Dieta Vegana: non per i bambini

La dieta vegertariana Vegana non va bene per i bambini, sconsigliata in quanto rischia di causare scompensi che si manifestano in disturbi della memoria e del sistema di ovulazione, specialmente per le ragazze, è meglio attendere che sia passato lo sviluppo per cominciare

da , il

    organismo dieta vegana

    Il nostro organismo ha bisogno di nutrienti di provenienza varia, dalle vitamine alle proteine, dai sali minerali ai grassi, ma nonostante l’abitudine generica dell’essere umano sia quella di un regime onnivoro, cioè che si nutre di vegetali, carni, derivati latticini e frutte, esistono delle diete particolarmente selettive che escludono del tutto o in parte alcuni generi di alimenti, vuoi perché sono dedicate a persone che lo fanno per principio morale, vuoi che sia per motivi di salute. E’ ad esempio il caso della Dieta Vegana, la dieta vegetariana per eccellenza.

    La dieta Vegana è la dieta completamente vegetariana, che esclude qualsigenere di alimento che abbia una derivazione animale: niente latticini e formaggi, niente uova o simili. Una dieta di questo genere è molto impegnativa da seguire, perché rischia di diventare pericolosa se non si consulta prima un medico che sia in grado di consigliare che cosa è adatto mangiare e che cosa invece no, sia in quantità che in qualità, il primo rischio è quello di causare degli scompensi e delle carenze nell’organismo.

    La dieta Vegana non consente in alcun modo di consumare carne o pesce, niente pesci, crostacei, derivati animali, ma solo frutta, vegetali e derivati vegetali. Niente burro, solo olio o margarina. Con una dieta di questo tipo principalmente sono tre i rischi: carenza di calcio, carenza di proteine ricche e scompensi lipidici. Nessun rischio per vitamina e fibre, al contrario si possono presentare stati di eccesso in accumulo di sali minerali rari, come ferro, piombo, o nitrati.

    Se ritenete che questa possa essere comunque una dieta che ben si adatta alle vostre esigenze allora non resta che consultare il proprio medico per alcune analisi preventive. Sono necessari controlli del sangie con emocromo completo, sideremia, transferrinemia, ferritinemia, specialmente i controlli devono essere a carattere periodico per le donne, il cui principale problema potrebbe essere legato alle carenze di ferro e di vitamina del plesso B, in età fertile. La dieta Vegana non controllata, in caso di problemi di carenze alimentari, nelle donne, può portare a periodi di infertilità, un fatto molto grave per cui è necessario il monitoraggio annuale dei valori del sangue.

    Una alternativa naturale prevista dalla dieta Vegana è quella di sostituire agli integratori un lievito, che previene gli stati di carenza di amminoacidi essenziali, vanno integrate le vitamine del gruppo B, specialmente la B12 per prevenire danno permanenti al sistema nervoso, che si presentano inizialmente con perdita di memoria. Sarebbe preferibile non sottoporre i bambini alla dieta Vegana, almeno non fino all’età dell’adolescenza quando, verso i 13 anni le ragazze e i 16 i ragazzi, hanno raggiunto un buon livello di sviluppo fisico.

    Fonte: Nutrition Valley

    In video illustrati i vegetali e gli alimenti del Raw Food e della Dieta Vegana – Lista della spesa settimanale.