Dieta? Su misura con il test delle urine

Dieta? Su misura con il test delle urine

Una dieta efficace dovrebbe essere su misura, ma, soprattutto dovrebbe prevedere un monitoraggio continuo: ora, grazie a un nuovo test delle urine il risultato personalizzato è garantito

da in Alimentazione, Dieta, Digestione, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Nuovo test delle urine per una dieta su misura

    La scoperta è tutta italiana e, secondo gli esperti, è destinata a riscrivere il futuro delle diete: il regime alimentare ideale per disfarsi dei chili di troppo e modellare la silhouette potrebbe essere studiato davvero su misura, grazie a un esame delle urine. Infatti, sembra che proprio grazie all’analisi dei sedimenti contenuti dell’urina sia possibile individuare con precisione la dieta perfetta per ogni singolo individuo.

    Niente più diete per tutti, ma consigli nutrizionali e alimentari su misura, grazie a un semplice esame delle urine, facile, non invasivo ed economico. Per massimizzare gli sforzi di restrizioni e privazioni a tavola, è necessario seguire una dieta personalizzata in base alle caratteristiche e alle esigenze di ogni singolo paziente e, soprattutto, è indispensabile monitorare il percorso effettuato.

    E’ proprio con l’innovativo test delle urine, messo a punto da un centro di ricerca milanese, che è possibile un monitoraggio preciso degli effetti della dieta, fase dopo fase.

    “Questo test è uno strumento facile e poco costoso per l’analisi dei cataboliti urinari, che sono quei sedimenti che possono dare indicazioni su che cosa l’organismo ha assimilato e cosa no. In particolare, il test individua quali macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) danno maggiori problemi durante la digestione. Questo permette al medico di studiare un’alimentazione mirata per il paziente, di tenere sotto controllo le modificazioni del metabolismo, inevitabili, conseguenti a ogni dieta, e di prescrivere, se serve, i farmaci più adatti al ripristino della funzionalità intestinale” ha evidenziato Samorindo Peci, direttore del centro di ricerca.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDietaDigestioneNews Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI