bambini, Primo Piano, Diossina, Malformazioni
Ultimo aggiornamento:

    Bambini_Della_Diossina

    Bambini_Della_DiossinaI dati del 2007/2008 che si riferiscono alla concentrazione di diossina in Italia sono contraddittori, ma descrivono una situazione che in certi casi e’ fortemente allarmante, a parlarne Peace Link, che descrive alcune zone del paese, come ad esempio la citta’ di Taranto, come delle vere e proprie camere a gas, in cui e’ sconsigliato vivere senza proteggersi. Si concentrerebbe infatti li’ piu’ della meta’ della diossina di tutto il paese, vediamo insieme perche’.

    Il database che ha fornito a Peace Link i dati e’ quello del registro INES: Inventario Nazionale delle Emissioni e delle loro Sorgenti, ceh lavora in coppia con l’EPER, che analizza aria e acqua. Da qui il confronto tra le Regioni italiane, per arrivare a concludere che le misurazioni che nel Nord Italia, dove ci sono dei siti pericolosi, necessitano poche ore, grazie al lavoro delle agenzie per l’ambiente, in Puglia richiedono parecchi giorni. Da qui, fatto gia’ particolare, si arriva a scoprire che nella zona tarantina l’aumento della diossina dal 2002 al 2008 e’ stato del 30% , con le relative conseguenze.

    Quello che crea allarme, secondo la fonte di Peace Link, non sarebbe solo l’alta incidenza di morti per tumore, ma il fatto che nascano bambini malformati in una percentuale fuori dalla norma, che gia’ sono stati rinominati i “figli della diossina”, senza che ci sia per loro alcun intervento di salvaguardia.

    A curare una dettagliata ricerca sono stati Alessandro Marescotti e Giovanni Matichecchia che hanno pubblicato il loro lavoro, da cui sono tratte le informazioni di cui sopra, su http://www.peacelink.it e su http://www.tarantosociale.org .

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniPrimo PianoDiossinaMalformazioni
    PIÙ POPOLARI