Diete: contro i chili di troppo, interviene, forse, l’Antitrust!

Diete: contro i chili di troppo, interviene, forse, l’Antitrust!

A leggerla non sarà comunque stato qualcuno, ma in tanti e soprattutto l’hanno letta anche i responsabili della nota Associazione dei Consumatori, Aduc, che hanno fatto anch’essi una promessa, non quella di vedere ridotta la circonferenza della propria pancia affidandosi a tali prodotti, ma di rivolgersi all’Antitrust per sanzionare la Somatoline Cosmetic, invocando l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario ritenuto ingannevole

da in Alimentazione, Associazioni Consumatori, Dieta, News Salute, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    La-crema-somatolin-cosmetic-uomo-finita-sotto-la-lente-dell’Adoc

    Siete affitti dai chili di troppo, siete maschi ed il vostro problema è la ciccia che fuoriesce copiosa dai vostri vestiti? Che problema c’è… pensate che sia la dieta e l’esercizio fisico a farvi tornare in forma? Sbagliate…. a risolvere il tutto pensa una prodigiosa crema che “riduce la circonferenza in 4 settimane mentre dormi”. Parola di Somatoline Cosmetic Uomo. Qualcuno avrà letto queste parole dettate con tanta enfasi nei messaggi pubblicitari che campeggiavano sulle riviste più disparate da parte dei produttori di questo noto prodotto.

    A leggerla non sarà comunque stato qualcuno, ma in tanti e soprattutto l’hanno letta anche i responsabili della nota Associazione dei Consumatori, Aduc, che hanno fatto anch’essi una promessa, non quella di vedere ridotta la circonferenza della propria pancia affidandosi a tali prodotti, ma di rivolgersi all’Antitrust per sanzionare la Somatoline Cosmetic, invocando l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario ritenuto ingannevole.

    “Partendo proprio dalla promessa perentoria fatta: riduce la circonferenza in 4 settimane mentre dormi”. La promessa, sottolinea l’associazione, rimanda a una nota che afferma: “Test clinici condotti su 36 soggetti.

    L’efficacia del prodotto è stata valutata strumentalmente comparando i risultati ottenuti dopo quattro settimane di trattamento con i valori iniziali”. Intanto fanno notare all’Adoc il test effettuato su appena 36 uomini è del tutto miserevole, visto l’esiguo numero di partecipanti ed inoltre, le prove sono state eseguite col piglio scientifico oppure per poter giustificare tale battage pubblicitario? A questo si aggiunge che, se la pubblicità evidenzia che si tratta di un cosmetico, aggiunge però frasi e immagini che rimandano al mondo dei farmaci, a cominciare dal canale di vendita pubblicizzato che parla di farmacie e parafarmacie.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAssociazioni ConsumatoriDietaNews SalutePrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI