Dieta Scarsdale: menu e consigli per dimagrire e per il mantenimento

Dieta Scarsdale: menu e consigli per dimagrire e per il mantenimento

La dieta Scarsdale è stata formulata dal dottor Tarnower; definita come dieta dell'ultimo minuto, essa ha delle ottime potenzialità per affrontare le situazioni di emergenza, in cui la persona ha necessità di dimagrimento veloce e con risultati duraturi

da in Dieta, Dimagrire
Ultimo aggiornamento:

    dieta scarsdale menu consigli dimagrire mantenimento

    Dieta Scarsdale: qual è il menu e quali sono i consigli per dimagrire e per il mantenimento? Questo regime alimentare è iperproteico e a basso contenuto di carboidrati e grassi. E’ stato inventato dal dottor Tarnower, un cardiologo statunitense che negli anni ’70 pubblicò il libro dal titolo “The Complete Scarsdale Medical Diet”. Il nome proviene dal centro medico e dalla cittadina in cui si trovava nei pressi di New York e dove lavorava il medico. Fin da questa pubblicazione l’obiettivo della dieta è quello di far perdere peso in sole due settimane. Nella versione originale il motto era “10 chili in 14 giorni”, infatti la dieta deve essere seguita per 14 giorni, per poi cedere il posto ad una dieta di mantenimento. Si riprende soltanto se si acquisiscono più di 2 chili oltre il peso forma.

    Alla base del programma dimagrante in questione c’è una riduzione dei carboidrati e un aumento delle proteine, con una eliminazione dei grassi e degli zuccheri. Secondo il dottor Tarnower, aumentare il consumo di proteine non significa però soltanto privilegiare il consumo di carne e pesce, ma ci sono anche tante ricette che rientrano nella versione vegetariana della dieta Scarsdale. La dieta è suddivisa in due parti: la fase di dimagrimento, che dura per 2 settimane, e quella di mantenimento, che va avanti per altri 14 giorni.

    Secondo la dieta Scarsdale, bisogna rispettare la lista degli alimenti concessi senza discostarsi troppo da essi, anche se non è necessario mangiare tutto ciò che è indicato nel programma settimanale. Per dimagrire velocemente viene consigliato di rispettare le associazioni alimentari proposte e di non fare sostituzioni arbitrarie fra i cibi. Inoltre sarebbe molto importante bere almeno 2 litri di acqua al giorno, per permettere all’organismo di restare sempre idratato e per rendere i risultati più funzionali.

    La dieta è strutturata su 3 pasti principali; sono vietati gli spuntini fuori pasto, compresi quelli di metà mattina e della merenda nel pomeriggio. Soltanto in casi eccezionali, per contrastare gli attacchi di fame tra un pasto principale e l’altro, sono ammesse alcune verdure crude, come le carote e il sedano. E’ essenziale non bere bevande alcoliche, non assumere zuccheri o dolci, non utilizzare olio, burro, salse, non bere il latte, non mangiare salumi, non consumare nessun alimento che contenga farina.

    Vediamo il menu della dieta Scarsdale.

    Colazione: caffè o tè con dolcificante artificiale, mezzo pompelmo.
    Pranzo: carne magra o pesce a piacere, pomodori o insalata, oppure una frittata di 2 uova con formaggio magro e 75 grammi di zucca.
    Cena: pollo al forno oppure pesce spada al forno a piacere o ancora carne di bovino magra (sempre quantità a piacere). Inoltre la cena comprende una porzione di insalata mista.

    Le regole da seguire per il mantenimento nella dieta Scarsdale comprendono mangiare al massimo 2 o 3 fette di pane integrale al giorno, non mangiare i dolci, non usare zucchero, ma solamente dolcificanti artificiali (per esempio per zuccherare il caffè o il tè). E’ importante non esagerare con gli alimenti che contengono molti carboidrati. Si possono mangiare solo formaggi magri, per un massimo di 2 volte alla settimana. Inoltre si dovrebbe evitare l’alcool, concedendosi al massimo un bicchiere di vino a tavola.

    Ecco il menu per il mantenimento nella dieta Scarsdale, che comprende anche uno spuntino di mattina e un altro nel pomeriggio.

    Colazione: 100 ml di latte scremato (non andare oltre le 2 volte alla settimana) oppure tè o caffè, una fetta di pane integrale e un agrume.
    Spuntino: una mela.
    Pranzo: 200 grammi di insalata con 100 grammi di prosciutto cotto, un uovo, 200 grammi di piselli e fagiolini lessati, mezzo pomodoro oppure 120 grammi di pollo senza pelle e 200 grammi di verdure al forno o alla griglia oppure 150 grammi di pesce alla griglia e 200 grammi di lattuga e pomodori.
    Merenda: gelatina di frutta e un infuso a scelta.
    Cena: 200 grammi di tonno al naturale con lattuga, pomodori e cipolle e una fetta di pane integrale oppure 100 grammi di bresaola, 100 grammi di prosciutto e una fetta di pane.

    783

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DietaDimagrire
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI