Dieta mediterranea, alleata della longevità

La dieta mediterranea è la scelta migliore da fare a tavola per contrastare l’invecchiamento e vivere più a lungo, è la ricetta vincente per la longevità

da , il

    Dieta mediterranea per vivere più a lungo

    Che la dieta mediterranea sia la scelta alimentare tra le più equilibrate e salutari, una vera alleata della salute di tutto l’organismo, non è una grande novità. Altrettanto nota è la sua capacità di “allungare la vita”, ma ora, la scienza dà una conferma ulteriore delle potenzialità positive dell’alimentazione del Bel Paese per favorire la longevità.

    Proprio così, la scienza dà un’altra conferma o, meglio, quattro: stanno per essere pubblicati ufficialmente, sugli Atti della Sahlgrenska Academy dell’Università di Gotheborg, ben quattro studi in materia. Il verdetto sembra essere unanime: la dieta mediterranea, da vera alleata della longevità, è in grado di allungare la vita.

    Le nuove sperimentazioni che premiano le abitudini alimentari di casa nostra si sono basate sullo studio di una serie di altre ricerche, intraprese nell’arco di più sessant’anni, cominciate fin dal 1950. Tutti gli studi hanno evidenziato come una dieta caratterizzata da un abbondante consumo di pesce e verdure e un ridotto apporto di cibi di origine animale, come carne, latte e formaggi, sia in grado di preservare la salute dell’organismo più a lungo.

    In particolare, il team di ricercatori dell’Accademia Sahlgrenska hanno monitorato con attenzione gli effetti di una dieta mediterranea su un campione di anziani in Svezia, ultrasettantenni, utilizzando un fattore univoco, l’H70 study.

    Dall’analisi dei dati relativi ai settantenni svedesi, è emerso con chiarezza che coloro che seguono una dieta mediterranea hanno maggiori probabilità, il 20% in più, di vivere più a lungo. “Questo significa in pratica che le persone anziane che seguono tale regime alimentare vivono circa 2, 3 anni in più di quelli che non lo fanno”, ha osservato uno degli scienziati dell’Accademia svedese, Gianluca Tognon.