Dieta: olive e carciofi più sani con i probiotici

Dieta: olive e carciofi più sani con i probiotici

Recentemente sono stati creati dei prodotti funzionali, da parte del Cnr di Bari: olive e carciofi contenenti batteri benefici appartenenti alla specie Lactobacillus paracasei

da in Antiossidanti, Benessere, Dieta, Intestino, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    dieta olive carciofi

    Grazie ad uno studio italiano, da questi giorni nella dieta mediterranea sono stati introdotti olive e carciofi “più sani” rafforzati con i probiotici. Questi ultimi sono i cosiddetti batteri lattici (Lactobacillus paracasei), che, come sappiamo, aiutano la salute del nostro intestino, proteggendo lo sviluppo della microflora. Questa novità, secondo gli studiosi, aiuterà di gran lunga la nostra salute.

    L’idea e la creazione di questi ultimi prodotti sono dovute ai ricercatori dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Consiglio nazionale delle ricerche (Ispa-Cnr) di Bari. Come sono stati creati questi prodotti? In modo molto naturale: in questo caso, olive e carciofi, sono stati ricoperti, superficialmente, da uno strato di batteri “buoni”, appartenenti alla specie Lactobacillus paracasei.

    L’unica, piccola difficoltà, che gli studiosi hanno dovuto affrontare è stata l’integrità di questi batteri, durante il passaggio nel tratto gastrico. Problema superato grazie alla struttura stessa dei carciofi e delle olive, e alla presenza contemporanea di altri composti molto importanti, come fibre, vitamine e antiossidanti.

    La creazione di questi prodotti, ha riscontrato pareri positivi da ogni parte: medici (ad esempio i gastroenterologi), le aziende (sono già stati ceduti due brevetti), lo Stato (il Ministero ha già concesso l’autorizzazione al commercio di questi prodotti), e (non ultimi) i consumatori che, non è una novità, stanno sempre più attenti alla dieta, preferendo alimenti con un basso contenuto calorico e privi di grassi. Grazie a tutto ciò, e alla sempre più crescente richiesta, la ricerca sui prodotti funzionali andrà ancora avanti.

    317

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntiossidantiBenessereDietaIntestinoPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI